La luna piena influenza la qualità del nostro sonno?

La luna piena influenza la qualità del nostro sonno?

Carlos, lettore e partner di avnotizie.it, commenta nel corpo di una e-mailNon sono molto portato a credere nell’influenza che la luna ha sugli esseri umani, sono piuttosto scettico. Tuttavia, ho scoperto che a seconda della fase lunare (soprattutto quando è piena) ho difficoltà a dormire. All’inizio pensavo fosse una coincidenza, ma mi è successo troppe volte in diversi periodi dell’anno per essere proprio questo. Ho letto degli articoli a riguardo ma non so se ci sono delle prove scientifiche dietro, potrebbe chiarire?”.

Abbiamo suggerito a Carlos attraverso una e-mail che potrebbe essere a causa di la più alta intensità luminosa che si verifica nelle notti di luna pienaQuesto inibirebbe parzialmente o ritarderebbe la secrezione di melatonina, l’ormone del sonno, ma lui risponde subito: “Dormo in una stanza che si affaccia su un cortile interno con poca luce, eppure chiudiamo le tende con la calce. Non ho mai avuto problemi, e non ne ho mai avuti, a dormire con la luce.

Sembra esserci un collegamento, ma le cause sono sconosciute

Di fronte a una tale risposta siamo inclini a chiedere l’esistenza di studi che affrontano l’influenza delle fasi lunari nella maggiore o minore difficoltà di addormentarsi. Sono poche, la più famosa è una prova del 2013 di 33 persone tra le 25 e le 74, condotta dall’Università di Basilea (Svizzera). Ha studiato l’attività cerebrale durante il sonno, così come i livelli di cortisolo, ormone legato allo stress e la vigilanza.

I risultati sono stati che nei giorni che hanno preceduto la luna piena, le persone hanno testato hanno registrato una riduzione fino al 30% del loro sonno profondo. Inoltre, si sono addormentati con un ritardo crescente fino a cinque minuti. E infine, dormivano venti minuti in meno; il tempo del sonno si accorciava con l’avvicinarsi della luna piena e si allungava con l’allontanarsi della luna.

Un’altra caratteristica rilevante dello studio era che né le persone studiate né i ricercatori conoscevano l’oggetto dello studio. Anche che lo stesso è stata effettuata in condizioni di totale oscurità e di isolamento dall’esterno. Nonostante questi risultati, i ricercatori hanno potuto solo concludere che sembrava esserci una relazione tra la luna e la qualità del sonno, senza poter dire cosa fosse. E’ stato sottolineato che la minore secrezione di melatonina da parte della maggiore luce ambientale prima di andare a letto, ma anche che si trattava di cicli appresi che portiamo con noi come rifiuti evolutivi di altri tempi.

Lavoro inconcludente

Tuttavia, nel 2014, il ricercatore dell’Università di Oxford Vladyslav Vyazovskiy, ricercatore del sonno dell’Università di Oxford, ha pubblicato un’analisi dei lavori esistenti sull’argomento in cui ha concluso che la forza del lavoro era abbastanza relativa, dato che studiato un periodo di tempo troppo breve per permettere di avere schemi chiari.

Inoltre, si può leggere nelle conclusioni del lavoro di Vyazovskiy: “Tre studi hanno analizzato retrospettivamente diverse serie di dati per valutare se c’è un effetto della fase lunare sul sonno umano. I risultati e le conclusioni differiscono. Fino a quando non verranno condotti esperimenti appositamente progettati, controllando le variabili chiave, questo problema rimarrà aperto. Quindi secondo questo ricercatore il rapporto tra luna piena e sonno non può essere confermato.

La luna, le maree e i pazzi

Tuttavia, al di là del sonno, le fasi lunari sono state a lungo associate agli stati d’animo delle persone. Non ci sono studi che provino il mito che con la luna piena ci siano più crimini, risse o suicidi, ma secondo lo psichiatra americano Thomas Wehr, c’è una relazione tra i cicli maniaco-depressivi di alcune persone e le diverse fasi lunari.

Wehr, ora in pensione, ha studiato per molti anni i cambiamenti di fase di una serie di pazienti bipolari noti come “ciclo breve”.perché ogni due settimane passavano dalla depressione all’euforia in modo molto regolare. Nelle sue osservazioni ha stabilito due gruppi: quelli con un ciclo di 14,8 giorni e quelli con un ciclo di 13,7 giorni. Egli ha notato che la luna nuova, o luna nera, dura 14,8 giorni, mentre la luna piena che culmina questo processo si verifica ogni 29,5 giorni.

Cosa può avere a che fare la psiche con la luna? Wehr trova un legame di questi comportamenti con l’espressione latina “pazzo”, che definisce qualcuno stravagante e irrazionale forse soggetto ai cambiamenti della luna. Lo psichiatra lo ha spiegato nella sua pubblicazione di l’effetto gravitazionale che la lunaSi allinea con il sole nella nuova e piena fase, influenzando così diverse parti degli oceani, che li decompone e genera le maree.

La risposta potrebbe essere magnetica

E’ abbastanza interessante, le maree seguono due cicli, uno con un picco alto ogni 14,8 giorni e uno più basso ogni 13,7 giorni. D’altra parte, il mare è un liquido carico di ioni, cioè di elettroni, quindi quando si muove e dà origine alle maree, genera un campo elettromagnetico che, sebbene non grande, può influenzare il nostro cervello.

È noto che il nostro cervello è sensibile a certe onde dei campi elettromagneticie che alcune mosche attivano i loro orologi biologici con impulsi elettromagnetici che raccolgono una proteina nell’occhio chiamata crittocromo. Una versione di questa proteina sembra essere presente anche nei mammiferi come i cani o i primati, secondo una ricerca del Max Planck Institute for the Study of the Brain.

L’articolo è stato pubblicato nel 2016 e in esso i ricercatori hanno chiarito che, sebbene questo tipo di proteina sia comune in molte specie lungo la catena evolutiva, non sembra avere una presenza, o almeno un ruolo rilevante, negli esseri umani. Tuttavia, altri scienziati sostengono di essere sulla strada giusta per trovare la risposta alla sensibilità umana all’elettromagnetismo.

Se non volete perdervi nessuno dei nostri articoli, iscriviti alla nostra newsletter

Controlla anche

Come fare una vacanza per la videoconferenza per evitare la relegazione

Come fare una vacanza per la videoconferenza per evitare la relegazione

Avendo un compleanno, durante il corrente quarantena vincolato dalla pandemia coronavirus può essere un po …

Scrivere la poesia per affrontare la quarantena: consigli per i principianti

Scrivere la poesia per affrontare la quarantena: consigli per i principianti

È normale che i giorni di reclusione richiesti dalla pandemia coronavirus sono i loro effetti …

Quali farmaci sono stati studiati contro il coronavirus?

Quali farmaci sono stati studiati contro il coronavirus?

Il nuovo coronavirus, che ha ricevuto il nome di SARS-COV-2, è stato osservato per la …