L’emicrania è molto più di un mal di testa. È considerato un disturbo neurologico cronica che, oltre a manifestarsi come un intenso mal di testa, può essere accompagnata da vomito, intolleranza alla luce e al suono, ecc. e di solito dura da ore a tre giorni.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) lo classifica come l’ottava malattia più invalidante e, secondo i dati dell’Associazione spagnola per l’emicrania e il mal di testa (AEMICE), colpisce il 12-15% della popolazione, soprattutto donne e tra i 18 ei 44 anni.

Stress, disturbi del sonno o cambiamenti ormonali sono alcuni dei fattori che possono influenzare la comparsa dell’emicrania. È anche noto per essere ereditario: Si ritiene che il 90% delle persone con emicrania abbia una storia familiare. Ma i geni e i fattori descritti non sono gli unici.

Sebbene non sia stato dimostrato che alcuni alimenti scatenino l’emicrania, è stato dimostrato che alcuni cambiamenti dietetici può aiutare a gestire i sintomi dell’emicrania.

Si crede che batteri intestinali fanno la loro parte: il cervello e il tratto gastrointestinale sono collegati attraverso varie vie cerebrali, endocrine e immunitarie. Le alterazioni del microbiota intestinale possono portare a una risposta infiammatoria che, a sua volta, può provocare la comparsa di emicrania.

Alcuni trigger Comune degli alimenti sono:

Un modo semplice per visualizzare i trigger è tenere traccia Diario dettagliato di tutto ciò che mangiamo e osserviamo quando compare l’emicrania. Osserva attentamente il cibo consumato nelle ultime 24 ore (alcuni fattori scatenanti causano sintomi immediatamente, altri poche ore dopo).

Una volta identificati, dobbiamo stare attenti eliminarli dalla nostra dieta perché la dieta che rimarrebbe potrebbe essere molto limitata. È importante consultare il medico specialista per aiutarci a pianificare l’opzione ottimale.

L’emicrania non può essere curata, ma un trattamento adeguato può alleviare il dolore e prevenirne l’insorgenza. La prevenzione è, quindi, fondamentale e gli alimenti che possono aiutarci a condurre una vita più sana sono, secondo le raccomandazioni delle linee guida dietetiche americane (DGA):

Se non vuoi perdere nessuno dei nostri articoli, iscriviti alle nostre newsletter