I tappeti sono un ricordo del passato, ricordi degli anni ’80 e ’70 del Novecento e sicuramente alcuni viaggi nelle Isole Britanniche già lontane nella memoria. E potremmo dire che sono un elemento demodé nella decorazione di case e appartamenti, materiale che è stato soppiantato dall’arrivo di pavimenti in legno e sintetico a un prezzo accessibile.

Tuttavia, lo stesso sensazione di essere qualcosa Vintage ▾ o retrò, li rende un elemento interessante quando si vuole dare ad un appartamento, o ad una stanza, un’atmosfera speciale e diversa. Appaiono come una risorsa che può sembrare interessante, con i suoi pregi ma anche con svantaggi leggendari, che pur essendo delle leggende piuttosto metropolitane, coprono il peso delle virtù del tappeto.

Nel caso tu stia pensando di dare un nuovo aspetto alla tua casa, analizzeremo alcuni dei file principali vantaggi e svantaggi, dei tappeti. Non intendiamo dire che i tappeti siano un’opzione migliore di un pavimento in ceramica e gres flottante, ma per aiutarti nel tuo acquisto nel caso in cui li scegli.

1. Tappeti sintetici in polipropilene: Tra i suoi vantaggi vi sono che si asciugano facilmente quando sono bagnati; Sono anche tappeti resistenti all’usura e consentono di rimuovere macchie di sporco e muffe meglio di altri. Di solito sono tra i più economici, anche se dipende da altri vantaggi che possono avere, aumentano molto di prezzo.

2. Tappeti in nylon: hanno virtù simili a quelle del polipropilene.

3. Tappeti in fibra vegetale: Di solito sono realizzati con sisal, canapa, bambù, iuta, alghe o cocco e hanno la loro bellezza visiva come un vantaggio, sebbene siano duri e isolanti meno degli altri poiché non hanno i capelli. Sono buoni assorbitori di umidità, il che è interessante, ma essendo un materiale organico, non sono adatti in luoghi molto umidi perché possono dare origine a muffe se l’umidità proviene da una fuga. Sono costosi per i vantaggi che portano, sebbene siano duri. Un altro vantaggio è che accumulano meno polvere, ma vengono aspirati meno.

4. Tappeti di lana: sono di gran lunga i più costosi, e anche i più comodi, con la maggiore capacità di isolamento termico oltre che acustico. Sebbene le macchie di sporco siano più difficili da pulire, se hanno un trattamento antimacchia questo problema si riduce. È anche conveniente che trasportino un trattamento antitarme. D’altra parte, sebbene catturino l’umidità, non consentono la crescita della muffa.

1. Sensazione di calore

Sebbene sia un’osservazione arbitraria, per molte persone un morbido tappeto dona calore a un pavimento o una stanza e dona un comfort visivo che aiuta a starci, almeno per molte persone. In questo senso, il tappeto può vincere la partita sugli altri piani. Anche nel caso delle fibre vegetali possono conferire un’eleganza austera e sofisticata all’ambiente.

2. Isolamento termico

Nel caso dei tappeti in lana, l’isolamento è pari a quello che può fornire un pavimento in legno. Anche alcuni pavimenti sintetici poco conduttivi del calore consentono un isolamento, che può essere leggermente inferiore in termini di fibra vegetale.

3. Ritenzione di acari e polvere

Si dice molto che i tappeti apportino acari e polvere all’ambiente, e questo è vero solo nel caso di pavimenti puliti male e in modo inadeguato. Quando il vuoto viene mantenuto costante, i tappeti giocano a favore degli allergici e degli asmatici, poiché trattengono le particelle nel loro seno, impedendo il ricircolo o la risalita delle correnti d’aria.

4. Regola l’umidità ambientale

Allo stesso modo in cui trattiene le particelle, i tappeti in lana e fibre “si bagnano” assorbendo l’umidità dall’ambiente, allontanandola dall’atmosfera; quindi, in molte zone dell’Atlantico sono stati usati tradizionalmente. D’altra parte, quando il tempo è più secco, tendono a rilasciare questa umidità in un modo che compensa la mancanza di essa.

5. Attenua il rumore

Un tappeto morbido è il miglior isolante dal rumore dei passi notturni o anche dalle attività e dalle voci che si verificano al piano di sotto.

6. Facilità di installazione

La posa è molto più semplice e veloce rispetto alla posa dei pavimenti flottanti, figuriamoci di quelli ceramici. È anche alla portata domestica se il processo è studiato bene.

1. Pulizia

Se versiamo prodotti chimici o oli e salse con coloranti, corriamo il rischio di dover convivere con la macchia se il tappeto non è preparato, soprattutto nel caso dei tappeti di lana. Inoltre, se i detergenti disinfettanti non vengono utilizzati regolarmente, possono essere antigienici.

2. Il prezzo

I tappeti di media qualità salgono alle stelle nel prezzo rispetto al costo di alcuni pavimenti galleggianti o in ceramica poco costosi. I tappeti di qualità superiore possono essere proibitivi per la tasca centrale. È conveniente guardare il prezzo al m² che ha il nostro modello scelto e calcolare il budget totale per la superficie desiderata.

3. La differenza tra bassa e alta qualità

I tappeti più economici, generalmente sintetici, non godono delle virtù della migliore lana o fibra, e vengono solitamente utilizzati per pavimenti di auditorium e aree di fiere ed eventi. La differenza tra le due gamme può variare dai 20 ai 30 euro al m².

4. Richiede una rigorosa coerenza nell’aspirazione

I tappeti mantengono i loro vantaggi di eliminare polvere e acari fintanto che vengono aspirati regolarmente, a seconda dell’inquinamento atmosferico in ciascuna area e periodo dell’anno. Altrimenti, i suoi vantaggi diventano scomodi accumulando troppe particelle.

5. Non sono validi per tutti gli spazi

In lavandini o zone esposte all’ingresso di aria esterna, possono non essere idonee perché accumulano troppa umidità e / o polvere.

Se non vuoi perdere nessuno dei nostri articoli, iscriviti alle nostre newsletter