Questi sono i motivi per cui non si dovrebbe bere un bicchiere d'acqua con limone a stomaco vuoto.

Questi sono i motivi per cui non si dovrebbe bere un bicchiere d’acqua con limone a stomaco vuoto.

Martín, partner e lettore di avnotizie.it, ci scrive il seguente testo in un’e-mail: “Anche se sembra un trola, la verità è che mi è stato detto da un amico di un amico: non appena ti alzi dovresti bere un bicchiere d’acqua calda con un quarto di limone spremuto. In teoria, i benefici sono: preparare il sistema digestivo per ricevere gli alimenti per la prima colazione, reidratare il corpo, prevenire l’aumento di peso, migliorare la qualità della pelle e altri. C’è davvero qualche beneficio in questa pratica? Cosa dice la scienza su questo mito che è più diffuso di quanto sembri?

Il mito ricorrente che un bicchiere d’acqua calda con del succo di limone a digiuno è una delle pratiche più salutari in circolazione. Secondo lui, l’acqua tiepida prepara il nostro stomaco a mangiare il cibooltre a stimolare l’intestino per migliorare l’adempimento delle sue funzioni fisiologiche. Il bicchiere d’acqua ci reidraterebbe anche dopo la perdita di liquidi per sudore durante la notte, soprattutto se dormiamo in ambienti molto asciutti a causa del riscaldamento o del condizionamento dell’aria.

Un altro vantaggio che viene maneggiato, in questo caso del limone, è che “purifica il corpo” e “lo alcalinizza”.come parte della dieta alcalina, e fornisce anche la vitamina C necessaria per il corretto funzionamento quotidiano. Inoltre, gli si attribuisce il potere saziante della fibra alimentare del limone, così come un contributo ricco di polifenoli che impediscono l’aumento di peso dei pasti della giornata, agendo come bruciatori di grasso e persino migliorare la pelle e prevenire il cancro.

L’unico vantaggio

Ma in realtà l’unico beneficio dimostrabile, ovviamente, di avere un bicchiere d’acqua calda appena sollevato è l’idratazione che l’acqua comportacon o senza limone, anche se lo stesso contributo può venire dalla tazza di caffè con latte, tè o qualsiasi altra infusione che beviamo. Il resto dei presunti benefici sono o trucchi o non sono stati scientificamente provati. Un esempio di trucco è quello di dire che il succo di limone “purifica l’organismo”, non solo perché è falso, ma anche per la vaghezza di parlare di “purificazioni del corpo”.

È anche falso che contribuisca ad aumentare il pH corporeo in accordo con la stravagante dieta alcalina, poiché implica un apporto di acido ascorbico che in prima istanza presenta un pH basso. Inoltre, non è saziante – vale a dire che non toglierà il nostro desiderio di mangiare molto – al di là del potere dell’acqua stessa perché il succo spremuto da un limone. manca di fibre vegetali a meno che non mangiamo la polpa più tardi.

E per quanto riguarda la polifenoliche si trovano principalmente nei pori della scorza di limone e che producono il forte odore caratteristico quando lo grattiamo, è vero che c’è uno studio che certifica che queste sostanze aiutano i topi a controllare il peso inibendo la formazione di grasso, ma nello stesso studio gli animali sono stati dati grandi quantità di loro, che sarebbe sproporzionato per noi.

Inoltre, se spremiamo un limone, questi oli non si fermeranno al succo a meno che non includiamo grattugiato come nei cocktail….. Infine, non è dimostrato che migliorano la qualità della nostra pelle né che stimolano la sintesi di collagene dermico; per quanto riguarda l’apporto di vitamina C, anche se è corretto, le quantità che contribuiscono. non coprono il minimo giornaliero90 mg/giorno negli uomini e 75 mg/giorno nelle donne. Altri prodotti come il kiwi, il peperoncino o il prezzemolo lo fanno.

Motivi per non prenderlo

Al contrario, ci sono molte ragioni più o meno potenti per non bere un bicchiere di acqua calda con succo di limone a stomaco vuoto. Il primo è che essendo un prodotto chiaramente acido, se abbiamo la tendenza a soffrire problemi di acidità o acidità. Abbiamo un’ulcera gastrica iniziale.possiamo accentuare questi problemi, dato il basso pH del succo. In questi casi si consiglia di assumere prodotti che non acidificano più la mucosa.

D’altra parte, quello che prendiamo è dopo tutto un succo di frutta più o meno diluito, ma con zuccheri liberi e senza fibre vegetali. E’ possibile che la quantità di zuccheri sia bassa e insignificante, ma se pensiamo che l’apporto di vitamine della stessa sia sufficiente almeno per la mattina, astenersi dal mangiare uno o più pezzi di frutta con la loro polpa, che sono ugualmente o più ricchi di vitamine e altre sostanze, hanno fibre sazianti e anche idratare noi.

Vale a dire che ci allontaneremo da quella che è considerata una dieta sana e ridurremo l’apporto di fibre in essa, privando la nostra flora intestinale, che sarà sicuramente impoverita, del suo cibo. Infine, bevendo un succo acido a stomaco vuoto, influiremo sui nostri denti, come lo sono gli acidi del limone. particolarmente corrosivo per lo smalto. Inoltre, è possibile che gli zuccheri contenuti nel succo servano come cibo per le nostre cavità.

Se non vuoi perderti nessuno dei nostri articoli, iscriviti alle nostre newsletter

Controlla anche

Come fare una vacanza per la videoconferenza per evitare la relegazione

Come fare una vacanza per la videoconferenza per evitare la relegazione

Avendo un compleanno, durante il corrente quarantena vincolato dalla pandemia coronavirus può essere un po …

Scrivere la poesia per affrontare la quarantena: consigli per i principianti

Scrivere la poesia per affrontare la quarantena: consigli per i principianti

È normale che i giorni di reclusione richiesti dalla pandemia coronavirus sono i loro effetti …

Quali farmaci sono stati studiati contro il coronavirus?

Quali farmaci sono stati studiati contro il coronavirus?

Il nuovo coronavirus, che ha ricevuto il nome di SARS-COV-2, è stato osservato per la …