Quattro trucchi per restituire i vestiti che si sono ridotti alla taglia iniziale

Quattro trucchi per restituire i vestiti che si sono ridotti alla taglia iniziale

Emma, lettore e partner di avnotizie.it, ci scrive in una e-mail la seguente richiestaNon sono molto bravo a gestire i programmi delle lavatrici, quindi spesso misuro male le temperature e finisco con le presse restringenti, soprattutto lana e cotone. E la stessa cosa mi succede a volte con l’asciugatrice, dove i vestiti di lana stanno con me per vestire le mie nipotine… Quindi la domanda è, visto che non imparerò mai a maneggiare le lavatrici e le asciugatrici – a 40 anni non ci sono ancora riuscita – se c’è un modo per slacciare i vestiti e quindi salvarli.

È vero che alcuni pensano che le lavatrici di oggi dovrebbero essere vendute insieme ad un corso di istruzione di almeno una settimana, ma non esageriamo; anche se hanno una vasta gamma di programmi, possiamo imparare a farle funzionare con questo Breve guida per chiarire con i programmi della lavatrice che abbiamo fatto due anni fa, ma è ancora molto presente nelle notizie.

Tuttavia, coloro che, come Emma, non sono in grado di prendere il controllo dei comandi dei loro apparecchi e cadono ripetutamente nel restringimento dei tessuti, sí sembra avere alcune soluzioni pratiche che possono riportare i loro capi se non al loro stato originale, almeno a misure accettabili che diminuiscano il disastro, soprattutto nel caso della lana, che è la fibra che si restringe di più.

Perché alcuni tessuti si restringono?

Il motivo del restringimento è da ricercarsi nel calore. Alcuni tessuti naturali di origine vegetale, come l’amido, o di origine animale, come la lana – questo non è il caso del lino o della seta, per esempio – possono essere sensibili al calore. Questo è che modifica la sua configurazione e struttura a determinate temperature. La ragione di ciò è che si creano molte cariche elettriche che legano le fibre tra loro in modo che il tessuto diventi meno elastico e soffice e più compatto e ricoperta, riducendo al tempo stesso le sue dimensioni.

Se a questo aggiungiamo l’effetto della rotazione del tamburo, e specialmente dalla centrifugazioneL’azione meccanica tende ad incastrare le fibre tra loro, quindi il restringimento sarà maggiore. Ecco perché a volte, nel caso di cotoni crudi senza una miscela di fibre sintetiche, si raccomanda non solo di lavarli a freddo, ma anche di evitare di filarli ad alta velocità. I nostri vestiti ci ringrazieranno.

Il punto è che sia nella lavatrice che nell’asciugatrice, la lana soffriràNon deve essere lavato a più di 30°C e mai centrifugato. Inoltre, non si dovrebbe mai andare in un’asciugatrice a meno che non abbia un programma speciale per l’asciugatura della lana e dei capi delicati. Inoltre, gli abiti 100% cotone non devono essere lavati a più di 30ºC, al massimo 40ºC, a meno che non si tratti di asciugamani e lenzuola, che possono essere trattati con un programma antibatterico, raggiungendo i 60-90ºC.

I miei vestiti si sono ristretti: cosa posso fare?

Ci sono diversi trucchi per cercare di riportare i vestiti al loro stato originale o almeno provare. Si basano su annullare i danni fisici e chimici causati dalle fibre del tessuto rimpicciolitee le altre due sono cotte e sparpagliate. Pertanto, il primo passo è quello di riuscire a sciogliere i nodi delle fibre e di farlo, niente di meglio che invertire il loro stato elettrico e fare in modo che invece di attrarsi a vicenda, le fibre si respingano a vicenda.

Per questo useremo un qualche tipo di tensioattivo anionico, che cambierà la carica elettrica delle fibre e le farà allontanare l’una dall’altra. Possiamo usare un ammorbidente commerciale o farcene uno fatto in casa, che sarà sempre molto più rispettoso dell’ambiente. All’indirizzo Come realizzare un ammorbidente per la casa sicuro ed ecologicovi abbiamo insegnato a farlo. Ecco quattro trucchi per sganciare i vestiti:

  1. Nel caso di maglioni misti, mettiamo l’indumento rimpicciolito in una ciotola, versando a litro di ammorbidente per quattro litri d’acqualasciandolo in ammollo per qualche ora. Poi la risciacqueremo e la stenderemo bagnata, in modo che si allungherà bene.
  2. Per le magliette e le polo con la miscela, possiamo mettere la pressa in un contenitore con acqua calda e un cucchiaio di shampoo per bambini. Un’altra opzione è con il balsamo per capelli [Come fare un balsamo per capelli ecologico a casa]. Questo trucco è molto efficace per i pantaloni.
  3. Un altro trucco è quello di bagnare l’indumento interessato con acqua, aceto e maschera per capelli. Sciogliamo questa miscela e mettiamo a bagno i vestiti per mezz’ora. Ideale per capi con un leggero restringimento, come magliette o camicie.
  4. In caso di lana e di forte restringimento, si consiglia di mettere l’indumento in un secchio di acqua calda con un cucchiaio di trementina, un cucchiaio di ammoniaca e due cucchiai di alcol a 90 gradi. Infine aggiungeremo qualche goccia di detersivo. Lasciamo il capo in ammollo per sei ore e poi risciacquiamo.

Se non volete perdervi nessuno dei nostri articoli, iscriviti alla nostra newsletter

Controlla anche

Come fare una frittata vegana (senza usare un solo uovo)

Come fare una frittata vegana (senza usare un solo uovo)

Susana, lettrice e partner di avnotizie.it ci dice in una e-mailUna mia amica vegana ha …

Cottura in lotti e cibo vero: come usare Instagram per mangiare più sano

Cottura in lotti e cibo vero: come usare Instagram per mangiare più sano

Essere buongustaio it una tendenza che si riflette nei social network come Pinterest o Instagramgallerie …

I dieci sanguinacci più popolari in Spagna

I dieci sanguinacci più popolari in Spagna

Il sanguinaccio è uno dei prodotti più gustosi del libro di ricette della patria e …