Quando si tratta di mangiare, in Spagna si tende ad andare un po ‘tardi: mangiamo verso le tre, ceniamo dalle nove di sera e andiamo a letto non prima delle undici (la nostra prima serata televisiva è dalle dieci di sera all’una di mattina, il che ritarda il nostro tempo per andare a dormire perché la televisione è molto legati alle nostre abitudini di sonno).

Troppo tardi tutto se si considerano alcune delle ultime ricerche sugli effetti dei pasti e sulla salute. Il nostro corpo ha ritmi circadiani che influenzano la nostra digestione, il metabolismo e il sistema ormonale.

Non è quindi esagerato pensare che i tempi dei pasti possano influenzare il la risposta del corpo al cibo. Perché, se ritardiamo l’ora di cena, ritardiamo anche l’andare a letto.

Il modo in cui scegliamo quando mangiare potrebbe avere un impatto importante sulla perdita di peso. “Colazione da re, pranzo da principe e cena da povero” è un’espressione che parla direttamente della relazione tra ciò che è noto come cronobiologia e il modo in cui dovremmo mangiare.

A seconda dell’ora del giorno, gli ormoni metabolizzano meglio alcuni nutrienti, qualcosa da tenere a mente quando si cerca di mantenere un peso adeguato. Sì, alcune ricerche lo rivelano cenare finché c’è ancora luce Il solare (cosa molto difficile in questo periodo dell’anno), offre chiari vantaggi.

Il tempo che mangiamo può avere la stessa importanza o lo stesso delle calorie che mangiamo, quindi può svolgere un ruolo importante nell’aumento di peso. Lo dimostra una ricerca pubblicata sul Journal of Clinical Endocrinology and Metabolism della Endocrine Society, secondo la quale la cena tardiva è associata ad aumento di peso e alti livelli di zucchero nel sangue.

Secondo questa ricerca, i livelli di zucchero nel sangue lo sono 20% in più e la quantità di grasso bruciato è inferiore del 10% quando si cena tardi (intorno alle 22:00), rispetto alle persone che cenano prima (intorno alle 19:00).

Fino ad ora, la ricerca su dieta e cancro si è concentrata sui modelli dietetici (se si consumano carne rossa, frutta o verdura, ecc.), Ma nessuna attenzione è stata prestata ad altri fattori relativi ai tempi e alle attività dei pasti che vengono eseguiti prima e dopo.

In una ricerca condotta da esperti del Milán Institute of Global Health e pubblicata sull’International Cancer Review, i ricercatori hanno scoperto che le persone che cenano prima delle nove di sera, o quelle che aspettano almeno due ore tra un pasto e l’altro dormire, avere 20% di probabilità in meno di sviluppare il cancro al seno o alla prostata.

Sebbene i responsabili dello studio ammettano che sono necessari più studi per determinare la ragione di questa relazione, ciò che capiscono è che tutto punta a l’ora di andare a letto influisce alla capacità di metabolizzare il cibo.

Il cibo e il sonno lo sono direttamente correlato perché gli ingredienti sono necessari per sintetizzare i diversi neurotrasmettitori coinvolti nella veglia e nel sonno. La Spanish Sleep Society (SES) raccomanda, per dormire bene:

La cena anticipata (“cena per mattinieri”) è un termine che si riferisce a una tendenza gastronomica in cui i ristoranti offrono ai propri clienti la possibilità di cenare prima dell’orario tradizionale. Azioni come questa potrebbero diventare un’opzione più salutare per mangiare in un ristorante.

Se non vuoi perdere nessuno dei nostri articoli, iscriviti alle nostre newsletter