Le autorità sanitarie non sono stanco di dirlo: lavarsi le mani il modo giusto è uno dei modi migliori per proteggere noi stessi da Covid-19 (oltre al contenimento). Dobbiamo farlo con acqua e sapone per almeno 20 secondi e, se non c’è acqua né sapone, utilizzare un disinfettante per le mani con almeno il 60% di alcool.

Istituzioni come l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e il center for disease Control and Prevention (CDC) hanno esortato i cittadini a per mantenere una buona pratiche di igiene all’altezza di scoppio perché il virus dell’apparato respiratorio, come la nuova Covid-19, l’influenza e il raffreddore comune, possono essere trasmessi attraverso le nostre mani.

Per questo motivo, e senza che l’intenzione, le mani hanno continuato a essere uno dei protagonisti di questa crisi di salute. Sono le linee di difesa nella guerra contro il Covid-19. Quando si lava le mani, si stanno uccidendo il virus, rendendolo innocuo. Le raccomandazioni sono chiare. Dobbiamo lavare accuratamente le mani (strofinare entrambi i lati e tra le dita e gli spazi tra le unghie):

  • Prima, durante e dopo la preparazione dei cibi.
  • Appena prima di mangiare (si pensi vostre mani, come un utensile più di cottura, come il cucchiaio o la forchetta).
  • Prima e dopo la cura di qualcuno che è malato (il virus che causa vomito e diarrea, come il norovirus, sono molto contagiosa e il lavaggio delle mani è la migliore linea di difesa).
  • Prima e dopo il trattamento di un taglio o ferita.
  • Dopo aver usato il bagno.
  • Dopo che soffia il naso, tosse o starnuti (i germi possono vivere in aria per ore e ore e sulle superfici di minuti e ore).
  • Dopo il contatto con un animale, cibo o tratta per animali.
  • Dopo aver toccato il cestino.

Alcuni studi dicono che i batteri essi possono sopravvivere sulla superficie una barra di sapone e consigliare il sapone in gel, altri no, tutti uguali è la forma del sapone. Né è necessario lavare le mani con acqua calda perché l’acqua fredda ha dimostrato di essere efficace quanto il caldo per eliminare virus e batteri come E. coli.

Sia come sia, il caso è che si arriva a lavarsi le mani decine di volte in un giorno. Questa periodicità costante, e l’esposizione delle mani alle formule a base di alcool disinfettante per le soluzioni possono influire sulla nostra pelle: l’eccessiva secchezza e, in alcuni casi, irritato la pelle e screpolate.

Problemi di lavaggio eccessivo mani

L’uso ripetuto non solo di saponi, detergenti ma e gel di alcool, può portare a problemi nelle mani di ogni persona ma soprattutto in coloro che hanno una pelle particolarmente secca o con condizioni come ezcema o psoriasi. L’uso eccessivo di saponi e disinfettanti per le mani può fare la pelle ad asciugare e crack.

È una causa comune e importante di ciò che è noto come dermatite da contatto irritante (una forma di ezcema) perché il sapone e l’acqua in eccesso può rimuovere il manto lipidico della pelle. In aggiunta. è possibile:

  • Il danno per le proteine di alto livello la nostra epidermide, lo strato superiore della pelle, che compromette la barriera della pelle e, di conseguenza, il rischio di infezione.
  • Causa cambiamenti nel grasso della nostra pelle.
  • Causa eczema irritativo, una reazione infiammatoria della pelle caratterizzata da desquamazione e prurito.
  • Le mani possono diventare rosso, ruvida, squamosa, secca e con piccoli tagli. A volte si può sentire una sensazione di bruciore o prurito, soprattutto nelle dita e sulle nocche.

Tutto questo può verificarsi nei casi in cui ci laviamo le mani frequentemente. Qualcosa che sicuramente tutti stiamo facendo in questi momenti.

Come prendersi cura delle nostre mani durante la Covid-19

Invece di scoraggiare la gente a seguire le indicazioni delle autorità sanitarie e dei governi per ridurre la diffusione del Covid-19, ma è possibile seguire una serie di passaggi, il lavaggio delle mani si riferisce. Alcuni dei raccomandazioni del La società spagnola di Dermatologia e Venerology (AEDV) sono:

  1. L’uso di saponi non irritante. Alcuni saponi sono molto profumati e può causare irritazione. Un modo per proteggere la vostra pelle è quello di optare per un sapone naturale, non-irritante, come quelli a base di aloe vera o olio di oliva.
  2. Asciugare bene le mani dopo ogni lavaggio, meglio con un telo o carta da cucina per non dover condividere la spugna, non è raccomandato durante questi giorni. Va notato, inoltre, che i germi sono trasferiti più facilmente con le mani bagnate.
  3. Non applicare direttamente lozioni, creme e tinture per capelli.
  4. Utilizzare i guanti durante la pulizia: un altro modo di prendersi cura per le mani è quello di indossare i guanti durante il lavaggio o la pulizia della casa. Si tratta di un modo semplice per proteggere noi stessi da qualsiasi sostanza chimica e l’accesso all’acqua. I guanti qui potete limitare l’esposizione a prodotti aggressivi.
  5. Mantenere ben idratato le manisoprattutto se avete la pelle secca atopica o irritante. È importante evitare di tracce di umidità tra le dita dei piedi. Idratanti per aiutare a riparare la pelle esterna danneggiata e bloccare l’umidità all’interno. Può essere applicato più volte durante il giorno. È inoltre possibile utilizzare un trattamento di idratazione durante la notte, se la pelle è particolarmente secca, applicare un generoso strato di un idratante di spessore a destra prima di andare a dormire e mettere su un paio di guanti di cotone pulito, incoraggiare o tollerare il Associazione britannica dei Dermatologi (BAD).

Inoltre, non è necessario combinare il lavaggio delle mani con acqua e sapone e dopo con il disinfettante per le mani, con uno dei due è sufficiente. La base di alcool disinfettante per le soluzioni sono una buona opzione quando non si dispone di acqua e sapone.

Se non si vuole perdere qualsiasi dei nostri articoli, iscriviti alla nostra newsletter