Come il virus ha ampliato, in modo da avere le stringhe di messaggi di testo, email e messaggi sui social network, in particolare sulla cosiddetta prova e le tecniche di prevenzione. La diffusione di informazioni errate sul nuovo coronavirus cresce come i casi confermati ogni giorno (gli ultimi dati del Ministero della Salute, di Consumo e di Benessere Sociale aumento di circa 40.000 casi confermati in Spagna fino al momento).

Questo può e spesso si verificano quando una malattia è nuovo e la scienza dietro di esso non è ancora chiaro. In alcuni casi le voci, in modo assurdo, sembra surreale, ma finiscono trasforma le persone più creduloni. E questo è ciò che sta accadendo con il COVID-19.

COVID-19, è in corso un’epidemia di voci?

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) è confutare attraverso i loro canali di informazione a tutti questi rumors. Una delle ultime iniziative dell’organizzazione in questo senso è stato quello di aprire un account in TikTok come parte di uno sforzo globale con il Centro Europeo per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie (L’ECDC) e di altre organizzazioni per la salute, per offrire informazioni affidabili e di provata sul coronavirus attraverso i social network.

L’obiettivo è quello di ridurre le informazioni errate che circolano online. Anche offre grafica e video informativi, in Instagram, Twitter o Facebook, in cui spiega i metodi di prevenzione del virus. Il lancio dell’account TikTok parte di CHI opera per fornire informazioni accurate. Ed è che le autorità sanitarie hanno trascorso le ultime settimane di scoppio, la lotta contro le false notizie su piattaforme diverse.

Alcuni di il false voci raccolti e confutato da CHIscreditato dalla scienza, sono:

1. Il moquitos può trasmettere il nuovo coronavirus

No. Il COVID-19 è un virus respiratorio che si diffonde attraverso il contatto con una persona infetta, attraverso minuscole goccioline respiratorie che sono prodotti dopo la tosse, gli starnuti, e se queste goccioline raggiungere una persona sana. Il virus può sopravvivere per diverse ore su superfici come tavoli. Non vi è alcuna prova finora, a confermare che questo nuovo virus può essere trasmesso attraverso le punture di zanzare. Attualmente, si stima che, in media, una persona infetta sarà infettare tra due e tre.

2. Spread a otto metri in linea d’aria

No. La voce che il coronavirus può raggiungere fino a otto metri dopo si starnutisce è falso. Piccole goccioline respiratorie sono troppo pesanti per la diffusione di grandi distanze. Come massima può raggiungere fino a un metro di distanza.

3. Il freddo o il caldo, acqua uccidere il virus

Non c’è motivo di pensare che l’acqua fredda o calda può uccidere il nuovo coronavirus. Le autorità sanitarie il giorno insistendo sul fatto che uno dei modi migliori per aiutare a proteggere contro il coronavirus è con il il lavaggio delle mani frequentemente con acqua e sapone o a base di alcool disinfettante per le mani. Questa misura consente di rimuovere qualsiasi virus che potrebbe essere in mano e, di conseguenza, riduce il rischio di infezione.

4. Il coronavirus è stato arrestato con tempo caldo

Un’altra idea sbagliata è che il coronavirus è stato arrestato con tempo caldo. Questo può verificarsi con il virus dell’influenza, che vive in condizioni di freddo, asciugare e tende a scomparire quando fa caldo. Ma è troppo presto per sapere se questo può valere anche per il nuovo virus. Ci sono ragioni per credere che questo non è sufficiente perché la COVID-19 si sta diffondendo in climi caldi, supportato dall’OMS.

5. Le maschere sono efficaci per proteggere la COVID-19

Se una persona è infetta, l’uso di maschere per il viso, chirurgico può ridurre il rischio di infettare altre persone, ma, secondo l’ECDC, “non vi è alcuna prova che la maschera di protezione prevenire efficacemente che una persona che si infettano con il virus.” Avverte anche che l’uso di maschere possono aumentare il rischio di infezione a causa di un falso senso di sicurezza e un maggior contatto tra le mani, gli occhi e la bocca.

6. Il virus che può uccidere con un asciuga mano

Gli essiccatori della mano non uccidere il COVID-19. Né le lampade a raggi ultravioletti per sterilizzare le mani sono efficaci; servire solo a soffrire di irritazione della pelle. Spruzzare il corpo con l’alcol non è di alcuna utilità se il virus è già entrato nel corpo. Dopo il lavaggio delle mani, le autorità sanitarie consigliano di asciugare bene le mani con la carta, un asciugamano per uso individuale o un essiccatore della mano.

7. Urina bambino protegge contro la diffusione del coronavirus

L’urina non uccidere né virus né i batteri, al contrario, può contenere piccole quantità di materiale, virale o batterica. Lavarsi le mani con l’urina bambino non protegge contro la novel coronavirus.

8. L’aglio previene l’infezione

Se è vero che l’aglio è un alimento a cui sono state attribuite proprietà antimicrobiche, non vi è alcuna prova o le prove che dimostrano che mangiare aglio può proteggere le persone contro il coronavirus. Né a qualsiasi altro cibo prevenire o combattere il coronavirus.

Cosa CHE si consiglia di seguire le raccomandazioni di base di igiene degli alimenti. “Si dovrebbe evitare il consumo di prodotti di origine animale crudi o poco cotti” e “la carne, il latte, o di organi di origine animale grezzo deve essere maneggiato con cura per evitare la cross-contaminazione con cibi non cotti”.

Europea per la Sicurezza Alimentare (L’EFSA) ricordiamo che, in base a precedenti esperienze di “focolai di coronavirus-correlati”, e tenuto conto che c’era la trasmissione attraverso il consumo di cibo, “attualmente non ci sono prove per suggerire che questo coronavirus è diverso”.

9. La polmonite colpo protegge contro il coronavirus

No. Il COVID-19 nuovo e diverso da altri virus che sono apparsi fino ad ora. Vaccinazioni con polmonite da pneumococco, per esempio, non ci protegge. È necessario sviluppare un vaccino specifico per combattere il coronavirus, qualcosa che è già al lavoro.

10. Gli antibiotici sono efficaci per curare l’infezione

No. Gli antibiotici agiscono contro i batteri, non contro i virus. Non devono essere utilizzati antibiotici per prevenire l’infezione o per il trattamento di esso. In alcuni casi di persone ricoverate possono essere somministrati antibiotici per infezioni non batteriche. Fino al momento in cui non esiste un trattamento specifico per il coronavirus. Quello che stai facendo è trattare i sintomi clinici, come la febbre o difficoltà di respirazione.

11. Risciacquare il naso con una soluzione salina e previene le infezioni

Alcune prove indicano che lavarae il naso regolarmente con una soluzione salina può aiutare il recupero dopo un raffreddore; inoltre, è una buona strategia per la lotta contro le allergie. Ma non è stato dimostrato che questa stessa pratica per prevenire le infezioni respiratorie.

12. Gli animali domestici possono trasmettere il coronavirus

Non vi è alcuna prova che né cani né gatti che presentano un rischio di infezione per le persone; non è stato dimostrato che si può prendere, né si può trasmettere alle persone. Potrebbero essere portatori di passività delle particelle del virus (pelle, naso, ecc) se è stato a contatto con persone infette. Come precauzione generale, si raccomanda di osservare i principi di base di igiene a contatto con gli animali.

Se non si vuole perdere qualsiasi dei nostri articoli, iscriviti alla nostra newsletter