Accade a molte persone: un giorno si rendono conto che percepito con la vista dei puntini o macchie che sembrano galleggiare intornocome se fossero mosche. Quando si guarda in là, a vedere nulla. E che è che quei punti o punti, che sembrano essere sospesi nel campo visivo, non corrispondono a oggetti esterni, e vero, ma che sono dentro i tuoi occhi. Essi sono chiamati galleggianti, corpi galleggianti, opacità del vitreo, o -in termini medici- miodesopsias.

È considerata una malattia benigna, dato che in generale non è un problema gravenon ha altre conseguenze e la maggior parte dei pazienti si finisce per abituarsi a vivere con loro senza grandi difficoltà. Questo avviene grazie all’neuroadattamento visiva, che è a dire, la capacità del cervello di “dimenticare”, in modo inconsapevole, le piccole imperfezioni nella percezione delle immagini.

La causa principale della comparsa di miodesopsie è l’invecchiamento. Si tratta di un fenomeno che, di solito compare dopo l’età di 60 annianche se il problema può iniziare fino a un paio di decenni prima. Un altro fattore di rischio è la miopia, e può anche essere che un trauma con conseguente miodesopsias (parola di etimologia greca che significa “visione di forme di mosche”).

Ci sono un certo numero di fattori che spesso viene attribuita la responsabilità nella nascita di corpi galleggianti, come lo stress, il tabacco, gli schermi dei computer e dei telefoni cellulari, la mancanza di una buona idratazione, strofinare troppo l’occhio e anche l’occhio gocce di cliniche e negozi di oftalmologia. Ma sono miti, non si è dimostrato, secondo l’Associazione spagnola contro il Miodesopsias. D’altra parte, solo un piccolo numero di casi, i corpi galleggianti sono un sintomo di un problema di maggiore importanza.

Quando preoccuparsi di la ‘delle mosche

In particolare, i corpi galleggianti essi sono la formazione di condensa nel vitreoil liquido gel trasparente che riempie il globo oculare. Uno stato d’animo che è composto principalmente da acqua. Con il passare degli anni, il corpo soffre di disidratazione naturali, che nel caso degli occhi, dà adito a queste aggiunte di fibre di collagene, che gettano ombre sulla retina. Così dice un articolo della Associazione spagnola di Miopia.

In breve, i punti o punti in realtà sì, ci sono, ma non all’esterno ma all’interno dell’occhio. Le “mosche” sono visibili in particolare, quando osserviamo una superficie omogenea e ben illuminata, come il cielo di giorno, in una giornata limpida, lo schermo del computer, una pagina vuota in un quaderno o un libro, ecc

Un’altra caratteristica è che il movimento di questi punti o punti (o anche di filamenti, che a volte sembrano ragnatele) non corrispondono esattamente con i movimenti del bulbo oculare, ma di solito sono trasferiti alla deriva. Come è stato detto, la maggior parte delle persone imparare a ignorare questi corpi galleggianti, che non arriva a diventare un grave problema.

Tuttavia, le “mosche” può essere un segno di un problema più grande quando un buon numero di essi appaiono o aumento delle dimensioni improvvisamentee soprattutto se questi cambiamenti sono accompagnati da emorragia interna (emorragia del vitreo) o lampi di luce (fotopsias). In questi casi, è necessario andare al più presto possibile prima che la consultazione del medico oculista, perché è possibile che c’è stato un distacco di retina. Se il vitreo, distacco tecnico-nome del processo che porta alla comparsa di un normale corpi galleggianti – non è una causa di preoccupazione, la retina sì deve essere, perché può avere conseguenze importanti per l’occhio commesso, anche la perdita di visione.

Disturbi psicologici causati da corpi galleggianti

Ci sono, inoltre, altri casi in cui si consiglia di prestare maggiore attenzione per le opacità del vitreo. È la situazione in cui, nonostante il fisiologico problema non è molto grave, sì è il disturbo che queste visioni generato per il paziente su un piano psicologico. Per alcune persone, il disagio può diventare intollerabile.

Un caso ben noto è stato quello di Andreas Lubitz, il pilota del volo 9525 di Germanwingsche nel marzo del 2015, l’aereo precipitato era alla guida su Alpi francesi e, in tal modo, si è ucciso, e l’altro 149 le persone che occupavano l’aereo. Anni prima, Lubitz aveva attraversato una depressione e ha ricevuto un trattamento psicologico per i suicidal tendencies, e nei mesi che precedono la perdita dell’aeromobile, secondo Il New York Times – è venuto a visitare il 46 oftalmologi, optometristi, neurologi e altri professionisti in cerca di una soluzione per il miodesopsias che, a 27 anni, non gli avrebbe permesso di dormire.

Senza ottenere, naturalmente, tali livelli di squilibrio, molte persone si sentono che i corpi galleggianti influenzare la vostra vita in un modo molto evidente. Dopo circa sei mesi dal distacco del vitreo (vale a dire, dal momento che l’emergere delle mosche), ci sono tre classi di pazienti, secondo l’oculista Laura Broc in un articolo pubblicato dalla Società spagnola di Retina e Vitreo: coloro che hanno raggiunto il neuroadattamento e, quindi, di vivere come se il “mosche” non esiste; quelli che non hanno dimenticato, ma vivere con la loro abnegazione e che “avrebbe attraverso la finestra” se non riusciva a sottoporsi al trattamento. Che cosa si può fare?

Trattamento contro miodesopsias

C’è, per il momento, alcun trattamento efficace e assicurazione contro la miodesopsias. Per questo motivo, e per la sua accennato in precedenza benigni, i professionisti di solito consigliamo di fare lo sforzo di adattarsi a loro. Per i casi più gravi, tuttavia, c’è un’alternativa: l’operazione denominata vitrectomia. Consiste, fondamentalmente, di rimozione del vitreo dell’occhio -e, con essa, la loro condensazioni di fibre di collagene e di sostituirla con una soluzione salina trasparente. In generale, si tratta di un intervento breve (della durata di circa dieci minuti, indica Laura Broc) ed è molto efficace, come le mosche scomparire.

Ma la vitrectomia è a rischioche vanno da infezioni e sanguinamento per cataratta, distacco di retina e glaucoma, il possibile aumento della pressione all’interno dell’occhio. È per questo motivo che gli specialisti e studi specializzati consiglia di limitare questo tipo di intervento per un piccolo numero di pazienti, in particolare quelli con persistente e debilitanti sintomi. Da allora, di fronte a questa possibilità, il professionista deve fornire tutte le informazioni relative ai rischi a cui il paziente è in grado di prendere la vostra decisione.

Se non si vuole perdere qualsiasi dei nostri articoli, iscriviti alla nostra newsletter