Sette cibi 'peccaminoso' a cui non devi rinunciare

Sette cibi 'peccaminoso' a cui non devi rinunciare

Questi non sono i prodotti che vedrete pubblicizzati in TV da una donna magra e sana che vi sorride dalla sua maturità confortante; né sono i classici associati ai giovani con muscoli marcati, barba ben tagliata e un cowboy aderente. Sono più come discreto ‘dannato’.Lei è uno di quelli che pensa: “Ma questo, non è ingrassare?” quando qualcuno le dice di avere delle virtù.

Eppure li avete: fornire elementi alla vostra dieta che non sono presenti in altri prodottiCiò è particolarmente vero per i minerali e le vitamine, ma anche per le fibre e gli acidi grassi essenziali. Dovrebbe essere chiaro che questo articolo non raccomanda di abusarneSi parla della convenienza di includerli in una dieta varia e di un’assunzione moderata.

1. Avocado

L’avocado è un frutto raro perché invece di fornire zuccheri la sua principale fonte di calorie è il grasso, rispetto a quelli monoinsaturi come acido oleicoÈ la stessa cosa che avviene per l’olio d’oliva, che è coinvolto nei livelli di “colesterolo buono o HDL”, che è quello che raggiunge le cellule per il consumo, evitando la deposizione nelle arterie.

È anche ricco di potassio – previene i crampi mantenendo il tono muscolare – e magnesio e a basso contenuto di sodio. Fornisce anche pro-vitamina A o beta-carotene, vitamina E -migliora il sistema cardiovascolare- e diverse vitamine del gruppo B come la B6 o la piridossina, importanti per il mantenimento del sistema nervoso.

2. Banana

È un altro frutto particolare per la sua consistenza e per l’alto contenuto di carboidrati, non di grassi, che gli mancano. Tuttavia, come l’avocado, fornisce un grande contributo energetico immediato per chi si accinge a praticare uno sport intensivo, oltre a potassioche aiuta a mantenere il tono e la contrazione muscolare.

Ha anche la fibra, sempre necessaria, e con un effetto lassativo. D’altra parte, quando è matura, fornisce sostanze astringenti che possono aiutare le persone con diarrea. Nel campo delle vitamine, fornisce la provitamina A, la vitamina C e la acido folicoQuesto è essenziale per prevenire l’anemia.

3. Formaggi

I formaggi sono molto grassi, è vero, soprattutto nei grassi saturi di origine animale, quindi è importante non abusarne. Ma questo non significa che io conosca un cibo da cui fuggire, al contrario: sono molto ricchi di proteine di alta qualità e ci forniscono numerose vitamine, come l’importantissima vitamina Dil K2 o il retinolo. Ci forniscono anche calcio e zinco.

4. Budino nero di Burgos

Il sanguinaccio è un alimento a base di sangue animale, quindi è ricco di ferro e zincocosì come alto in proteine e relativamente basso in calorie. Quando è di Burgos, poiché contiene riso misto, aggiunge questo importante contributo calorico del cereale, ma è comunque una combinazione molto completa per le persone attive e per chi pratica sport regolarmente. Se il riso è marrone, un paio di fette di sanguinaccio possono funzionare come un piatto unico, con fibre incluse.

5. Pancetta e uova

Sì, il classico classe operaia e l’industria marittima del Marina reale sembra che al primo morso lasci il sangue trasformato in pasta da gioco, ma oltre a un sacco di grasso contiene molti elementi preziosi, soprattutto vitamine e proteine di alta qualità.

Inoltre, il colesterolo dell’uovo, oltre ad essere buono, è stato escluso come responsabile di malattie coronariche e lo stesso vale per i grassi saturi nel bacon. Tuttavia, non è un buon candidato per essere la nostra “colazione quotidiana”, poiché ha molto sale oltre alle calorie. Ma non male per aver introdotto la varietà nella dieta.

6. Patate

Le patate, soprattutto se fritte, possono essere una bomba calorica, ma forniscono anche fibra vegetale e di potassiomagnesio, ferro e calcio. E’ nel campo delle vitamine che si distinguono maggiormente, in quanto ci forniscono Vitamina A,C, B12, D e B6. Pertanto, il classico piatto di fagiolini con patate non è solo gustoso e appetitoso in inverno, ma anche il più completo. Soprattutto se aggiungiamo qualche fetta di pancetta per fornire il grasso e le proteine.

7. Salmone affumicato al burro

Sembra una combinazione nutrizionalmente satanica. Ma se lasciamo da parte la quantità di grassi saturi che questo accompagnamento tostato fornisce e apprezziamo il suo contributo in vitamine – da parte del burro – e Acidi grassi Omega-3 -dal lato del salmone, si scopre che è un modo delizioso per integrare.

Gli acidi Omega-3 sono essenziali per la nostra fisiologia perché sono coinvolti in molteplici funzioni e riducono il rischio di malattie coronariche. Si ritiene inoltre che promuovano l’attività cerebrale e combattano i processi depressivi, anche se non esistono studi conclusivi al riguardo. D’altra parte, non possiamo farli da altre sostanze e dobbiamo ottenerle dal cibo, sia che si tratti di pesce oleoso, di alcune noci come le noci o di oli come il lino.

Se non vuoi perderti nessuno dei nostri articoli, iscriviti alla newsletter di ConsumerClear

Vi raccomandiamo anche voi:

Colesterolo cattivo: sei cose da mangiare e sei cose da moderare per tenerlo sotto controllo

Controlla anche

Rimozione dello stampo da un muro a secco

Rimozione dello stampo da un muro a secco

Simona, lettore e partner di avnotizie.it, ci scrive spiegandoci il seguente problemaHo una stanza in …

Dieci vini bianchi che vi faranno riconciliare con il DO Rioja

Dieci vini bianchi che vi faranno riconciliare con il DO Rioja

Forse crediamo che la DOC Rioja non possa più sorprenderci perché è quella che abbiamo …

Sette consigli per sapere dove e come mangiare i calçots se non si vive in Catalogna

Sette consigli per sapere dove e come mangiare i calçots se non si vive in Catalogna

Le Calçotadas sono una tradizionale e popolare celebrazione catalana che è diventata di moda in …