Le cinque componenti più controverse dei deodoranti

Le cinque componenti più controverse dei deodoranti

Claudia, partner di avnotizie.itscrive il seguente testo in una e-mail: “Ciao, molte cose sono state lette o sentite sulla tossicità dei deodoranti e con così tante informazioni (o disinformazione) sono molto confuso. Non so se ne hai scritto. Si può scrivere su di esso?

Come dice giustamente Claudia, c’è una certa foschia intorno alle sostanze che vengono utilizzate per produrre un deodorante e più specificamente un antitraspirante, che induce confusione e polemiche. In generale, la maggior parte dei prodotti cosmetici sono interrogati non solo socialmente e dalle associazioni dei consumatori, ma sono anche monitorati e soggetti a revisioni periodiche da parte delle autorità competenti.

Il caso dell’odore delle ascelle e dei prodotti per la sudorazione non fa eccezione e si può dire generalmente che le varie agenzie per la sicurezza dei consumatori garantiscono l’uso di deodoranti e antitraspiranti e hanno sottoecontrollo le componenti che potrebbero essere dimostrate in futuro il loro pericolo. Come precedente, ad esempio, è il divieto in passato di utilizzare clorofluorcarburi negli spray deodoranti per il loro coinvolgimento nella distruzione dello strato di ozono.

Perché ‘cantare il sobon’?

Tuttavia, l’idea ha proliferato che sia i deodoranti che gli antitraspiranti, sia bar che roll, sono altamente velenosi senza distinguere molto bene tra l’uno e l’altro modalità di prodottoquando in realtà sia la loro composizione che la loro composizione scopo è diverso. Né un deodorante e un antitraspirante agiscono allo stesso modo sull’ascella.

Per capirlo è necessario spiegare prima il meccanismo con cui il volgarmente chiamato “sobaco” genera sudore e odore ad alcune persone. Tutte le persone sudano nella zona dell’ascella – alcune più e alcune meno, a seconda di molti fattori; non è solo la traspirazione, normale quando la temperatura corporea aumenta, ma anche la secrezione di alcune ghiandole che sono molto abbondanti in questa zona; le ghiandole apocrine.

Le ghiandole apocrinesecernono una sostanza lattiginosa e inodore che può contenere feromoni, che danno informazioni su di noi a persone del sesso opposto – si ritiene che non agiscano tra persone dello stesso sesso, tra le altre sostanze. Come diciamo queste secrezioni non hanno odore in se stessi, ma sono finalmente responsabili per il cattivo odore delle ascelle. Perché?

La ragione è che nel 19459004 la flora ascellarel’insieme di batteri che abitano le nostre ascelle, una parte particolarmente umida e protetta del nostro corpo e quindi favorevole alla crescita microbica. Alcuni batteri di questa flora, come Staphylococcus hominissono in grado di abbattere queste secrezioni e produrre sostanze odorose e gassose chiamate thioalcohols o thiols, che sono responsabili del cattivo odore.

Come funzionano i deodoranti e gli antitraspiranti?

Deodoranti e antitraspiranti hanno strategie diverse. I deodoranti cercano l’eliminazione dei batteri e il cattivo odore attraverso le fragranze. Per eliminare i batteri usano diversi antisettici dermatologici e per attaccare l’odore, lo contrastano con oli essenziali e aromi sintetici, alla ricerca di odori piacevoli per le persone che li usano.

Gli antiperspiranti si concentrano sull’eliminazione della secrezione delle ghiandole epocrine creando un film sull’ascella che satutes il poroso dove si trovano e non consente nemmeno la proliferazione di batteri. Cioè, vogliono eliminare la flora e prevenire la secrezione apocrina. Per fare questo usano sia antisettici che aderenti dermici, idratanti per la pelle e sali metallici.

Tra tutte queste sostanze ci sono alcune che generano polemiche e sono anche direttamente dichiarati inconvenienti e pericolosi dalle associazioni degli utenti, mentre le agenzie statali per la salute e la sicurezza sono ritenute valide o essi sono regolarmente rivisti, ma al momento non disapprovano.

A quali sostanze è stato accusato di essere pericoloso?

