In agosto bere vino rosso diventa forte al palato e quindi passano bianchi molto migliori, soprattutto se sono freschi. Anche così, per molti consumatori di “vino”, il bianco è un vino minore, che viene consumato allo stesso modo del vino bianco. “perche’ non c’e’ nient’altro da bere. e l’alternativa del rosé, che in Spagna ha poco successo.

E’…..E’….E’…E’…E’…E’…E’…E’…E’…E’…E’…E’…E’…E’…E’….E’…E’…E’….E’ un….E’ un….E’ un….E’ un….E’ un….E’ un….E’ un…..E’ un…..E’ un….E’ un…..E’ un…..E’ un…..E’ un…..E’ un…E’ un…E’ un’E’ un’E’ un’E’ un’E’ un’E’ un. grande errore se disprezziamo questi vini.Vale anche la pena di selezionare e sperimentare con i bianchi, che possono riservare tante sorprese quanti sono i rossi, e non solo in estate. Infatti il bravo dilettante sa come apprezzarsi a vicenda e sa come accoppiarsi a vicenda.

Qui ci sono i dieci grandi malintesi sul vino bianco che è conveniente bandire se abbiamo davvero curiosità, amore e rispetto per il mondo dell’enologia.

1 Avere meno registro di aromi e sapori

Vini come il nostro “sherry” sono la prova che questo non è vero, poiché all’interno di questa denominazione di bianchi entrano dal fine, allo “sherry”.oloroso, amontillado, manzanilla, palo cortadoecc. Abbiamo anche nella sezione tokaj Ungari tutta una serie di sapori particolari, o nel porto bianco, così come il riesling Tedeschi o il galiziano Albariño.

Tra i bianchi più ortodossi c’è anche molta differenza tra un Verdejo, per esempio, e una Grenache bianca, che ha una struttura vicina ai rossi. Anche tra i bianchi galiziani c’è il Godello, il ribeiroecc. In aggiunta, abbiamo dolci come il moscatello o la sauternes Francese, quanto bene si legano ai dolci.

2. Di solito hanno meno alcool

E’ vero che in passato, quando ti piacevano di più, avevano qualcosa di meno di un grado, perché la fermentazione degli zuccheri veniva tagliata prima che nei vini rossi e in generale era qualcosa di dolce. Ma oggi, quando prevalgono i vini secchi e varietali, i bianchi vengono fatti fermentare fino alla fine della fermentazione e offrire un voto pari a quello dei rossi. Attualmente è difficile trovare bianchi con un volume alcolico inferiore al 13%.

3. Sposarsi solo con paella e nasello

I buongustai fanno notare che alcuni bianchi leggeri possono andare bene con alcuni stufati potenti come il merluzzo, il tonno o gli zarzuelas di pesce. Allo stesso modo, con stufati di pollame certi bianchi di personalità, così come i paté, possono funzionare con pasta, zuppe o piatti che non contengono carni.

4. Non può essere preso con il formaggio

Quando si passa alla più ampia gamma di formaggi brie, ai più teneri e persino a certi formaggi stagionati, un tipo di formaggio bianco. Muscatel, riesling, tokaj o sauternes può essere rivelatore.

5. Per divertirsi, devono essere molto freddi.

Alcuni bianchi molto giovani con un’elevata acidità possono essere serviti molto freddi, ma solo perché le loro qualità sono limitate. Non appena un uomo bianco si scalda, fino ad un limite di circa 12° CelsiusAppaiono qualità aromatiche che passano inosservate sotto gli 8º.

6. Mancanza di corpo

La loro macerazione con la buccia dell’uva è stata molto più breve che nel caso dei rossi e questo dà loro meno tannini e altre sostanze vegetali che contribuiscono alla struttura del vino. Ma se il vitigno è potente, il vino bianco erediterà le sue buone qualità. Un esempio di ciò sono i metodi garnachas bianco della denominazione d’origine Terra Alta, al confine tra Teruel e Tarragona, o qualche Rioja con viura/macabeo.

7. Non può durare più di un anno in bottiglia

Il vino bianco può invecchiare in botti di rovere e dare un ottimo risultato. Dall’albariño alle garnachas bianche, la varietà pedro ximenez e molte altre varietà dell’Atlantico, accettano di invecchiare bene per produrre vini interessanti. Anche se non è usuale, è possibile trovare dei buoni bianchi con l’allevamento e persino con riserva e più di dieci anni di affinamento in bottiglia.

8. Sono troppo acidi

In generale, a causa della sua breve macerazione, il suo grado di acidità è più alto, ma lo si vede più volte. compensato per lo zucchero, residuo o aggiunto, così come dagli aromi fruttati di ogni varietà.

9. Hanno sempre un sapore dolce.

In passato, era più normale che i bianchi avessero un punto dolce più o meno pronunciato a causa della loro minore fermentazione, ma oggi. c’è una maggiore offerta di bianchi secchi delle caramelle.

10. Gli esperti non li apprezzano.

Numerosi sono i vini bianchi con un ottimo rapporto qualità/prezzo. punteggio superiore a 90 punti di esperti come Parker e Peñín e varie guide.

Se non vuoi perderti nessuno dei nostri articoli, iscriviti alle nostre newsletter