In qualsiasi luogo dello stato spagnolo e in gran parte del paese straniero, è da chiamare la frittata di patate e salivare alla ricerca di uno spiedino in giro, con il suo pezzo di pane, da spingere o da spalmare se è molto liquido.

Si aprono diversi dibattiti che dividono la società spagnola “concebollistas o sincebollistas”, e tra quelli che preferiscono piuttosto liquido e quelli che hanno disgusto nel vedere l’uovo gocciolante.

Ma non deve esserci una disquisizione, l’importante è che siano bravi, diverso dai mazacotesche la qualità della patata, dell’olio e delle uova sia ottimale; e che sanno cucinarli magistralmente, senza bruciarli o seccarli.

Ovviamente, i migliori sono quelli nei bar Chi le prepara quotidianamente o al momento, non c’è niente di più sgradevole di una tortilla brick surgelata fresca di frigorifero e con maionese in modo che possa essere travasata.

Bene, in modo da non rimanere deluso e da allora domani è la Giornata internazionale della frittata di patateAbbiamo consultato diversi gastronomi per consigliare i loro preferiti, e siamo stati anche guidati da competizioni nazionali come il II Campionato Nazionale di Tortilla di Patate, che si tiene nell’ambito del II Forum Gastronomico Internazionale di Patate a Tenerife.

A Barcellona, Edu González, il coraggioso cacciatore che ha convinto Joan Antoni Miró a cucinare una frittata di patate nel leggendario negozio di tortilla Les Truites per lui, consiglia vivamente la frittata di patate e cipolle, così come le deliziose tortillas individuali di Tapazia. Iscriviti anche al Taktika Berri, per l’erba cipollina che preferisce una tortilla liquida.

A Saragozza, il consulente specializzato in ospitalità per l’agenzia La Tilde Comunicación di Yolanda Gil consiglia quello di El Circo, “perché ha molto sapore e, anche se è grasso, è comunque succoso, senza cadere in quelli che sono metà crudi . ” Seguono “il Coscolo, che è morbido e la patata si scioglie con il set point perfetto, e lo Zeppelin, perché la patata è al punto ideale”.

A Roma, Ana Hernández, consulente gastronomica dell’agenzia creativa 5cocos, preferisce, in quest’ordine, quanto segue: La Penela (che viene prodotta in tutti i suoi ristoranti della penisola), “perché sta per essere impostata, con alcune uova ruspanti dalla Galizia e patata molto tritata, quindi semiliquida, alla Betanzos “.

Colossale, perché “è cagliata semiliquida, non liquida, di buone uova di galline ruspanti; pur avendo cipolla, non risalta, patata dal taglio fine e croccante, pasta setosa, vellutata, morbida e molto saporita “e La Primera,” che è perfetta in tutto: sapore, consistenza, visivamente; è succosa, saporita, la patata sa di patata e l’uovo sa di uovo “.

A Bilbo, Miren Arriola, che è una vera intenditrice di assaggiatori di tortilla, ci fa un giro dei suoi preferiti: “quelli di Doa Berria sono i migliori, sia con che senza cipolla; quello al Café Alirón è così buono che c’è sempre una linea per convincerli a prendere pintxo o sandwich.

Quello di El Kirol, per essere senza cipolla, è abbastanza buono; la caffetteria del ristorante Gorliz prepara una famosissima frittata con alegrías (peperoncino rosso) che è ‘picantilla’ e, infine, vale la pena acquistare l’intera frittata dal ristorante Patxi Larrocha, enorme e succosa “.

A Vitoria-Gasteiz, il ristorante Sagartoki, di proprietà di Senén González, è stato finalista nel suddetto campionato con una frittata di patate monalisa con cipolla caramellata sul lato.

A Donostia Molto apprezzate sono le singole tortillas realizzate al momento, ad esempio quelle della Cantina Donostiarra, a Gros, che si possono ordinare con o senza cipolla, oppure le meravigliose porzioni di Zabaleta, con cipolla affogata, che escono a ritmo diabolico di quanto siano fluidi e teneri.

A Pamplona-IruñaQuello al Bar La Navarra prende la torta per la sua frittata semicagliata e succosa, il pintxo perfetto per un pranzo da balli.

A BetanzosC’è una brutale competizione tra i bar per fare la migliore tipica tortilla Betanzos, che è presumibilmente la migliore tortilla in Spagna, anche se di regola non può avere cipolle. In effetti, c’è un concorso di tortilla locale e Casa Miranda, che produce la stessa ricetta da 45 anni, ha vinto circa cinque edizioni.

A Salamanca, il bar Tapas 3.0, di Jorge Lozano, è stato finalista nel suddetto campionato con la sua versione di patate acide delle Canarie e kennebec con cipolla.

A Palencia, Javier San Segundo, organizzatore dell’International Brave Potato Contest, consiglia quello di Asador La Encina: “friggono la patata a fuoco vivo in una padella di ferro per abbassarla in modo che rimanga fritta, non cotta, ecco perché la adoro la consistenza generale, coagulata all’esterno e la punta esatta dell’uovo che scorre ma senza essere crudo “.

A tenerife, l’Aithay Bar, che si trova all’interno del mercato di Nuestra Señora de África, ha ricevuto una menzione speciale nel campionato perché la sua cuoca, Ana del Carmen Pacheco Martín, ha cagliato una frittata con 13 uova e patate galattiche o Galaxy a gas. Anche se il ristorante El Aguarde si distingue anche per la sua frittata di patate nere delle Canarie con cipolla, quasi cruda e perfettamente abbinata.

In AndalusiaConsigliamo la piccola tortilla cagliata e concebollista del Juan José Bar Restaurant, a Huelva; e Uno de Delicias, con un po ‘di cipolla, un po’ cagliata ma succosa, con maionese e sottaceti (dai, si mangia con quello), a Siviglia.

Se non vuoi perderti nessuno dei nostri articoli, iscriviti alle nostre newsletter