Portare l'ipoteca in un'altra banca: vantaggi e svantaggi

Portare l’ipoteca in un’altra banca: vantaggi e svantaggi

Surrogazione del fornitore

Come regola generale, si intende quanto segue surrogazione ipotecaria l’operazione consistente nel migliorare le condizioni dell’ipoteca cambiando la banca (del creditore) o sostituendo il titolare con un’altra persona (del debitore). A questo proposito, la surrogazione del creditore è la più comune e consiste nel trasferire un mutuo ipotecario esistente ad un’altra banca.

Normalmente, quando questa operazione viene effettuata, è per provare migliorare le condizioni di finanziamento originali del credito e pagare meno denaro sia ogni mese che in totale, sia abbassando gli interessi, sia riducendo le commissioni, sia diminuendo i vincoli o eliminando i termini abusivi. Da AiutoMyCash, spiegare che “un altro cambiamento che di solito viene fatto con questa operazione è modificare il tasso per sfruttare l’attuale basso livello delle ipoteche a tasso fisso e garantire una quota che non vari nel corso degli anni”.

Aggiungono che con l’attuale legge sui mutui ipotecari è possibile “fare una surrogazione per modificare gli interessi al tasso fisso è più economico”; Lo 0,15% è applicato al capitale in circolazione se effettuata durante i primi tre anni del prestito”. Se ciò avviene in un secondo momento, la banca non può più farci pagare alcun risarcimento.

Surrogazione del cliente

Se si tratta di un subrogazione del debitoreIn questo caso, l’acquirente di un immobile con oneri assume la proprietà del mutuo ipotecario del venditore quando la vendita viene formalizzata. Questo può farvi risparmiare il costo della stipula di un nuovo mutuo, anche se, come sottolinea HelpMyCash, si tratta di una transazione con alcune limitazioni.

  • Non puoi scegliere la banca. L’acquirente dovrà rimanere presso la banca dove è già stata accesa l’ipoteca. C’è, naturalmente, la possibilità di surrogazione del creditore, ma, come il legge sulla surrogazione e la modifica dei mutui ipotecariSe sei una donna, devi aspettare qualche anno per poterlo fare e assumerti i costi dell’operazione.
  • Le condizioni non sono negoziabili. In questo caso, le condizioni firmate dalla persona che surroga l’ipoteca sono ereditarie.
  • Nessuna spesa può essere richiesta. Quando si è surrogati per l’acquisto di un immobile, i costi dell’operazione sono perfettamente all’interno della legislazione vigente, quindi non possiamo pretendere la loro restituzione. Si deve tener conto delle spese derivanti dalla modifica degli atti di mutuo ipotecario, come le spese notarili, l’iscrizione nel registro fondiario e la nuova valutazione dell’immobile.
  • La surrogazione è esente dal pagamento della IAJD. Per quanto riguarda l’imposta sugli atti giuridici documentati, nessuna delle due parti dovrebbe pagarla perché la surrogazione è esente dal pagamento della IAJD.

I vantaggi della surrogazione ipotecaria

Quando un’ipoteca viene surrogata, l’obiettivo principale è quello di migliorare le condizioni dell’ipoteca. Ci sono diversi modi per ottenere un tale miglioramento:

  • Riduzione e variazione dei tassi di interesse. Con la surrogazione possiamo ottenere un tasso d’interesse più basso presso la nuova banca e quindi pagare un canone mensile più basso. Inoltre, la surrogazione ipotecaria consente di modificare il tasso d’interesse. In altre parole, possiamo passare da un tasso di interesse variabile a uno fisso e viceversa. Con la nuova legge sui mutui, il passaggio dai tassi d’interesse variabili a quelli fissi è stato reso più facile, riducendo per legge il pagamento delle commissioni per il cambiamento, in modo che, a partire dal terzo anno del mutuo, questo avvenga senza commissioni. È anche possibile modificare l’indice, in quanto è possibile passare all’Euribor se si ha come riferimento l’IRPH.
  • Eliminare le commissioni e i prodotti collegati. Effettuando una surrogazione ipotecaria possiamo eliminare o ridurre le commissioni e i legami che abbiamo con la banca attuale.
  • Eliminare le clausole abusive. In alcune occasioni il mutuo comporta clausole abusive da parte dell’ente, che potranno essere eliminate quando il nostro mutuo sarà portato in un’altra banca.
  • Estensione del periodo di ammortamento. Cambiare il periodo di tempo per il rimborso del debito è un altro vantaggio che permette al cliente di pagare meno in ogni rata mensile, ma bisogna tener conto del fatto che a lungo termine il costo sarà più alto in quanto saranno pagati più interessi.

Svantaggi della surrogazione ipotecaria

Oltre alle spese ipotecarie inerenti alla surrogazione di cui abbiamo parlato prima (ma che alcune entità a volte cercano di alleviare con le loro offerte), ci possono essere spese di surrogazione o di risoluzione anticipataanche se questi sono diventati più economici con la nuova legge sui mutui. Molte ipoteche includono tra le loro condizioni una tassa di surrogazione o di cancellazione anticipata da assumere nel caso in cui si voglia surrogare l’ipoteca ad un’altra entità. Il più comune è che questa tassa è pari allo 0,5% dell’importo rimanente se la surrogazione viene effettuata durante i primi 5 anni dell’ipoteca e allo 0,25% se viene effettuata a partire dal sesto anno.

Se non volete perdervi nessuno dei nostri articoli, iscriviti alla nostra newsletter

Controlla anche

Sei pro e cinque contro dell'aspirapolvere

Sei pro e cinque contro dell’aspirapolvere

A seguito dell’articolo Tre must per entrare nella cucina del 21° secoloin cui abbiamo presentato, …

Rimozione dello stampo da un muro a secco

Rimozione dello stampo da un muro a secco

Simona, lettore e partner di avnotizie.it, ci scrive spiegandoci il seguente problemaHo una stanza in …

Dieci vini bianchi che vi faranno riconciliare con il DO Rioja

Dieci vini bianchi che vi faranno riconciliare con il DO Rioja

Forse crediamo che la DOC Rioja non possa più sorprenderci perché è quella che abbiamo …