Questi sono i nove oggetti più sporchi della tua casa (e alcuni vanno a bocca)

Questi sono i nove oggetti più sporchi della tua casa (e alcuni vanno a bocca)

La maggior parte delle persone sono spesso confuse sul rapporto tra sporcizia, germi, pulizia e igiene. Secondo un sondaggio della Royal Society for Public Health (RSPH), mentre l’igiene è ben compresa, la periodicità e i luoghi più critici non sono così ben compresi. Secondo la ricerca, il 23% degli intervistati ritiene che i bambini dovrebbero essere esposti ai germi per sviluppare il proprio sistema immunitario. Tuttavia, gli esperti ammettono che questa è una “credenza parzialmente errata” che potrebbe portare all’esposizione ad alcune infezioni pericolose.

Quando parliamo di germi intendiamo quei minuscoli organismi che sono ovunque e includono varie specie di batteri e virus. Possono accumularsi facilmente, ma possono essere rimossi. Per gli esperti, è importante concentrarsi sulla pulizia di aree specifiche della casa in momenti specifici. Questo è ciò che chiamano igiene specifica.

Il ‘dirty nine’: le cose che richiedono la maggior igiene

Non tutte le camere della casa sono le stesse quando si parla di sporcizia (o pulizia). Alcune aree sono di solito più inquinate di altre. Spesso abbiamo idee sbagliate su dove la più alta concentrazione di germi si trova spesso a casa. Uno di loro è pensare che il bagno è il posto più sporco della casa quando, infatti, la cucina ha più germi.

Lo studio Dirtyest Places in the Home, condotto dalla National Health Foundation (NSF), ha rilevato batteri coliformi (tra cui Salmonella sp. e E.coli) in:

  1. Più di 75% di spugne da cucina e pastiglie perlustro : sono un buon posto per i batteri perché sono bagnati e a contatto con scarti di cibo. Le alte temperature uccidono la Salmonella e gli E.coli che si nascondono all’interno, quindi alcuni suggeriscono che metterli nel forno a microonde può essere efficace nel rimuoverli.
  2. In 45% dei lavandini da cucina: questi sono considerati contenere più batteri fecali rispetto alla ciotola del water perché, anche se un gabinetto è di solito disinfettato regolarmente, lo stesso non viene fatto con i lavandini, a contatto continuo con detriti cibo e acqua.
  3. Nel 32% dei piani di lavoro della cucinadove il cibo è gestito.
  4. Nel 18% dei taglieri: sono spesso trattati con carne cruda e altri prodotti freschi, che possono essere trasportati da E.coli e Salmonella. Si consiglia di lavarli dopo ogni uso con sapone e acqua calda.
  5. Il caheteras sono i depositi scuri e umidi perfetti per la proliferazione di microrganismi. Il 50% dei serbatoi testati aveva muffe e lieviti e 9% batteri coliformi.

Anche altre aree contaminate da batteri coliformi sono:

  1. Spazzolini da denti e vasi in cui sono conservati: uno spazzolino da denti può contenere fino a cinque germi, tra cui il virus dell’influenza, secondo uno studio del Università dell’Arkansas, che sostiene che ci possono essere “fino a 1,2 milioni di batteri” stafilocca, E.coli, funghi lievito e streptococco tovirus. Tuttavia, dicono gli esperti, è improbabile che il pennello ci faccia ammalare. Il problema sta nel modo e nel punto in cui vengono conservati i pennelli. Di solito sono in bagno, in bicchieri che si trovano vicino alla toilette. Gli esperti associano l’inquinamento con la vicinanza dei vasi alla toilette dopo aver rilevato batteri intestinali e persino germi fecali. Per ridurre la contaminazione, gli esperti consigliano di lavarsi le mani prima e dopo la spazzolatura; cambiarlo ogni tre mesi o dopo che sei stato malato; alternare due spazzole per assicurarci di usarlo completamente asciutto; conservare lontano dalla toilette o risciacquare accuratamente con acqua calda dopo l’uso.
  2. Rubinetti da bagno, vasche da bagno e gomme della lavatrice: il biofilm, uno strato trasparente formato dall’accumulo di diversi batteri ad alta potenza inquinante, di solito appare in queste aree.
  3. Giocattoli e contenitori per alimenti per animali domestici: Lo studio NSF ha scoperto che il 23% dei giocattoli per animali domestici ospita noto stafilococchi potenzialmente pericolosi, la più alta percentuale di tutti gli articoli per la casa studiati. Lieviti e funghi sono presenti nel 55% dei giocattoli.
  4. Computer e telecomandi: Il telecomando è un oggetto che di solito viene gestito, anche da più di una persona, spesso con le mani sporche e anche quando siamo malati.

Come si diffondono i germi?

In generale, gli ambienti caldi e umidi tendono ad essere un terreno fertile per i germi, che si diffondono in tre modi: da persona a persona, da persona a superficie e superficie a persona. Un aspetto che influenza il modo in cui si propagano è il tipo di superficie. Batteri e muffe, ad esempio, preferiscono ambienti caldi e umidi, come cuscinetti perlustri e depositi di caffè. Le superfici lisce e fredde, d’altra parte, hanno meno germi.

Anche le abitudini di vita svolgono un ruolo importante nella diffusione dei batteri. Se prepariamo il cibo su un tagliere e non lo laviamo, allora può portare i batteri a diffondersi rapidamente. Va notato che i germi possono rimanere nel legno bagnato e poi crescere in esso. Il lavaggio delle mani e la pulizia regolare della casa sono due dei modi migliori per prevenire il contagio.

D’altra parte, non è lo stesso pulito come disinfezione e questi termini sono spesso abusati per parlare della stessa cosa. La pulizia si riferisce alla rimozione di sporcizia, detriti o materiali indesiderati. Al contrario, l’igiene si concentra sulla prevenzione delle malattie eliminando i microrganismi che causano malattie.

È importante notare che ciò che sembra pulito non deve essere igienico[Rimuovendofisicamentelosporcol’areasembrapulita;mapuòospitareunsaccodimicrobiinvisibilichepossonoesseredannosiperlanostrasalutePertantoperrenderloigienicodovremodisinfettare

Se non volete perdervi nessuno dei nostri articoli, iscrivetevi alle nostre newsletter

Controlla anche

Gli otto segni che una riserva è in rovina

Gli otto segni che una riserva è in rovina

Il cibo in scatola è sempre stato associato con una buona opzione per avere cibo …

Trattamenti biologici per l'artrite e la psoriasi: quali sono i rischi?

Trattamenti biologici per l’artrite e la psoriasi: quali sono i rischi?

Di recente marneianci scritto ricordandoci la richiesta che ci ha fatto lo scorso giugno e …

I quattro grandi benefici della pigrizia, secondo la scienza

I quattro grandi benefici della pigrizia, secondo la scienza

La pigrizia ha cattiva stampa. Per molto tempo: il cristianesimo lo ha considerato uno dei …