1. L’alluminio

L’alluminio è stato fonte di molti sospetti sulla salute per decenni; alcuni di loro meritano un po ‘di attenzione e altri no. Nel caso degli antitraspiranti, i sali di alluminio vengono utilizzati per sigillare fisicamente l’uscita delle secrezioni epocrine. È stato obiettato che tale sigillo può essere scomodo per il sudore, ma all’alluminio non è stato dimostrato di passare attraverso la pelle al corpo.

Inoltre, nell’improbabile caso che lo facesse, l’alluminio, il cui eccesso non è certamente raccomandato, può essere espulso dalla maggioranza di persone, in modo che non ci siano prove che si accumuli. Infatti, ingeriamo alluminio da vari alimenti che lo contengono.

2. Ftalati

Sono l’essenza del classico odore di colla o colla e vengono utilizzati per incollare la pellicola antitraspirante alla pelle. È vero, come abbiamo visto in questo articolo sugli smalti per unghie, che gli ftalati sono un prodotto pericolosoma finché vengono ingeriti o inalati ed entrano nel flusso sanguigno. Oltre a causare avvelenamento, sono considerati un disgregatore endocrino quando provengono da imballaggi di plastica. Tuttavia, non ci sono prove che possano passare imeticamente nel flusso sanguigno. Né sono in una quantità così grande che quando sentiamo l’ascella li inaliamo.

3. Parabens

Ampiamente utilizzato nei cosmetici, conservanti sono utilizzati negli antospiranti, in modo che assorbono bene l’epidermide della zona e diffondere la crema. Essi sono accusati di essere interferenti endocrini e diverse leggi limitano l’uso di alcuni di loro secondo le persone e le aree del corpo, ma in generale la maggior parte sono ammessi negli adulti. Tuttavia, sono in continua esame. Propylparaben e butylparabenper esempio, e nonostante siano ammessi dallo standard europeo, sono sospettati di alterare il sistema ormonale, quindi non sono raccomandati in aree vicine a mucosal. Un recente studio mette in dubbio i pericoli di tutti loro.

4. Triclosan

È un antisettico ampiamente usato in shampoo antibatterici, creme per l’acne e altre applicazioni di rimozione dei batteri. Si critica che se penetra attraverso le ghiandole nel flusso sanguigno potrebbe raggiungere la flora intestinale e sbilanciarla, e c’è anche uno studio che assicura che questo sia il caso.

Egli è anche accusato di essere un disgregatore endocrino che provoca alterazioni dell’ormone tiroideo, quindi vale la pena preoccuparsi di come può raggiungere l’ambiente quando facciamo la doccia e rimuovere i resti. Un’altra critica a questo composto è che non distingue tra flora ‘buona’ e flora ‘cattiva’che potrebbe favorire la comparsa di funghi o altri batteri che potrebbero anche causare cattivi odori.

5. Fragranze sintetiche

Questa sezione fa particolare riferimento ai deodoranti, in particolare ai deodoranti spray. Alcuni prodotti come butylphenyl metylpropinalun aldeide noto anche come lilial, sono considerati da alcune organizzazioni come disgregatori endocrini. Sei anche responsabile di alcune allergie.

Al momento ha l’approvazione delle autorità europee, anche se l’ultima revisione del comitato scientifico europeo per la sicurezza dei consumatori chiede che venga dichiarata non sicura. Di conseguenza, l’industria sta già lavorando per sostituirlo con un’altra aldeide più sicura, ninfale. 

Se non volete perdervi nessuno dei nostri articoli, iscrivetevi alle nostre newsletter

Controlla anche

Cinque stufati tipici spagnoli (con 5 vini rossi) per affrontare l'inverno

Cinque stufati tipici spagnoli (con 5 vini rossi) per affrontare l’inverno

Lo stufato è un pasto tipico spagnoloE ‘molto nutriente e perfetto per l’inverno, che in …

Quanti tipi di sidro ci sono?

Quanti tipi di sidro ci sono?

Proprio come il vino, il sidro era già in atto ai tempi degli Ebrei, degli …

Dammi la lattina: sette modi pratici per riutilizzare questa confezione a casa.

Dammi la lattina: sette modi pratici per riutilizzare questa confezione a casa.

Andy Warhol li ha trasformati in arte, anche se la maggior parte dei mortali li …