“È una meraviglia”. “Amo il fatto che tu non abbia la forma di un pene”. “Vi assicura l’orgasmo, e di qualità”. “A me mi ricorda di sesso orale.” “Sì, come ci si abitua ad esso, se poi si tocca con la mano o con il tuo partner sessuale, penso che ti costerà di più correrte”. Elena condivide un gruppo Whatsapp con alcuni amici: “Satisfyer”, un nome che allude al giocattolo del sesso femminile, che è stata la rabbia in Spagna negli ultimi mesi e a condividere le loro esperienze, i loro dubbi, le loro battute. Di dimensione maneggevole, facile da usare –un manico con una testa, e più velocità possibile, senza tutte le funzioni che hanno a che fare con la penetrazione e focalizzato sul clitoride, la Satisfyer ha messo sul tavolo qualcosa di semplice e complesso allo stesso tempo: il tabù della masturbazione e il piacere femminile, e la voglia di vincere -quasi la richiesta di diverse generazioni di donne hanno più orgasmi e più qualità.

Sessuologia femminista Mónica Quesada appreso della sua esistenza nella festa di compleanno di un amico. “Ho pensato che dovevo diventare obsoleti”, ricorda ironico, “ma quello che mi ha colpito di più è stata la naturalezza con cui era in palio un giocattolo del sesso”. “E’ improvvisamente creato uno spazio in cui le donne chi c’era iniziato a parlare di loro la masturbazione come qualcosa di assolutamente normale”. Quesada, che vede nel Satisfyer un passo in avanti: perché è rompere il silenzio sulla masturbazione femminile e mettere l’accento sul piacere delle donne, ma anche perché è un giocattolo “molto concentrati sul divertimento” che cerca di fornire sensazioni diverse, al di là del rapporto sessuale.

Un altro sessuologo, Maria Torres di Ars Erotica, ritiene che il Satisfyer è al di fuori della solita immagine di giocattoli del sesso e dimostra che c’è un altro modo per stimolare. “Fuga di design fallico e concentrarsi sul autoplacer fuori che è quasi rivoluzionario. Sembra che se c’è un pene, o qualcosa di simile che nel letto non c’è piacere e per rompere, che mi sembra molto positivo.” Il prodotto è inserito all’interno del cosiddetto “succhiare la clitoride”, anche se i sentimenti che poco hanno a che fare con un succhiare e per di più con un modo di masturbarsi è diverso.

Questa non è la prima volta che l’industria di progettazione di un dispositivo centrato il clitoride, ma il primo che rompe con questa forza. Gli amici che per dare ad ogni altro, i social network sono pieni di opinioni, le offerte invaso il web. Il tempo non sembra casuale: il femminismo è per le strade e, tra le altre cose, parla anche del corpo, e il piacere delle donne.

In compagnia Platanomelón, di cui uno vende il prodotto in Spagna, hanno una chiara relazione tra l’esplosione di Satisfyer e il movimento. “C’è stato un cambiamento sociale è molto importante negli ultimi cinque anni. Credo senza dubbio che questo ha influenzato le vendite. Le donne sono più aperti a parlare dell’argomento, e non ci sono più desiderosi di provare, anche se ci sono ancora tabù”, spiega il direttore di marketingKimi Yamada. Anche se il giocattolo si prende la vendita di un paio di anni fa, fu a partire dal 2018, quando hanno notato che le loro vendite è cresciuto, al punto di dover fare “sforzi” per evitare l’esaurimento delle scorte. Il marchio di giocattoli erotici commercializzati molti altri prodotti e molti di loro vendono sacco –due di loro “stelle” sono un ‘proiettile’ vibratore per zone erogene e ‘Luca’, un vibratore con effetto calore– ma il Satisfyer, è che, con la differenza, più impatto sociale sta avendo.

“Il clitoride è molto sconosciuto e invisibilizado. Ci sono sempre stati giochi dedicati solo al clitoride, ma il contesto sociale in cui viviamo ha un sacco di rilevanza in quello che sta succedendo. Ora più visibile e stiamo parlando di il piacere del clitoride. C’è qualcosa che non va che era improbabile, prima, e per le donne, per condividere con naturalezza una foto del tuo vibe”, spiega Monica Branni, sessuologo, che lavora per Platanomelón.

