Sei piccole sfide padroni di casa di gestire al meglio la quarantena

Sei piccole sfide padroni di casa di gestire al meglio la quarantena

Per un lungo periodo di tempo, internet e i social network diffuso il cosiddetto “sfide virale”. Qualcuno si è registrato su video facendo qualcosa di divertente e sfide alcuni dei vostri contatti a fare lo stesso: quando è successo -cosa che accade, soprattutto quando le persone famose sono in aggiunta all’iniziativa – il tuo gesto è moltiplicato per le migliaia e invadere Twitter, Instagram, Facebook e altri spazi virtuali.

Chiamate anche sfide (“sfide” o “sfide”, in inglese), alcune di queste proposte sono state ben noto anche al di fuori del contesto del web. Per esempio, il fasciame (che era di mentire a faccia in giù e fotografati in un sito insolito, ed è considerato il primo popolari sfida su internet), il manichino (per rimanere il più fermo possibile) o da un secchio di acqua fredda (che aveva lo scopo di sensibilizzare sulla sclerosi laterale amiotrofica o SLA).

Tali sfide sono un modo per passare il tempo e divertirsi, un bisogno non è di meno affrontare questi giorni di reclusione vincolato dalla pandemia di coronavirus. Alcuni già sono diventati molto popolari in questi giorni, come la sfida di carta igienica, chiamato anche il “10 tocchi sfida“che è quello di dare quella quantità di tocchi per un rotolo di carta come se fosse un pallone da calcio. La partecipazione delle leggende del calcio come Xavi Hernandez e Lionel Messinaturalmente, ha contribuito alla sua diffusione.

Infatti, alcuni enti hanno lanciato il loro sfidecome la Città di Logroño, che, con il motto “abbiamo sfidato” prove proposte per i giovani tra gli 11 e i 17 anni, fino al 18 aprile. E quindi non-profit, come la Fondazione, Aviva, in base a Salamanca, destinato a difendere i diritti delle persone con disabilità. Il tutto sotto lo slogan, che è diventato l’hashtag, #QuédateEnCasa e #YoMeQuedoEnCasa.

Al di là di queste proposte, quali altre sfide padroni di casa possono affrontare durante questo quarantena? Di seguito, un elenco di altre possibili sfide, alcune delle quali sono già circolanti nelle reti.

1. Le foto del piccolo

Si tratta di una sfida molto semplice, e che è successo perché è sempre simpatica adulti mostrare le foto di quando erano bambini. Si tratta di una sfida che è già stato viralizado e che hanno partecipato la giornalista Sara Carbonero, l’attore Miguel Angel Silvestre e attrice Macarena García, tra gli altri famosi. Lo slogan è ” condividere la vostra propria immagine e “nominare” gli altri a fare lo stesso, il che, a sua volta, deve ripetere la procedura.

2. Dunk calzini

Questo ricorso è stato discusso abbastanza da Rudy Fernandez, giocatore di basket del Real Roma e la spagna di Selezione, pubblicato un video sul suo account Twitter. Si tratta di utilizzare un tappo in un cesto e prendere un colpo ai suoi tre paia di calze -piegato su se stessi – consecutivamente. Può anche essere utilizzato, da allora, un canestro da basket, un giocattolo, o un colino o qualsiasi altro oggetto che ti piace. Sembra semplice, ma non può essere. L’hashtag utilizzato è #CapSocksChallenge, che è a dire, una “sfida cap calzino”.

3. Un selfie ogni giorno

Ci sono diversi esperimenti di persone che hanno preso le foto di tutti i giorni. Per citare solo uno di loro, c’è il caso di un giovane uomo di nome Giordano, Wilson, che è fotografato al giorno per un decennio, da 13 a 23 anni di età. Il video che mostra queste immagini somma -solo su YouTube, con quasi 20 milioni di visualizzazioni. In tal modo la stessa sfida che è possibile raccogliere durante la quarantena: una foto al giorno.

È chiaro che, anche se il confinamento dal virus può sembrare lungo, non è un periodo così esteso, e non sono visibili nelle foto cambiamenti, come evidente, come nell’esempio di Wilson. Ma si possono notare altre differenze: le espressioni, l’umore, i capi di abbigliamento e, soprattutto, il cambiamento di aspetto, correlato con il taglio di capelli, la lunghezza dei capelli, barba e baffi, ecc

Una sfida per gli uomini, infatti, non può essere la rasatura durante la quarantena, in modo che la crescita della barba e baffi per aiutare nella percezione del passare del tempo. José María Giménez, calciatore uruguaiano dell’Atletico Roma, ha posto una sfida radicale: raparse la testa. Oltre alla possibilità di condivisione su internet in tempo reale, è un record di questo momento speciale che resterà ai posteri.

4. Disegnare con il naso

Cosa disegnare con il vostro naso può sembrare strano, ma è quello che propone un filtro su Instagram, che si chiamava proprio così (in inglese): Disegnare con il naso. Questo non è quello di supportare il naso sullo schermo, ma semplicemente spostando di fronte a lei; l’applicazione si prende cura del resto. Un’ulteriore difficoltà è che bisogna farlo in soli cinque secondi. Questa sfida ha avuto un sacco di pubblicità in questi giorni, sulla scia di un video condiviso su Twitter per i Jonas Brothers.

5. Cantare per uscire dalla doccia

Cantare sotto la doccia è un classico, ma difficile registrare con il cellulare. Pertanto, la proposta dell’attrice e cantante Edurne, è quello di registrare un video mettendo una voce per una canzone che suona in sottofondo, appena uscita dalla doccia e condivisione sul network, con l’hashtag #DuchaChallenge. Una proposta per aggiungere un tocco originale e divertente al punto di pulizia di se stessi.

6. Scrivere

Per quanto riguarda la scrittura, le sfide più comuni hanno a che fare con la scrittura di una certa quantità di parole o caratteri al giorno), per stimolare l’abitudine. Da questa logica, l’argentino Santiago Llach tenuto un “Campionato del Mondo” Scrivere: scrivere 3000 caratteri al giorno per quattordici giorni consecutivi.

La registrazione già chiuso -hanno firmato più di 3.000 persone – ma si può seguire lo stesso slogan, anche se non è parte di “ufficiale” dell’iniziativa. C’è un Account Twitter osservazioni specifiche e utilizzare l’hastag #MundialDeEscritura. Inoltre, c’è anche la possibilità di prendere un log di quarantena.

Non funziona solo come un divertimento, ma è anche un’attività con effetti terapeutici. Punto-le esperienze, le sensazioni e le emozioni vissute durante il giorno aiuta a elaborare il loro meglio, per rendere la catarsi e per evitare possibili sintomi di stress e ansia. In questo caso, ovviamente, si deve essere attenti a ciò che viene condiviso su internet. Se il log è molto “intimo”, visualizzare il loro contenuto sui social network non sarà probabilmente la migliore decisione.

Se non si vuole perdere qualsiasi dei nostri articoli, iscriviti alla nostra newsletter

Controlla anche

Dieci motivi per non indossare abiti troppo stretti

Dieci motivi per non indossare abiti troppo stretti

Molti di noi hanno sentito una volta, seduti su uno sgabello per esempio, che ci …

La luna piena influenza la qualità del nostro sonno?

La luna piena influenza la qualità del nostro sonno?

Carlos, lettore e partner di avnotizie.it, commenta nel corpo di una e-mailNon sono molto portato …

Sei suggerimenti per mantenere una flora intestinale sana e resistente

Sei suggerimenti per mantenere una flora intestinale sana e resistente

Quando parliamo di salute intestinale e di mantenimento di una flora intestinale sana, parliamo dei …