Tre raccomandazioni editoriali per un gennaio sano e sostenibile

Tre raccomandazioni editoriali per un gennaio sano e sostenibile

Ogni inizio d’anno, a gennaio abbiamo fatto una serie di buone risoluzioni per migliorare la nostra vita emotiva e la nostra salute fisica. Inoltre, molti di noi, per diventare più sostenibili. Alcuni di questi scopi, pochi, riusciranno ad affermarsi nella nostra vita impegnata e complicata e altri, invece, non ci riusciranno. Ma l’intenzione conta, perché il solo fatto di fare una risoluzione significa la consapevolezza che sia il nostro benessere e la nostra salute che il futuro dell’ambiente che ci circonda sono nelle nostre mani, anche se si tratta di mettere un piccolo granello di sabbia.

Di conseguenza, non è superfluo guardare libri che ci aiutano a realizzare questi scopi. Se ci prepariamo ad iniziare l’anno in modo sano e sostenibile, non c’è niente di meglio che avere degli strumenti che ci rendano più facile, quindi i tre libri che raccomanderemo sono eminentemente pratici. Si tratta di due misure volte a migliorare sia la qualità di ciò che mangiamo sia a evitare di cadere nelle trappole del consumo alimentare vuoto e compulsivo che l’industria ci offre. Il terzo ci aiuterà ad avere un consumo in cui le materie plastiche sono escluse. Sì, è possibile.

1. Cucina in 2 ore per tutta la settimana

Cucina in 2 ore per tutta la settimana (Planet) è il bestseller internazionale di cottura a lottiQuesta tecnica consiste nel pianificare il menù dell’intera settimana e cucinarlo in un giorno, in modo da evitare la tentazione di mangiare prodotti ultraprocessati che non ci sono vicini o che hanno molte calorie vuote. L’obiettivo è quello di avere il controllo totale su ciò che mangiamo.

Caroline Pessin – insieme ad altri libri pubblicati nella collana “cucinare in 2 ore” – è l’autrice di questo libro eminentemente pratico che ci insegna che la pianificazione nell’acquisto e nei menù è fondamentale per organizzare i pasti settimanali e di poterci portare del cibo sano e locale sul coperchio. Inoltre, offre idee e menu per poter eseguire i piatti in non più di due ore e poi riporli correttamente in frigorifero.

Diviso per stagione, e con un occhio sempre rivolto al cibo della vicinanzaPer ogni settimana include:

– Una lista della spesa divisa per le sezioni del supermercato.
– Il menu completo per tutta la settimana.
– Il passo dopo passo delle due ore di cottura.
– Il risultato dei piatti e le istruzioni per la loro conservazione.
– Suggerimenti per il riscaldamento e la placcatura al momento della scelta.

In totale sono 16 menu settimanali con oltre ottanta ricette equilibrato in cui si adattano solo prodotti freschi di stagione, sempre alla ricerca di una dieta sana, senza avanzi o sprechi, che oltre alla nostra salute, aiuti l’ambiente.

2. Mangiare cibo vero

Mangiare cibo vero (Paidós) Vedi il libro del nutrizionista e Instagramer Carlos Rios, in cui ci introduce al concetto di cibo vero. Si tratta di trovare gli alimenti essenziali che possono darci le sostanze nutritive di cui abbiamo bisogno ed evitare ogni sorta di prodotti ultraprocessati che non ci danno alcun beneficio ma ci danno un sacco di calorie vuote che portano direttamente all’obesità.

Nel libro, Rios ci aiuta identificare i prodotti essenziali e freschie distinguerli dagli alimenti trattati dall’industria. A tal fine, ci fornisce conoscenze scientifiche sui benefici di un’alimentazione sana ed equilibrata, rivelando allo stesso tempo i non tanto raccomandati contributi – zuccheri, sali, grassi saturi a catena lunga, ecc. – dei prodotti ultraprocessati da scaffale del supermercato.

3. 100 idee per vivere senza plastica

100 idee per vivere senza plastica (RBA Books) della nutrizionista e attivista ambientale Martina Ferrer Rosell, è un compendio di contributi pratici per difenderci dall’invasione della plastica nel nostro consumo quotidiano, che è come dire nella nostra vita. Da quali materassi scegliere per realizzare un deodorante senza plastica né tossici, per non parlare di come evitare spazzole, vestiti, bastoni, occhiali o borse della spesa contenenti plastica, l’autore ci porta in un tour dettagliato della nostra vita quotidiana per rilevare l’ingresso di questo materiale e ci offre un’alternativa.

Se non vuoi perderti nessuno dei nostri articoli, iscriviti alla nostra newsletter

Controlla anche

Dieci curiosità sulla senape che vi sorprenderanno

Dieci curiosità sulla senape che vi sorprenderanno

Forse accanto al ketchup, la regina delle salse di strada e delle salse popolari, elevato …

Non buttatele via: dieci usi per le vostre vecchie bottiglie di vino

Non buttatele via: dieci usi per le vostre vecchie bottiglie di vino

In Spagna produciamo una bottiglia su diecis vino che si consumano nel mondo. Inoltre, secondo …

Cinque semplici ricette di tartare che non vedrete nei ristoranti

Cinque semplici ricette di tartare che non vedrete nei ristoranti

Dopo aver accumulato riconoscimenti e stelle in ristoranti come Foque de Quiñones, Hacienda Santa Fe, …