Le dieci chiavi per scegliere il bagaglio a mano perfetto

Le dieci chiavi per scegliere il bagaglio a mano perfetto


Anche se prendiamo questo articolo fuori approfittando dell’arrivo dell’estate, è davvero utile per qualsiasi periodo dell’anno, sia per lavoro o per una fuga su un ponte, è del tutto possibile che in ogni data siamo costretti a fare un viaggio aereo di breve durata in cui non vale la pena dover fare il check-in dei bagagli e quindi siamo sufficienti con un bagaglio a mano, le misure classiche 55 x 40 x 20 centimetri che accettano le aziende più severe , specialmente quelli dei voli low-cost. Tuttavia, la scelta di una valigia del genere non è così semplice come a priori può apparire. Naturalmente il prezzo interviene, e più costosi sono, meglio preparati saranno nei materiali e nel design. Tuttavia, se si guarda e pesare le seguenti dieci chiavi ben al di sopra di altri come marca o design, potremmo trovare la valigia ottimale al di sotto del prezzo indicato da quelli top di gamma. A volte l’economico non ottiene così costoso se si studia bene quello che si acquista.1. Il materialeCi sono numerosi tipi di materiale e la qualità viene abbastanza riflessa nel prezzo, ma c’è varietà da scegliere e tutto dipenderà dal fatto che vogliamo una valigia per uso intensivo o molto occasionale, così come se ci accingiamo a muoversi con esso nel punto di destinazione o vamo s per rimanere fissi. Per cominciare abbiamo sacchetti tessili, con prezzi più convenienti ma con lo svantaggio che possono essere permeabili all’acqua e questo può influenzarli se rimangono esposti a pioggia per lungo tempo, per esempio, in aeroporto. Tuttavia, se hanno una vernice in PVC supplementare saranno impermeabilizzati. Un’altra gamma è il policarbonato e il polipropilene, materiali rigidi e coerenti che proteggono la valigia da urti e graffi negli aeroporti dove c’è personale di consegna meno attento, anche se in quasi nessuno lo sono. Sono più costosi, logicamente, ma hanno il vantaggio di essere totalmente impermeabili. Ideale per un uso intensivo se viene trasportato anche materiale sensibile, come computer, tablet, ecc. Attento perché ci sono valigie rigide che sono ABS (Acrylonitrile Butadiene Styrene) e hanno un prezzo molto conveniente, ma la loro rigidità non si riflette in alcuna resistenza a urti e graffi.2. Rigido o flessibile? Come già accennato, il policarbonato e il polipropilene sono i due materiali principali delle valigie rigide, ma sono anche quelli che danno i prezzi più alti. A svantaggio è quello che non è comodo per muoversi con loro al di fuori degli ambienti urbani. Sono buoni per i viaggi d’affari, male per le vacanze con i viaggi, a meno che non siano organizzati viaggi. In quest’ultimo caso possono essere ideali perché continueremo a caricarli e a scaricarli su aerei, autobus, ecc., e subiranno molti colpi che dovranno resistere. Se quello che vogliamo è qualcosa per fughe sporadiche o per trotto tra urbano e rurale, una valigia flessibile è la soluzione migliore, perché può anche essere adattata a seconda di quanto sia piena va alla cabina dell’aereo riducendone il volume. Sarà anche più comodo da trasportare se dobbiamo fare escursioni a piedi. Ad esempio, portandolo in modalità zaino se incorpora le maniglie, un elemento molto interessante in questi casi. Se sarà flessibile, sarà sicuramente tessile; dobbiamo assicurarci che questo impermeabile così come che incorpori elementi protettivi in plastica rigidi in quelle parti che possono collidere con il pavimento.3. Le ruoteAnche nel caso di valigie flessibili tipo zaino è consigliato al 100% di incorporare ruote per il semplice motivo che è comodo non dover sempre camminare portando la valigia: la nostra schiena ci ringrazierà. D’altra parte, le ruote devono essere adattate al tipo di valigia, non tutte valgono la pena. Quelli rigidi di solito portano quattro ruote che ruotano anche su un asse verticale. Sono molto confortevoli quando portiamo un sacco di peso, che non è usuale. In altri casi sono lisci su marciapiedi irregolari e devono essere racchiusi. Sono più per i sacchetti grandi. Idealmente, le due ruote fisse posteriori ruotano sullo stesso asse e vengono inserite nella valigia, in modo da non rubare il volume. Anche se il tintinnio che fanno è molto rumoroso, permettono movimenti su marciapiedi irregolari e non si bloccano con lo sporco. Inoltre, se la ruota è in gomma, smorza meglio il tintinnio ma si usura molto prima. D’altra parte, il sonaglio deve vibrare le viti della valigia, in particolare la barra telescopica, con il rischio di saltare.  