Sono molti i lettori che ci hanno scritto interessato con la possibilità che le zanzare possono trasmettere come vettori del virus SARS-CoV-2 e, quindi, di essere portatori di COVID-19. Nonostante il fatto che più volte, il CHE ha negato fin dall’inizio della pandemia che le punture di zanzare o di altri insetti in grado di trasmettere questa malattia, come il bel tempo arriva, sempre più persone sembrano credere che le voci che si spostano in gruppi di Whatsapp che le raccomandazioni dell’agenzia.

Tuttavia, ci sono dei motivi oggettivi che spiega l’incapacità, o almeno l’elevato livello di certezzache le zanzare possono mordere una persona infettata con la SARS-CoV-2, e, assorbendo il sangue, diventa infettati con il virus, in modo che si può trasmettere ad altri sani torna a mordere. Questo nonostante il fatto che le zanzare possono trasmettere alcune malattie viralicome zika, la chikungunya, la dengue o la febbre gialla. Se, per esempio, non possono spargere, né HIV, né ebola, per esempio.

Di seguito i quattro motivi principali perché le zanzare sono quasi impossibili da trasmettere il COVID-19.

1. La natura del virus

Come i loro cugini, fratelli SARS-CoV-1 e MERS-CoV , il SARS-CoV-2 è un virus delle vie respiratorie, che entra per i passaggi di respirazione, compreso il tessuto connettivo degli occhi, collegato a questi percorsi, e colpisce il bronchi, ai polmoni e, occasionalmente, il fegato, il rene e i linfonodi nella loro casi più estremi. Ma lo fa sempre in modo da la sua voce che colpisce il bronchi, cellule e successivamente albeolares.

È, pertanto, un virus che si trasmette attraverso l’aria, ma che non vi è alcuna prova che si può infettare attraverso il flusso sanguignocome accade nei virus descritto sopra, incluse quelle che possono spendere una zanzara come l’HIV, l’epatite o l’ebola. Questi sono un altro tipo di virus che si sviluppa attraverso il flusso e che può infettare diversi organi, ma, al contrario, che il coronavirus, non possono infettare noi, dal modo in cui respirartorias. In caso di SARS-CoV-1 e MERS-CoV, è noto che le zanzare non si diffondono.

2. La natura della zanzara

Detto questo, faccio notare che alcuni gravi virus che si trasmette attraverso il sangue, come l’epatite, l’HIV o da virus ebola, né può essere diffusa dalle zanzare. I motivi sono vari, ma soprattutto prevale la natura della zanzara. Per esempio, nel caso di ebola, gli scienziati, guidati da migliaia di zanzare succhiano il sangue con il virus, e quindi analizzati, per vedere che nessuno è diventato infetto.

Questo perché, come spiegato in Cameron Webb, professore, medico, professore associato dell’Università di Sydney, in caso di puntura di zanzara per una persona con COVID-19 e per assorbire il sangue con la presenza di virus, questo potrebbe passare direttamente al vostro intestino. Ci si dovrebbe essere in grado di infettare le cellule intestinali e poi da lì per infettare il resto del corpo, per terminare nelle ghiandole salivari della zanzara, che inietta saliva che impedisce la coagulazione del sangue, mentre lei succhia.

Questo processo di infezione, di verificarsi, potrebbe richiedere fino a una settimana, secondo il dottor. Webb, e per tutto il tempo, la zanzara avrebbe rinnovato il loro nutrimento dal sangue molte volte, con quello che probabilmente prima di poter entrare nel circuito della cella di zanzara, il virus è stato espulso.

3. L’ipotetica carica virale nella zanzara

Anche se non è noto il meccanismo di questo coronavirus, è noto che si comporta in molte cose, come i loro cugini prima citate (SARS-CoV-1 e MERS-CoV) e queste non hanno la capacità di infettare gli insetti, quindi possiamo dedurre che il nostro SARS-CoV-2 né la volontà. Ma nel caso in cui è presentato il seguente problema: la bassa carica virale.

Nel caso del virus HIV, è stato dimostrato che le zanzare non avere infettato da mordere una persona malata, in modo che il contagio è inesistente. Tuttavia, potrebbe essere la presenza di tracce di sangue e la presenza di virus nel corpo piercer che ci ha introdotto a succhiare.

Nel caso dell’HIV si è visto che in questi casi la carica virale è troppo bassa per trasmettere la malattiae , se è così, probabilmente la stessa cosa potrebbe accadere in caso di SARS-CoV-2. Con bassa carica virale e di non essere un virus adattato per la trasmissione di sangue, è improbabile che raggiunge le cellule del sistema respiratorio.

4. La nostra stessa natura

Anche se è stata trovata la presenza di virus nel sangue di alcune persone gravemente infetto, la stragrande maggioranza delle persone non ha registrato il SARS-CoV-2, che indica che non è dato solo in caso di infezione estremità. E quelle persone tendono ad essere in ospedali e più prevedibile in terapia intensiva, in modo che sia impossibile per loro di tagliare una zanzara. Che è a dire, che non è registrato statisticamente, la SARS-CoV-2 nel sangue infetto, e quindi non raggiunge le zanzare.

Infatti, il hematóloga Cristina Arbona, membro della Società spagnola di Ematologia e Hemoterpia (sì, sì, SÌ.) e direttore del Centro de Trasfusioni de la Comunitat Valenciana, ha assicurato che il coronavirus non si trasmette tramite il sangue e le donazioni di sangue sono sicuro. Al contrario, ha indicato la possibilità di utilizzare il sangue ricco di anticorpi di individui recuperati. Questo è ciò che è noto come plasma di convalescente, e è stato proposto come un antidoto per il virus attraverso trasfusione nelle persone in gravi condizioni.

Se non si vuole perdere qualsiasi dei nostri articoli, iscriviti alla nostra newsletter