Sembra incredibile, ma dopo il lievito di birra e pane per fare toast, ora sono in via di esaurimento sugli scaffali il cosiddetto “latte di soia”. È interessante notare che, pur mantenendo la fornitura di altri tipi di bevande, verdure e latte di mucca, i cartoni di estratto di soia sono andati.

Ci è stato richiesto in un supermercato di El Corte Inglés, a plaza Catalunya a Barcellona a causa di questa forte domanda e ci hanno confermato che questa bevanda di soia (non legalmente può essere chiamato latte) si tratta di uno dei prodotti più richiesti su internet shoppingin modo che la maggior parte delle sostituzioni sugli scaffali deviata di questo canale di vendita.

Così se non si desidera trascorrere la Settimana Santa senza la nostra gamma di drink preferitoil meglio che possiamo fare è correre fuori al super angolo dal nostro tetrabrik prima di prendere il prossimo, o il prossimo, e hanno trascorso un week-end, dolcificare il caffè con latte di riso o di mandorle. O peggio…

Tuttavia, la buona notizia è che c’è sempre un piano B: fare il latte di soia in casa. Come vedremo, il processo è semplice e hai solo bisogno di una pentola di grandi dimensioni, mezzo chilo di semi secchi di semi di soia gialla, acqua e un colino cinese. Si può anche applicare un colino a normale e un panno pulito, senza il resto del sapone. Se fosse stato lavato in lavatrice, noi vi darà un paio di acqua prima dell’uso in modo che non interferisca con il gusto.

Processo per l’ottenimento di latte di soia

Il primo passo è quello di reidratare i semi. Per farlo abbiamo posto i semi nella pentola e riempitela di acqua per circa 24 ore. Volontà di cambiare l’acqua ogni sei o otto ore, in modo da avere eseguito l’eliminazione del residuo solido e la sporcizia che il seme può essere pubblicato, così come dei microrganismi. Si consiglia di utilizzare acqua in bottiglia da una molla per superare l’odore di cloro, ma in realtà, il cloro evapora da tre ore, in modo che non dare gusto all’acqua, inoltre siamo in grado di effettuare la sterilizzazione del futuro di soia bevanda.

Dopo un giorno, i semi sono reidratati e si tratterà non solo ammorbidito, ma sono stati dilatati a più che raddoppiare il suo volume; molti di loro avrà un aspetto rotto e con la pelle spenta. Lasciamo stare. Quello che dovremo fare è prendere circa la metà dei semi e mescolare con qualcosa di meno di mezzo litro di acqua.

Il beat è nel mixer o con il frullatore a immersione in una ciotola adatto per circa tre minuti. Noi faremo lo stesso con l’altra metà e si incontreranno le due parti in un unico contenitore, per esempio, la stessa pentola in cui ci aveva abituato ad idratare. Staremo a vedere che si forma una pasta biancastra e lattiginosa con ciuffi a causa della sospensione di particelle solide da schiacciamento.

Sarà il colino cinese su un nuovo contenitore e verteremos la pasta in bianco, raschiando con un cucchiaio di pareti per assicurarsi che tutto il liquido passa attraverso il filtro. Se non abbiamo colino cinese useremo il panno dell’aderenza prima citato, schiacciando la pasta con le nostre mani. Come risultato del confronto, si presuppone una pasta. Siamo in grado di lanciare la frazione organica o da sfruttare per fare il compost a casa per le nostre piante. Nel contenitore con il liquido bianco cast, che è il “pre-latte” di soia.

Per finire il processo herviremos il “pre-latte” per dieci minuti in una pentola grande abbastanza per non uscire e nel frattempo ci si passa più volte da filtro per rimuovere la schiuma che si forma in superficie. Alla fine dei dieci minuti si vede che si forma un tessuto simile a quello che è rimasto nel latte bollito, da alcune delle proteine denaturate. Il recesso. Il liquido a ebollizione il latte di soia finale.

Possiamo versare il tutto in una bottiglia e conservare in frigo una volta che è freddo, o una bevanda calda. Qualcuno aggiunge zucchero, miele o sciroppo d’acero d’agave, anche se è più consigliabile endulzarla naturali dolcificanti non calorici. Infine, per chiarire se si tratta con la massima igiene questa preparazione può durare in frigorifero fino a due settimane.

Se non si vuole perdere qualsiasi dei nostri articoli, iscriviti alla nostra newsletter