Per noia, ansia o semplicemente per fare qualcosa, chi altro è stato meno tentato di fare uno spuntino tra i pasti. Un’indagine condotta dalla Società spagnola per lo studio dell’obesità (SEEDO) sull’abitudine che abbiamo di beccare tra le ore rivela che una persona su quattro con un peso normale ha questa abitudine mentre come tendenza si manifesta in una persona ogni due con obesità.

Secondo questi dati, quindi, il beccare è associato un’abitudine alimentare incontrollata e l’assunzione di prodotti molto energetici e dolci. Secondo gli esperti, una persona obesa può fare uno spuntino fino a 20 volte al giorno e opta sempre per cibi ad alto contenuto calorico.

Questa tendenza è esplosa durante questi mesi in cui è aumentato il numero di persone che telelavoro a causa di COVID-19. Per la Società Spagnola di Endocrinologia e Nutrizione (SEEN), “lavorare da casa sta cadendo nel becco e farlo spesso si traduce in violazioni dietetiche che avranno conseguenze indesiderabili “.

Alcune pratiche che tendiamo ad adottare nel comportamento alimentare, come saltare la colazione, consumare più dell’apporto energetico totale della giornata durante il pomeriggio e fare spuntini cibo malsano tra i pasti sono associati a effetti nocivi sulla salute.

Il taglio tra i pasti è associato a:

La Federazione spagnola della nutrizione suggerisce alcuni suggerimenti per smettere di fare spuntini tra i pasti sulla base dei risultati dello studio ANIBES, e lo fa in base non solo a ciò che mangiamo ma anche quando lo facciamo:

Se non vuoi perdere nessuno dei nostri articoli, iscriviti alle nostre newsletter