4. Il bar telescopicoSi tratta di un altro must di una buona valigia; non può mancare e la misura ideale è di un metro o superiore. Formare un singolo scheletro con le ruote che ci aiuterà a spostare i bagagli senza sforzo. Dobbiamo vedere che nel mezzo dell’estensione l’asticella è stabile e rigida, in modo che non vi sia alcuna possibilità che si rompa. Molto meglio se si tratta di un doppio bar che unico, in quanto permetterà di sostenere borse o valigette informatiche su di esso e sarà anche più stabile di fronte a capovolgimenti e colpi di scena quando si guida attraverso aziende irregolari.5. viti di regolazioneEssi sono per lo più collocati sulla barra e con vibrazioni tintinnio tendono ad essere rilasciati. Per stringerli di nuovo, è nell’interesse che la tacca della testa è di tipo Phillips, vale a dire stella, dal momento che in questo modo possiamo ri-screw con la punta di una chiave inglese. Se è di tipo Allen (esagonale) dobbiamo assicurarci di avere una chiave di questo tipo su misura per la vite. Una vite allentata può saltare e disabilitare una barra o una maniglia.6. Fibbie zipperLe fibbie a cerniera Le fibbie adatte devono essere di metalli resistenti alla torsione per prevenire la rottura. Devono anche avere fori corrispondenti per passare un lucchetto che assicura la chiusura a mani avide e disoneste.7. Compartimenti interniLe valigie rigide spesso mancano di una buona compartimentazione interna quando la verità è che è molto interessante essere in grado di separare nei compartimenti i diversi oggetti che porteremo dei bagagli: computer, vestiti, materiale quaderni, scarpe, ecc. Più scomparti, purché siano ben pensati, meglio è.8. ImbottituraNel caso delle valigie flessibili, non è sufficiente con i compartimenti, ma è ideale avere aree imbottite per proteggere computer o compresse da urti.9. Le maniglieDove le ruote non possono rotolare, o quando si maneggia la valigia, un buon set di maniglie laterali e anteriori può essere molto utile per il trasporto dei bagagli. Più, meglio è, e se la valigia ha maniglie posteriori per trasportarla in modalità zaino, diventa già ideale.10. Il volume effettivoAlcuni sacchetti soddisfano le dimensioni della cabina (55 x 40 x 20 centimetri) ma mostrano un volume inferiore, sia perché incorporano ruote che sporgono o perché il loro compartismo non è ben progettato. Altri, d’altra parte, non solo danno il volume interno effettivo di circa 30 litri, ma hanno la possibilità di fare la valigia espandibile aprendo una cerniera, dando così di solito via un ulteriore 9 litri, per le aziende meno rigorose. Se non vuoi perderti nessuno dei nostri articoli, iscriviti alle nostre newsletter

Controlla anche

Sette cose da guardare prima di portare un'assicurazione di viaggio

Sette cose da guardare prima di portare un’assicurazione di viaggio

Settimana Santa, May Bridges… viaggi si avvicinano, all’interno del territorio nazionale o, se siete fortunati, …

I dieci miti più importanti sul Giappone che i turisti spagnoli credono

I dieci miti più importanti sul Giappone che i turisti spagnoli credono

Giappone, il paese dello shintoismo, la cultura zen e la tecnologia più all’avanguardia, tra le …

Fare un viaggio? Otto consigli per schivare la sindrome di classe economica

Fare un viaggio? Otto consigli per schivare la sindrome di classe economica

Sicuramente molti di noi sono attualmente in viaggio verso destinazioni lontane da casa per godersi …