Se hai già avuto giocattoli focalizzata sul clitoride, farlo c’è qualche novità nel prodotto? La risposta è nella tecnologia, nuovi, che stimola attraverso le onde e non tramite il contatto diretto. “Le sensazioni sono diverse, generare queste onde intorno al clitoride e quindi le sensazioni sono più coinvolgente e completa. Sono sequenze di tasti e che rende il piacere più completo e non in modo localizzato,” dice Branni. La società gestisce anche i dati. Per esempio, l ‘ 83% delle donne che utilizzano per raggiungere l’orgasmo in meno di due minuti. E questo è solo il punto di partenza di una delle controversie Satisfyer. Quello che stiamo cercando per il piacere veloce?Come la pressione le donne hanno orgasmi a tempo di record?, Può generare frustrazione quando il piacere e l’orgasmo venire in un modo diverso e ad un tasso diverso?

Il terapista del sesso Monica Quesada appuntamento per un altro, Tina Sanz, per parlare di due modelli di sessualità: il piacere globalizzata “in cui tutto prende tempo” e il piacere genitalizado “più veloce”. “È stata di solito associati con le prime donne e il secondo gli uomini. L’idea è che siamo in grado di esplorare sia. Il problema è quando uno diventa la regola”. Maria Torres porta qualcosa di simile a: “Utilizzato per il corpo di un orgasmo forte in due minuti e magari poi in un incontro tutto richiede più tempo. Riceviamo molte domande su questo, ci sono donne che se non arrivano così in fretta pensano di avere un problema. Dobbiamo essere chiaro che l’obiettivo è sempre il divertimento, il piacere, la conoscenza di sé. Che non è necessario sostituire il tempo che dedichiamo alla scoperta di altri spazi o altri modi di avere il piacere”.

Il proprio marchio di giocattoli erotici Platanomelón scoraggia il Satisfyer per le donne che non hanno familiarità con la masturbazione e con il proprio corpo. “Si è messo lì e funziona da solo, da poco gioco, l’esplorazione di sé e scoprire che ci sono altri modi di generare piacere. Una persona con più bagaglio che si può prendere vantaggio di più, ma il giocattolo del sesso non è destinato a sostituire il piacere che si può ottenere da soli o con altre persone”, dice il sessuologo del negozio, Monica Branni.

Orgasmi assicurato

Le opinioni delle donne che lo usano d’accordo su diversi punti: la velocità non è importante, piuttosto la qualità della sensazione. E l’orgasmo è assicurato. “Smi sei mezzo morto, lo metti in alto e fa il suo effetto, non c’è bisogno di più se non vuoi, non devi fare nessuno sforzo”, dice Sara, che sta rapidamente che cosa proprio non piace e che è stato scoperto che il dispositivo è in grado di dare piacere sui capezzoli o sul glande. “Dicono che è un giocattolo di sesso femminile, ma penso che anche gli uomini possono godere. Oh, e si confondono, ogni giorno, quando si e ti tocca con la mano, o si sta con un partner sessuale andando a costare molto di più a raggiungere l’orgasmo”.

Per Inma, la chiave non è in fast: “Quello che vogliamo sono orgasmi assicurato e la qualità e confrontato con altri vibratori, questo non ha mancato di me, mai.” La differenza con gli altri giocattoli che avete usato è egli, inoltre, sottolinea: “nel movimento da attaccante”. “Mi piace, non per la velocità, ma in modo piacevole, perché è del clitoride”.

Il Satisfyer, o altri giocattoli del sesso anche rompere gli schemi in coppie. “Essere in coppia non è sempre facile, c’è come una sorta di minaccia per alcuni uomini, perché impariamo che il pene è colui che dà il piacere e se non è quello che dà il pene, poi ciò che è la mascolinità?”, riflette il terapista del sesso Monica Quesada. Torre menziona anche che “minaccia” sentito da alcuni uomini, che vedere il dispositivo come una sorta di “concorrenza sessuale”. “Hanno il piacere praticamente assicurato, noi due dobbiamo cercarlo più, o dare ulteriori spiegazioni. Ma questo non la quantità di orgasmi, e in quanto tempo, ma dal piacere e di non dimenticare che l’erotismo va oltre l’orgasmo genitale e le relazioni di reciprocità.”

Quesada conclude che tutto è di parlare e di infrangere i tabù, aiuta.”Ma ho paura di restare nel marketing e ci dimentichiamo che con quello che abbiamo, con il nostro corpo, possiamo già godere”. Torre sottolinea che questa “esplosione” dell’azienda è di aiutare le donne a conoscere meglio ciò che si desidera e ciò che essi sono in grado di sentire. “Le donne si sentono che è giunto il momento che tocco godere.”