Le varie definizioni di salume ci rimandano a qualsiasi carne o pesceFarcite o no, che, una volta arrostite o cotte, si mangiano fredde e tagliate a fette sottili. Sicuramente quello che abbiamo visto di più nelle nostre salumerie sono quei prodotti a base di carne che agglomerano un misto di carne macinata, sia muscolare che viscerale, maiale, manzo, cinghiale o pollame.

Ma ogni volta che possiamo trovare più varianti e più specialità gastronomiche, con la frutta secca, con un po ‘di frutta disidratata o candita, con foie e tartufo, con funghi o carote, o qualunque cosa ti venga in mente per mettere per strada il macellaio o il produttore artigianale, come quelli che abbiamo provato dalla Fattoria Viader Xuclá, 4 di Barcellona.

Qui vogliamo scoprirne alcuni che sono buonissimi per gli antipasti delle feste natalizie e incoraggiarti che, se non li trovi nelle gastronomie o nelle bancarelle specializzate in salumi e salumi più gourmet della tua zona, ti azzardi a farli a casa per intrattenere la famiglia.

La votazione È una ricetta di origine francese che significa confezione perché, in fondo, quello che si fa è riempire un intero pezzo di carne (soprattutto pollame) o pesce, pulito di ossa o spine, con “una finta” di altre carni o pesce e crostacei, insieme a verdure, erbe aromatiche, ecc. per dargli più sostanza.

Una volta che il pezzo è ben arrotolato e legato, viene cotto sulla griglia o al forno. Può essere consumato sia caldo che freddo, e anche con sugo. Un buon esempio è il cappone arrosto con pesche e nocciole, un bel contrasto.

Galantina È anche un salume di origine francese che parte dalla stessa premessa del ripieno di carne disossata, sia essa pollame o pesce, solo che viene pressata in una forma cilindrica e poi cotta a fuoco lento; ma viene servito freddo e ricoperto di gelatina, una sostanza gelatinosa e insipida che serve a sigillare l’elaborazione.

Ad esempio, il lombo della nonna ha pistacchio, uovo sodo, pepe e olive; e l’anatra arrosto di Penedes con prugne e pinoli è deliziosa perché ha tracce di paté di fegato d’anatra.

L’aspic, che in latino significava lavanda, è di per sé un’altra elaborazione culinaria che può essere presentata ripiena di piccoli pezzi di verdura, frutta, frutti di mare, salsicce, foie gras, carni, ecc. Il ripieno viene prima preparato e poi ricoperto con la gelatina bollita con brodo di carne o pesce per dargli un po ‘di sapore. Quando si raffredda in frigorifero, i salumi sono pronti per essere sformati. Affettato, è il più colorato.

La Sülze o formaggio di testa È un tipo di aspic tedesco tipico con carne di testa di maiale o vitello, che viene farcito con altre parti dei visceri o delle cosce e viene condito con noce moscata, pepe, cipolla, alloro e sale, tra le altre possibilità. C’è una crescente varietà di otturazioni all’interno di questi blocchi gelatinosi trasparenti.

Testa di cinghiale Sarebbe l’equivalente che abbiamo in Spagna a quel formaggio di testa, abbastanza tipico soprattutto nei Pirenei aragonesi e catalani (berretto di senglar) fin dal Medioevo. Anche se la cosa curiosa è che si tratta di un salume fatto con alcune parti della testa del maiale (non il cinghiale), cioè orecchio, muso, labbro e lingua, tutti molto puliti, disossati, macerati e strutturati in modo tale Approfitta della gelatina naturale delle frattaglie, senza additivi artificiali.

Le terrine di manzo Sono anch’essi della famiglia dei salumi e sono fatti cuocendo in pentole di terra cotta una buona miscela di pesce, carne, organi o verdure, da cui ovviamente il loro nome. Come vedrai aprendo una lattina di terrina di foie, così tipica a Natale come antipasto, vengono ricoperte da uno strato di grasso che è essenziale affinché il prodotto mantenga la sua umidità e consistenza. Osi con questa terrina di carne, foie e tartufo? Se decidi di farlo da solo in casa, preparalo due giorni prima del pranzo di Natale di turno, in modo che sia ben coagulato, perché si mangia sempre freddo.

Salumi di pollame al tartufo: Questa è una delle ricette più comuni a Natale e la potete trovare a base di tacchino o tacchino tartufato, pollo, fagiano o pollo, anche con i porcini, in confezioni di marche note o in elaborazioni artigianali di macellai.

Dalla Fattoria Viader abbiamo assaggiato il pintada (faraona) con tartufo e pistacchio, ma arrivano nuove proposte come il tacchino arrosto al tartufo. Ora, se stai cucinando, puoi anche seguire questa ricetta di salumi di tacchino al tartufo e sorprendere i tuoi familiari con la tua arte culinaria.

Se non vuoi perdere nessuno dei nostri articoli, iscriviti alle nostre newsletter