Prima e dopo la pandemia: città della solidarietà, creativo e partecipativo