Riserva della Biodiversità della Fattoria Dehesa de Luna ha già il suo primo vino biologico sul mercato. In linea con il nome della cantina, “Dehesa de Luna Rosé 2018” è nata con questo sigillo che certifica che i vigneti e la cantina sono biologici, crescendo “in un ambiente unico dove si respira la natura e dove fauna e flora convivono in una perfetta armonia che permette una viticoltura rispettosa dell’ambiente in cui si svolge”, secondo gli autori.

Questo è un rosato fatto con la varietà Cabernet Sauvignon da La Mata de la Culebra, uno dei vigneti che compongono la tenuta. Per ottenere il suo caratteristico colore, che segue lo stile francese dei vini provenzali, il L’estrazione del mosto viene effettuata mediante una pressatura soffice e rapida della vendemmia senza diraspatura.

Il Dehesa de Luna Rosé 2018 ha un profumo intenso, che mette in risalto la frutta bianca, come la mela, e in bocca è fresco e vivace con note floreali, ideale per accompagnare i pasti primaverili ed estivi, come la pasta, le insalate, oltre che per l’aperitivo.

Le 6.500 bottiglie dell’annata arrivano sul mercato al prezzo di 8,5 euro.

Un uccello migratore, immagine per la cantina

Con Dehesa de Luna Rosé 2018 inizia una nuova tappa in cantina. Da questa annata e da questo vino, tutti i vini Dehesa de Luna Finca de Biodiversidad saranno garantiti da vigneti biologici. Un evento che lascia spazio anche a una nuova immagine, seguendo la linea degli altri vini della cantina che mostrano la varietà di uccelli che vivono in questo spazio naturale.

Per la nuova etichetta di Dehesa de Luna Rosé è stato incorporato il tordo, un uccello migratorio che durante i mesi invernali rimane in queste terre di Campo de Montiel, poiché uno dei suoi habitat principali sono gli ulivi, e Dehesa de Luna ha 44 ettari di ulivi della varietà picual.

La Finca Dehesa de Luna ha 3.000 ettari di terreno di cui quasi 1.000 sono dedicati all’agricoltura a La Roda (Albacete). I restanti 2.000 ettari sono formati da masse di bosco mediterraneo e da appezzamenti riforestati con specie autoctone. Il vigneto è costituito da 64 ettari suddivisi in quattro appezzamenti: El Viñazo, La Mata de la Culebra, La Cañada del Navajo e La Noria de Luna.

La Finca si trova nella regione di Campo de Montiel ed è un ambiente naturale di particolare interesse per la sua ricca fauna e flora ed è qui che Dehesa de Luna ha creato il suo vigneto. Dal 2001, il team della cantina ha dedicato il suo impegno e la sua passione alla creazione di un vigneto unico in Spagna.

Nell’aprile 2012 è stata inaugurata la cantina, in collaborazione con i marchi Dehesa de Luna Orígenes, Dehesa de Luna Rosé, Dehesa de Luna Garnacha Blanca, Dehesa de Luna Graciano, Dehesa de Luna Tempranillo, Dehesa de Luna Garnacha Tintorera, Purgapecados e Gran Luna.