Sette lavoratori spagnoli che stanno rivoluzionando il mondo del torrone

Sette lavoratori spagnoli che stanno rivoluzionando il mondo del torrone

Il Levante spagnolo non può negare l’influenza che Al-Andalus ha avuto sulla sua eredità pasticceraAd Alicante, specialmente a Jijona, il torrone e il marzapane con mandorle di marcona, zucchero e miele iniziarono ad essere prodotti intorno al XV secolo.

Non sorprende quindi che quelli di Jijona e Alicante siano ancora i più autentici. Ma l’innovazione gastronomica ha raggiunto anche il torrone artigianale e, al di là delle varietà più commerciali, i maestri torronai hanno iniziato a creare squisite ricette che vengono vendute nei bar tagliati nelle migliori pasticcerie. Ne abbiamo selezionati alcuni per voi in 7 località di diversi punti cardinali della geografia spagnola.

1. Operaio di Enrique Garrigós Monerris

I maestri torronai di Jijón, la famiglia Garrigós Monerris si è unito a Martín Berasategui in un progetto. Sul loro sito web spiegano che “la Cucina Giovane Basca e la tradizione di Jijona si fondono e ci offrono qualcosa di fuori dal comune. Artigianato, una lunga tradizione commerciale, le migliori materie prime, tipiche di una sana dieta mediterranea”. E lo fanno in una gamma che comprende il classico turrón de Jijona, turrón de Alicante, torta de turrón de Alicante, turrón de yema tostada e un delizioso cioccolato con mandorle.

2. Turrone José Garrigós

Oltre ai torroni tradizionali riconosciuti dall’IGP che, dal 1890, vengono prodotti e venduti in occasione di fiere, sagre e feste locali. Porrats dalla geografia spagnola, essendo il suo principale punto vendita la Plaza Mayor di Roma. Turrones José Garrigós, una rinomata azienda di Jijona il cui presidente era anche presidente dell’IGP, fa torroni di arachidi e cioccolato, senza zucchero aggiunto e, le più originali, quelle della panetteria, “la cui realizzazione è a base di marzapane”, come quella del tuorlo naturale e del tuorlo tostato, ma con sapori all’arancia, crema con noci, cocco, pistacchio, brownie, frutta o della neve.

3. Monerris

È anche un lignaggio di Jijón ma è stata fondata a Santander nel 1893 e attualmente ha due stabilimenti dove vende torrone di 14 sapori diversi in compresse da 500 g e 300 g, croccante al cioccolato, cocco e mandorleLa pietra, il cioccolato bianco, la frutta e il marzapane, oltre al pane di Cadice, le statuette di marzapane e i dolci di tuorlo o di gloria. Le vendono anche sul loro sito web.

4. Torrons Vicens

È stata fondata nel 1775 e continuano con il torrone di stile Agramunt (Lleida), ma oggi il Maestro Torrone Àngel Velasco si è unito al pasticcere Albert Adrià e hanno rivoluzionato il mondo del torrone con sapori incredibili come la birra IneditQuella con mandorla, pistacchio e sale, quella con tiramisù, la mandorla cremosa, macadamia caramellata e cioccolato; quella con cioccolato e churros, quella con mojito o piña colada, quella con curry e fragola, quella con il formaggio La Seu d’Urgell o quella con il tè matcha, tra tante altre deliziose follie. È possibile acquistarli sul loro sito web.

5. Rafa Gorrotxategi

Un altro progetto, questa volta dai Paesi Baschi, viene portato avanti da questa terza generazione di pasticceri di Gorrotxaegi, che ha preparato così tanto a livello internazionale che ora può lanciare turróns nella categoria dell’alta cucina. Attenzione ai sapori del latte di pecora latxa, cioccolato con mandorle e stevia, tartufo bianco con macadamia e yuzuIl cioccolato è composto da una miscela di cioccolato, Rubino con mandorle marcona, ribes rosso e fragole, tuorlo d’uovo con arancia e fiori d’arancio, tartufo con yogurt e ribes rosso o cioccolato cappuccino.

6. Farinarium Worker

In Galizia spicca l’Obrador Farinarium, in particolare ad A Coruña, dove si sono aggiunti fino a otto diversi sapori ai classici del tuorlo e del torrone tenero, generazione dopo generazione, come il tartufo o, il più popolare, del pralina alla mandorla o alla nocciola. Il meccanismo, quello di tutta la vita: tostano le mandorle o le nocciole al forno, le rifiniscono e le mescolano con noci e zucchero, aggiungendo cioccolato o gli ingredienti con cui vogliono sorprendere nelle loro enormi tavolette.

7. San Onofre

San Onofre è uno dei migliori laboratori artigianali di Roma, meravigliosi i suoi torroni fatti in modo tradizionale e artigianale di cappuccino, cocco con noce, cocco e cioccolato, marrone glacé, arancia con pinoli, crema e noce, pane di Cadice, pralina di nocciole, pralina di cioccolato, tartufo e pistacchio, tartufo e pinoli… O i torroni Gran Selección, fatti di cioccolato al latte e fragola, cioccolato e lampone, liquore alla fragola, cioccolato e pera, dulce de leche e Guianduja.

Se non volete perdervi nessuno dei nostri articoli, iscriviti alla nostra newsletter

Controlla anche

Sette menu súpersencillos di cottura per vivacizzare la seconda settimana

Sette menu súpersencillos di cottura per vivacizzare la seconda settimana

Continuiamo con la corsa dei tori tirando la creatività degli chef Branly Coy per non …

Sei pro e cinque contro dell'aspirapolvere

Sei pro e cinque contro dell’aspirapolvere

A seguito dell’articolo Tre must per entrare nella cucina del 21° secoloin cui abbiamo presentato, …

Rimozione dello stampo da un muro a secco

Rimozione dello stampo da un muro a secco

Simona, lettore e partner di avnotizie.it, ci scrive spiegandoci il seguente problemaHo una stanza in …