Se sei appena atterrato nel mondo delle piante d’appartamento, l’ultima tendenza “cattura mi piace” sui social media, sai che questo può essere travolgente. Tra gli sforzi per non uccidere il tuo cactus, lo sforzo per ottenere una pianta da una fossa di avocado e la sconcertante varietà di fertilizzanti e fertilizzanti, c’è un’altra sfida: scegliere il vaso giusto per la tua pianta. E, almeno in questo, le dimensioni contano.

Il primo: farcire la tua pianta in un piccolo vaso è un crimine. Allo stesso modo in cui non indosseresti scarpe di due taglie più piccole dei tuoi piedi, anche il tuo ficus non sarà contento di dover vivere schiacciato in un contenitore dove non ci sta. Il motivo è nascosto sotto terra e ha a che fare con le sue radici.

Ogni pianta ha determinati requisiti, ma devi assicurarti che il vaso permetta le radici che già deve stabilire. Inoltre, deve offrire spazio per le nuove radici che appariranno man mano che cresce e si sviluppa.

Una regola generale: La maggior parte delle piante fa bene in un vaso il cui diametro è di circa cinque centimetri (cm) più grande del vaso (largo). Questo spazio extra consentirà alle radici di assorbire con calma i nutrienti di cui hanno bisogno dal terreno e di crescere al loro ritmo naturale. E lascia abbastanza spazio per far apparire le piccole radici.

La tua pianta resisterà meglio alla mancanza d’acqua (ad esempio, se prevedi di trascorrere una settimana fuori casa, con il permesso dalle restrizioni), al gelo e persino ai parassiti, se le sue radici sono sane. E questo dipende, come già sappiamo, dal volume del piatto.

La dimensione minima? Per una pianta piccola, trova un contenitore profondo almeno 15 cm. Questa dimensione sarà sufficiente per le specie le cui radici sono più superficiali, come le piante grasse. Ma presto non sarà all’altezza delle piante più grandi come i monstera.

In caso di dubbio: il più grande. E non è solo questione di profondità; Soprattutto, il volume conta. Inoltre, le piante che vivono in grandi contenitori sono più facili da curare: hanno bisogno di meno fertilizzanti e meno annaffiature, poiché trattengono meglio l’umidità.

Al contrario, le radici costrette a vivere più vicino alla superficie tendono a tollerare peggiori sbalzi di umidità e temperatura, poiché sono più esposte ad esse; e di solito si seccano e muoiono prima. Se una pianta può far crescere le sue radici più in profondità, generalmente ti darà meno lavoro. [Hace un tiempo te contamos cómo fabricar maceteros gratis con lo que tienes en casa.]

Tuttavia, ci sono piante che vivono felicemente in vasi più piccoli, circa 15 cm. È il caso di le piante grasse (un’opzione semplice da avere all’interno della casa), e anche della maggior parte degli aromatici, come timo, lavanda, salvia o valeriana.

Tutti possono crescere in un vaso più piccolo. Potrebbero non raggiungere la loro dimensione massima, ma saranno comunque felici. E, nel caso di quelli aromatici, farai profumare e condire altrettanto bene i tuoi piatti. [Estos son los trucos para comprar una planta sin que te timen.]

Se le radici del tuo puledro sporgono dai buchi della pentola, è ora di spostarlo in un contenitore più grande. Come linea guida, la maggior parte delle tue piante da interno apprezzerà il trapianto ogni due anni. E, come prima, la guida è il suo diametroTrova un vaso di almeno cinque cm più grande del tuo ficus.

Ma non correre: Spostare la tua pianta da un vaso di otto cm di diametro a un contenitore da cinque litri può essere un cambiamento troppo improvviso. E ci sarà troppa terra non occupata, che può trasformarsi in un ambiente freddo e troppo umido. Ancora una volta, pensa alle tue scarpe: non vorresti andare a correre con scarpe da ginnastica di cinque taglie più grandi. Beh, neanche la tua pianta.

Anche se non ne monopolizzano così tanti piace Su Instagram, un vaso di fiori di plastica decente fa una buona casa per la maggior parte delle tue piante. Inoltre, è circa cinque volte più economico (se non di più) di un’altra terracotta di dimensioni simili. E puoi sempre decorarlo con una corda o coprirlo con un bel panno in tessuto.

Da parte loro, i vasi di terracotta sono più attraenti. Ma non sono sempre la casa migliore per le tue piante. A differenza della plastica, piccoli vasi di terracotta tendono ad assorbire troppa umidità, e asciugano prima la terra: ecco perché, per un giovane poto, un piccolo vaso di terracotta posto al sole può significare la fine dei suoi giorni vegetali.

Vale a dire: I vasi di terracotta sono fantastici e appariscenti, ma funzionano meglio quando sono grandi. Perché quando si parla di piante, le dimensioni non si traducono solo in follower, ma anche in salute delle piante.

Se non vuoi perdere nessuno dei nostri articoli, iscriviti alle nostre newsletter