Infarto del miocardio, che cosa ha usato per essere chiamato attacco di cuore, aumenta la loro frequenza di accadimento, uomini e donne, negli anni. Ma anche se, secondo lo stile di vita è possibile abbassare notevolmente l’età di ingresso nel rischio -per esempio, in persone con obesità patologica, fumatori, compulsivo o bevitori, e ancora di più quando si combinano i tre fattori-l’attacco di cuore, rende la presenza di solito a partire dall’età di 45 anni.

Il motivo è che una dieta ad alto contenuto di zuccheri e grassi saturicosì come l’assunzione di alcol, che aumenta il tasso di trigliceridi nel sangue, è di lasciare depositi di rifiuti precipitati nelle arterie e nelle vene, che il terreno e ridurre il diametro del condotto, il che rende difficile per il sangue di passare attraverso. D’altra parte, il fumo e l’alcol, così come lo stress, avere un effetto pro-infiammatorio che causa le vene e le arterie si restringono, anche riducendo il diametro, facendo circolare il flusso di sangue.

In conseguenza, l’intersezione di entrambi i fenomeni possono provocare una chiusura o di ostruzione dell’arteria o della vena, chiamato ateroma, che interrompere bruscamente il movimento. Se si verifica in un capillare, le conseguenze possono essere un piccolo coagulo di appena visibile sotto la pelle, ma se si verifica nelle vene o arterie, ad arresto avranno un impatto sul cuore, che alla fine è una bomba e, come tutti i pompa idraulica, quando c’è l’orzo, il “flu” ed entra nel crollo. Questo è l’infarto del miocardio.

Ogni secondo conta in un attacco di cuore

È una situazione di vita o di morte in cui ogni secondo è importante, dal momento che la prima a invertire la situazione e riportare il cuore a pompare, il meno danno causa della mancanza di ossigenazione del corpo. A questo proposito, è particolarmente preoccupato per il danno cerebrale che anossia possono causare e che anche se la persona è salvato, può essere irreversibile e lasciare gravemente handicappato.

Quindi, da una certa età è essenziale sapere identificare i sintomi di un possibile attacco di cuorein noi stessi e nel nostro interesse, per essere in grado di agire in fretta. Il primo passo è quello di chiamare il 112 -numero telefonico di emergenza – e chiedere di attivare il codice infartoche automaticamente si dà la priorità al più vicino centro per l’invio di un’ambulanza per darci il primo soccorso. Inoltre, vi darà istruzioni su come comportarsi durante l’attesa.

Principali sintomi dell’infarto del miocardio

I seguenti sintomi possono verificarsi con maggiore o minore intensità, e possono venire tutti insieme o padecerse solo uno di loro. Dipenderà da ogni persona, ma la congiunzione di due o tre è già condizione sufficiente per attivare l’emergenza.

  1. Mi fa male il petto: il dolore al torace che si verifica di solito anche per le immagini di ansia; tuttavia, in infarto produce un’irradiazione del dolore nella mascella e il braccio sinistro, a volte entrambe le braccia, che non è vero nel caso di casella di ansia. Se compare dopo sforzo, sarà una angina, ma se succede a riposo, si avrà un attacco di cuore. In entrambi i casi è utile chiamare il 112.
  2. Ci manca il aria: il dolore al torace è accompagnato da mancanza di respiro, senza apparente motivo, per esempio, che stiamo attraversando un raffreddore o un attacco di asma. Se la difficoltà persiste anche se il dolore non è intenso, è molto probabile che questo è a causa di una malattia di cuore.
  3. Ci sono giorni con le gambe gonfie: quando il dolore al petto e difficoltà di respirazione sono aggravate dal fatto che ci sono stati diversi giorni con le punte insolitamente gonfio-un sintomo che dobbiamo trascinare problemi circolatori-, non dobbiamo dubitare della presenza di infarto.
  4. Sento le palpitazioni: nei primi istanti, prima che il minore flusso di sangue, e quindi la riduzione dell’apporto di ossigeno, il cuore reagire come fa, per esempio, quando facciamo sport-per la cpu e ci manca l’aria: marcato aumento della frequenza cardiaca, con palpitazioni evidente. Di solito la stessa accompagnano spesso la mancanza di aria e di dolore, che si verificano in assenza di qualsiasi sforzo che può motivarli, che è a dire, all’improvviso.
  5. Perdiamo coscienza transitoriamente: si può avere una perdita di coscienza transitoria a causa della scarsa ossigenazione del cervello, ma anche si può soffrire di disorientamento e di non sapere dove siamo e dove stiamo andando. Se la perdita di coscienza è permanente, è che siamo di fronte ad un arresto cardiaco.
  6. Stiamo soffrendo di vertigini, sudore freddo, mal di testa: a causa di intasamento della vena o un’arteria e la pompa successivi al cuore, il sistema circolatorio vedere innescato la sua pressione sanguigna a valori ben al di sopra del normale, superando addirittura il 180/110 mmHg. Quali l’ipertensione può causare vertigini, sudorazione fredda, e mal di testa.
  7. Soffrire di nausea e vomitoma un sacco di attenzione perché nel caso delle donne, ciò che è noto come infarto femminile, questi effetti di ipertensione è di solito aggiunto nausea, e vomito. È importante notare che il rischio di un ictus colpisce ugualmente entrambi i sessi, ma il recupero totale è meno di successo nel caso delle donne.

Se non si vuole perdere qualsiasi dei nostri articoli, iscriviti alla nostra newsletter