Esther, partner e lettore di avnotizie.itscrive: “Ho letto in alcuni articoli sulla salute che applicare lo smalto per unghie può essere dannoso perché penetra la sostanza attraverso le unghie nel corpo. C’è qualcosa di vero?

Prima di tutto, Esther dovrebbe essere rassicurata, in quanto fortunatamente nessuna delle componenti dello smalto per unghie, né di quello classico o acrilico, né di quello semipermanente, è uguale a quella dello smalto per unghie. in grado di penetrare attraverso la cuticola dell’unghia per passare al derma. A questo proposito non c’è pericolo se non nel caso in cui non siamo molto precisi nell’applicazione della lacca e tocchiamo la pelle, poiché alcuni dei suoi componenti sono aggressivi.

Il “trio tossico”.

Tuttavia, è importante sapere che la composizione di questo tipo di cosmetici comprende sostanze che possono essere tossiche in grandi quantità. Gli smalti acrilici si distinguono in particolare per tre composti noti come il trio tossico”.e che sono il formaldeide, dibutilftalato e toludene.

  • Il formaldeide è utilizzato come conservante in questi prodotti ed è un composto comune, ad esempio, per la conservazione di organi sezionati, insetti e animali morti. Ha un odore forte e caratteristico e in alte proporzioni può irritare la trachea e i bronchi e causare affanno durante la respirazione. Inoltre, il contatto con la pelle può causare ustioni.
  • Il ftalato di dibutile è il classico odore di colla degli smalti ed è in gran parte responsabile di avvelenamenti nei dipendenti dalla colla, causando vertigini, nausea e anche alcuni effetti narcotici. E ‘associato con la pubertà precoce e vari problemi uterini, così come il cancro ai testicoli e bassa qualità dello sperma. Un’esposizione eccessiva a lungo termine può anche causare problemi al fegato e ai reni.
  • Il toluene è usato come solvente negli smalti, cioè trattiene i liquidi fino a quando non evaporano e si solidificano. E ‘legato ad alterazioni del sistema nervoso centrale, causando mal di testa e vertigini. E’ stato anche collegato all’insufficienza epatica e renale.

Lacche 3-libere

Anche se non è stato dimostrato che la pericolo per le donne Il “trio tossico” è stato oggetto di forti polemiche da parte di numerose associazioni dei consumatori e dei media, che ne hanno evidenziato la potenziale pericolosità.

Ci sono state segnalazioni dei pericoli di la moda di dipingere le unghie delle ragazzeQuesto li espone ai vapori formati da questi tre componenti durante l’essiccazione delle vernici. Anche perché tendono a finire per mangiarli, in modo da poter ingerire qualche altro componente sintetico di effetti sconosciuti. Inoltre, sono state avvertite che potrebbero rappresentare un pericolo per le donne in gravidanza.

Nessuno di questi effetti è stato dimostrato per il momento, anche se si consiglia di applicare lo smalto acrilico in spazi ampi e ventilati, dove non siamo eccessivamente esposti al “trio tossico”. È inoltre obbligatorio che le stanze per le unghie hanno una ventilazione adeguata per proteggere i loro lavoratori e clienti da un’esposizione eccessiva e prolungata.

Tuttavia, a causa della pressione, i produttori hanno compiuto uno sforzo particolare per creare un’alternativa di vernici prive di questi composti, che hanno ricevuto Valutazione gratuita 3-Free per indicare sull’etichetta che non li usano. In questo elenco puoi consultare le principali marche che lavorano con gli smalti 3-Fre.

Attenzione agli smalti semipermanenti

Negli ultimi anni, tuttavia, si sono affermati sul mercato smalti o lacche semipermanenti, che non contengono i tre componenti più controversi. avere una maggiore durata sull’unghiaPuò durare fino a tre settimane. Si tratta di una tecnologia applicativa diversa, che trasforma l’evaporazione naturale dei solventi organici (il “trio tossico”) in un’evaporazione di composti meno volatili mediante calore.

A tal fine, si utilizzano i seguenti elementi una lampada ad essiccazione a raggi ultravioletti che può essere acquistato online ad un prezzo inferiore a 20 euro. Il protocollo consiste nell’applicare lo smalto sulle nostre unghie e poi mettere la punta delle dita sotto la lampadina per alcuni minuti in modo che si asciughi. In linea di principio, la lampada non deve causarci alcun danno.

Tuttavia, i dermatologi mettono in guardia contro l’uso frequente di questo tipo di smalto, in quanto formano una pellicola opaca sull’unghia che potrebbe nascondere i sintomi di possibili malattie che hanno il loro riflesso nel tono e possibili macchie sulla superficie. Impediscono anche che possano favorire le infezioni fungine, o rendere le unghie deboli e fragili, non permettendo la loro corretta idratazione.

Inoltre, uno studio OCU del 2015 su 16 campioni di lacche semi-permanenti acquistate su Internet ha rivelato che la maggior parte di esse conteneva un composto chiamato idrochinone metilether che può avere le seguenti caratteristiche effetti irritanti sulla pelle e le mucose per contatto.

La presenza di questo composto è accettata purché sia inferiore a 200 parti per milione (ppm). Lo studio, tuttavia, rifletteva che sette delle vernici hanno superato questo limite e non l’hanno specificato sull’etichetta, per cui dovrebbero essere rimossi dal circuito commerciale nell’ambiente dell’Unione europea.

Se non vuoi perderti nessuno dei nostri articoli, iscriviti alle nostre newsletter