Ora che ci siamo lasciati alle spalle la pandemia e ci sono tutti nel nuovo normale, forse il nostro interesse per questi piccoli esseri chiamati virus a crescere. Come si può arrivare a girare il mondo a testa in giù? Quante volte è successo nella nostra storia come una spezia? Di chi è la colpa per questo virus, come la palla, la malaria, l’Aids e ora SARS-CoV-2 a causare il caos?

Ci sono non pochi autori, da scienziati, sociologi, medici, ambientalisti e giornalistiche hanno affrontato la questione, negli ultimi decenni, avviso che l’attuale pandemia è stato un disastro annunciato, soprattutto dopo il primo SARS che puniva severamente l’Estremo Oriente. Ora la redazione Capitan Swing riunisce quattro di loro a proporre una riflessione col senno di poi, che forse serve a migliorare il futuro.

1. Pianeta di virus, Carl Zimmer

I virus sono una affascinanti creature che, negli ultimi secoli sono stati considerati, al tempo stesso, come gli esseri viventi e semplici pezzi di RNA senza vita in allegato alla proteina; anche le strutture organizzative più semplici ai più complessi, il primo e l’ultimo stadio dell’evoluzione della vita sul pianeta.

Raccontaci la scienza divulgatore Carl Zimmer, Un pianeta di virus, una revisione della storia di queste forme di vita così piccolo, come a volte è terribilema che hanno segnato la nostra vita come una specie molto di più di quanto pensiamo. Infatti, il nostro DNA è pieno di sequenze incorporato in RNA virale che potrebbe aver determinato il nostro presente ominidi.

Pandemia, Sonia Shah

Pandemia costituisce uno sguardo analitico su le grandi pandemie della storia dell’umanità, precedentemente chiamato parassiti, e il contesto sociale, ecologico ed economico in cui sono stati prodotti. Lo scopo di questo libro, scritto prima dell’attuale pandemia, è quello di offrire gli strumenti per comprendere il futuro e il potere di controllo dei pericoli a venire.

Il suo discorso di TED, la malaria è una delle più viste nel video

Arriva il mostro di Mike Davis

Il leggendario sociologo, scrittore e attivista californiano Mike Davis, da sempre in lotta contro il capitalismo selvaggio e a favore dell’ambiente, ha scritto che Arriva il mostro nel 2005 la previsione di un nuovo virus dell’influenza aviaria. In questo libro intreccia la dinamica distruttiva del capitalismo neoliberista globale, in cui le grandi multinazionali prodotto si sposta da un continente all’altro, senza controlli e con il tacito consenso di governi corrotti. Il libro sarà in vendita il 6 luglio.

Epidemiocracia, Javier Padilla e Pietro Gullon

Il titolo completo è Epidemiocracia, nessuno è al sicuro, se non sono del tutto sicuroed è scritta da Javier Padilla, autore anche di molto presente in questi giorni che stanno per morire?, e Pietro Gullon, epidemiologo sociale e specialista in medicina preventiva e sanità pubblica. Si tratta di un’opera che ripercorre il tessuto deep linking pandemie con il contesto economico, ecologico e sociale.

Chi è più soggetto ad ammalarsi durante un’epidemia?, chi è più vulnerabile alle sue conseguenze sociali?, quali risposte politiche sanitarie e non sanitarie) abbiamo a esibirsi di fronte ad una crisi epidemia?, di salute, quali vogliamo affrontare le epidemie?cosa trasformazioni sociali si sono lasciati dopo una crisi epidemia?

Epidemiocracia cerca di rispondere a queste domande sempre con la premessa che la difesa della sanità pubblica è la migliore alternativa nei confronti di fenomeni contro i quali si può solo combattere così corallo società. Il libro sarà in vendita il 13 luglio.

Se non si vuole perdere qualsiasi dei nostri articoli, iscriviti alla nostra newsletter