Senza precedenti misure. La spagna è entrata in una nuova e inedita fase, nel tentativo di fermare la diffusione del coronavirus. “Il contenimento rinforzato”, è stato chiamato il ministro della Salute, Salvador Illa, per annunciare che sono stati la sospensione di tutte le classi per 15 giorni nella Comunità di Roma, La Rioja, comunità che si è unito al divieto di martedì – a Vitoria, Labastida e Laguardia (paese Basco).

Questa fase, prima di mitigazione nasce dall’osservazione che, in entrambi Roma e Vitoria, sono aree di “alta trasmissione”. Nella Comunità di Roma ha confermato che questo lunedì che l’accumulo di 578 casi, più che doppio rispetto a 24 ore prima. Nel paese Basco sono stati 149. In Spagna, all’ultimo minuto, c’era stato un 1.204 infezioni. I fuochi più attivi erano nel quartiere madrileno di Valdemoro e la città di Vitoria.

Oltre alla chiusura delle scuole, collegi, asili nido e le università, il Ministero della Salute ha raccomandato che, per facilitare il telelavoro nelle aziende, e “sciogliere gli orari e escalonen turni”. Illa è anche considerato auspicabile evitare l’incontro faccia a faccia.

Tutte queste misure sono ancora al di fuori degli scenari più gravi che comportano l’uso di limitazione o divieto di grandi incontri. I responsabili per la Salute Pubblica hanno ribadito che è alla ricerca di “azioni adattato ad ogni situazione epidemiologica”.

La chiusura della scuola, in questi due punti hanno una dimensione molto diversa. La Comunità di Roma è una regione di 6,6 milioni di abitanti, con quasi 1,5 milioni di studenti che frequentano la classe 3.647 istituzioni educative: 1.884 pubblico e 557 concluso, oltre a 1.206 privato. 2.311 sono per gli studenti di scuola materna e della scuola Primaria. Aggiungere 464 High school e il 601 che forniscono scuole Primarie e Secondarie, secondo i dati del ministero dell’Istruzione.

Lo stesso come nei paesi Baschi colpisce una città come Vitoria di 251.000 abitanti e un nucleo di poco più di 1.400 (Labastida). Educazione stima che ci sono circa 52 ‘ 000 studenti e studentesse che saranno arrestati nelle loro attività scolastiche da martedì.

Il direttore esecutivo dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, Michael J. Ryan, ha analizzato questo lunedì che il contenimento resta fondamentale. Quando è stato chiesto la chiusura della scuola in Italia, ha dato l’esempio di isolamento della malattia nella regione Cinese di Wuhan: “la Cina è stata in grado di con la situazione perché c’erano due o tre Wuhan”, ha assicurato. “Qualsiasi misura garantisce per evitare che ci sia una trasmissione, ma rallenta e dà il tempo per il servizio sanitario per concentrare gli sforzi dove c’è la malattia e le altre aree per preparare se stessi”, ha spiegato Ryan.

In questo senso, contenere la diffusione del virus e la malattia provoca, COVID-19, allevia la pressione che sarà il supporto per i sistemi sanitari che già occupano un numero significativo di pazienti e le persone che ritengono di essere stati infettati. Precisamente, l’hospital de Valdemoro a Roma ha sofferto di un eccesso di offerta che ha finito per monopolizzare posti nel reparto di terapia intensiva. I nuovi pazienti sono stati trasferiti in altri centri come di Collado Villalba e il Jiménez Díaz Fondazione a Roma.

La crescente domanda ha costretto il ministero della Salute, per ripensare l’organizzazione del Servizio Regionale di Salute: 300 assunzioni per il consolidamento e lo studio della possibilità di ritardare l’ospedale di attività non urgente, per affrontare la crisi del coronavirus.

A Vitoria, per l’attenzione alle possibili infetti e diagnosticato è stato aggiunto che COVID-19 ha raggiunto, per il personale medico dell’ospedale de Txagorritxu nei servizi di medicina interna, dell’urgenza e follow-up della famiglia oltre ai pazienti. L’overflow è stato sentito nel centro vittoriano.

Terreno sconosciuto

“Ci saranno ulteriori misure”, hanno messo in evidenza dal Ministero della Salute per lunedì. Che la Spagna si sta imbarcando in un nuovo campo-ha evidenziato il presidente del Governo, Pedro Sanchez, quando dico che si tratta di tracciare un piano di azione per attutire gli effetti economici del coronavirus. Sanchez ha detto che, con la collaborazione di sindacati e associazioni di imprese, anche se non c’è stata alcuna concretezza: come l’indirizzo bassa per prendersi cura dei minori, se ci sarà il supporto per il telelavoro,…

L’OMS ha avvertito lunedi che “la minaccia di una pandemia è diventato molto reale” a causa del numero di casi e paesi che hanno riferito di infezioni: da 100.000 infetti in 110 paesi. Tuttavia, 79 di questi paesi hanno meno di 100 casi, permettendo loro di “tagliare dal basso”, la catena di trasmissione di informazioni, sono stati indicati. Solo sei paesi hanno rilevato la presenza di più di 1.000. In Cina non sono stati diagnosticati con qualsiasi nuovi pazienti al di fuori di Wuhan in due giorni e a ground zero sono stati 100. Il secondo paese con il più malato, Corea del Sud, sono in declino.

“Con una pandemia o senza di essa, la regola in questo gioco è sempre lo stesso: non arrendersi” riassunta il direttore generale dell’istituto, Tedros Adhanom Ghebreyesus.