Sulla strada attraverso i migliori tabancos di Jerez

Sulla strada attraverso i migliori tabancos di Jerez

La cosa vale per i vini. Di quelli che accompagnano un aperitivi o vengono degustati senza fretta in un luogo che ti trasporta nel tempo tra aromi, sapori e tradizione. Camminiamo per il centro di Jerez de la Frontera, a Cadice, per visitare alcuni dei suoi migliori tabancos, bar con un carisma e una storia molto speciale dove dopo molti decenni il culto dei vini della regione continua ad essere professato.

I tabbank iniziarono come un’attività di vendita di vino, venduta alla rinfusa e direttamente dagli stivali di legno. Questo è sicuro. Ma anche se per nome ci sono anche quelli che sostengono che c’era anche la vendita di tabacco, il caso è che con il tempo e poco a poco, che più e che meno offriva qualche taglio per accompagnare i bicchieri di puzzolente, amontillado, crema, bastone tagliato , bene, amorevole, muscat o Pedro Ximénez preso da alcune delle migliori cantine di Jerez, fino a diventare i luoghi di pellegrinaggio per mangiare e bere che sono oggi.

Stabilimenti con solera in cui avere un aperitivo, con un drink e un piccolo muro per accompagnare, chiacchierare, incontrarsi, socializzare e vivere di persona parte di una tradizione puramente jestica. Tabancos che meritano una visita per conoscere Jerez dalle papille gustative.

Tabanco El Pasaje

(Calle Santa Maria, 8)

Si può vantare di offrire vini dal 1925, in modo da poter respirare un’atmosfera certamente speciale. Come un buon tabanco fornisce vino alla rinfusa e imbottigliato, servendo direttamente dagli stivali che poggiano sull’altro lato di un bar su cui le perline sono ancora fatte con gesso. Ha tablao flamenco e ogni giorno offre un paio di passaggi, mezza giornata e la sera. Che si tratti di un puzzolente, una crema, un Pedro Ximénez, un montillado o un bastone tagliato, tra molti altri, non si deve smettere di accompagnare il vino con uno dei suoi chacinas o i suoi formaggi, serviti su carta. Lo “squirt speciale” provoca sensazione, e giustamente.

Tabanco El Guitarràn de San Pedro

(Calle Bizcocheros, 16)

I tabbank un tempo sedevano per uomini, ma, curiosamente, El Guitarràn è trasportata solo da donne, curiosa come quella Mireia Dot, la sua proprietaria, veniva da Barcellona ed era si innamorò di Jerez dei suoi vini. Qui la lista dei vini di Jerez è quasi infinita, si avrebbe davvero bisogno di vivere lì per provarli tutti. Nel suo menu, oltre alle salsicce locali troverete una buona varietà di montaditos. Oltre al cibo e alle bevande nella musica dal vivo di El Guitarràn, sia flamenco che altri generi, oltre ad altre mostre culturali.

Tabanco San Pablo

(Calle San Pablo, 12)

Aperto dal 1934, il San Pablo è una delle banche di schede più tradizionali di Jerez. Spazioso e con un buon spazio anche di terrazza per chi vuole gustare i propri vini sotto gli aranci, puzzolente, amontillados o dolce, tra molti altri. Per il pranzo troverete tutto un po ‘ma sempre cucina tradizionale. Il campero all’aglio è un duro rivale dei chacinas e chicharrones, e tra i montaditos trionfa il San Pablito, un classico della casa, anche se il chorizo piccante con formaggio non è lasciato alle spalle.

Tabanco La Reja

(Mesones Street, 6)

Un tabanco fondato nel 1942 e con due temi chiari e molto di Jerez: tori e vino. Non appena si entra, attira l’attenzione sul suo lungo bar, la sua tribuna piastrellata in cui sedersi per un drink e, naturalmente, il cancello che dà lo stabilimento il suo nome. Il menu di tapas è vario, suggestivo e delizioso, e come si vedrà dalla montagna di montaditos che viene visualizzato accanto alla finestra affamato non si passa. Il murale sullo sfondo rappresenta in una caricatura la vendemmia ed è che qui il vino è la prima cosa, è possibile ordinarlo sia da stivale che da bottiglia e, oltre ad avere opzioni di foro, lo potrete godere in un’atmosfera autentica e accogliente.

Tabanco Las Banderillas

(Calle Caballeros, 12)

Come indica il suo nome in Las Banderillas l’atmosfera della corrida solleva le pareti, anche se con un tocco flamenco, anche se il luogo lo aprì per la prima volta il padre di Lola Flores con un altro nome. Oltre ad offrire buoni vini sfusi qui la cucina va ben oltre le tapas, quindi diventa un ottimo posto per mangiare o cenare. Stufati tradizionali, pesce e carni, con una coda di toro che si è guadagnato la sua reputazione in tutta la città.

Tabanco Plateros

(Algarve Street, 35)

Il plateros tabanco è emerso non molto tempo fa, lo ha fatto nel 2011 per rimettere di moda questo tradizionale modo di vivere il vino e il suo nome lo ha portato dalla piazza dove si trovava il luogo. Dal 2016 si trova in una nuova posizione e c’è un’aria più giovanile che in altre tabanks più tradizionali. Ha una lista molto buona di vini locali, sia da consumare che da portare a casa, e per alleviare l’appetito fa una scommessa importante su formaggi e chacinas, tra le molte altre cose, ma tra i quali spicca un delizioso formaggio payoyo.

Controlla anche

Cinque stufati tipici spagnoli (con 5 vini rossi) per affrontare l'inverno

Cinque stufati tipici spagnoli (con 5 vini rossi) per affrontare l’inverno

Lo stufato è un pasto tipico spagnoloE ‘molto nutriente e perfetto per l’inverno, che in …

Quanti tipi di sidro ci sono?

Quanti tipi di sidro ci sono?

Proprio come il vino, il sidro era già in atto ai tempi degli Ebrei, degli …

Dammi la lattina: sette modi pratici per riutilizzare questa confezione a casa.

Dammi la lattina: sette modi pratici per riutilizzare questa confezione a casa.

Andy Warhol li ha trasformati in arte, anche se la maggior parte dei mortali li …