Alberto, un partner della rivista.è scriviamo il seguente testo: “Ciao: io sono un lettore del vostro articoli da quando sono nato ConsumoClaro e partner journal.è dal giugno del 2014. Vorrei tratarais il tema del bere kombucha. Non si hanno benefici per la salute, ciò che la ricerca ci è di circa il consumatore, quali possibili effetti negativi potrei avere?”.

Che cosa è il kombucha?

Il kombucha è una bevanda a base di tè zuccherato viene esposta per la fermentazione una colonia microbica gel, precedentemente conosciuto come “fungo di inmoratildad’, soprattutto in Cina, o ” fungo del tè in Giappone e la Russia. È considerato dalla regione Manciuriasul bordo orientale della Cina, dove è una bevanda tradizionale e rituale per alcune tribù della zona.

Il kombucha è venuto in Europa nei primi anni del XX secolo e fu oggetto di numerose indagini in cui si è scoperto che la realtà di ciò che è stato pensato per essere un fungo simile a quella frementan birra o pane, è un simbiotico colonia funghi gelatinoso e batteri che agiscono coordinately ed è conosciuto come “zooglea’.

Inizialmente chiamato Medusomyces gisevima i ricercatori hanno fatto in modo che era composto da ceppi e mista di batteri e lievitiin una miscela gelatinosa. Così, il ‘fungo del kombucha’ ceppi di Il Batterio xylinum, Gluconobácter gluconobacter e funghi Saccharomycodes ludwigii, Saccharomyces cerevísiae, Schizosaccharomyces pombe, Pichia fermentans o Zygosaccharomyces bailii.

A seconda del tipo di tè è fermentato, le condizioni di temperatura, quantità di zucchero, ecc, le popolazioni di microrganismi membri della zooglea possono variare. D’altra parte, durante la fermentazione del kombucha produce alcool etilico e acido acetico in aggiunta ad altri prodotti. L’etanolo deriva dalla fermentazione degli zuccheri da funghi; l’acetato dell’azione di batteri fermentativi.

A misura che aumenta l’acidità e il grado alcóholico, che può raggiungere il 7%, i batteri scomparire dal fungo kombucha e rallentano l’attività fino a quando si raggiunge il tempo in cui la bevanda può essere consumato in modo ottimale. Questa è una birra con gusto acido e dolce allo stesso tempo proprietà emozionante, a causa della caffeina che contiene, e per il quale sono state attribuite molte proprietà medicinali.

Ha proprietà curative?

Sia per i suoi rituali e antiche, la sua origine è misteriosa e lontana, e l’ipotesi che si dispone di alcuni composti sono di alta poteri medicinali, il kombucha ha guadagnato in Occidente il profilo di una meravigliosa bevandaanche in relazione a l’immortalità del suo nome cinese. Non è detto che sia un bene per disturbi intestinali, per la pelle, per prevenire la perdita dei capelli, per il vigore sessuale, come prevenzione contro il cancro, per rafforzare il sistema immunitario, prevenire la tubercolosi e di alcune altre virtù più.

Per cominciare, in realtà, la questione dell’immortalità si riferisce alla colonia di gelatina-come, o zooglea, che ha una elevata capacità di rigenerare e mantenere attivo se è correttamente alimentato con il tè e lo zucchero, non che ci conferisce l’immortalità a noi. Questa è una caratteristica, d’altra parte, i lieviti, come si verifica con il pane a lievitazione naturale. Infatti, in cerchio inizia a parlare di ‘la madre di kochumba’ per consultare la cultura di zooglea.

Inoltre, nel 1952, un russo Istituto medico di Epidemiologia del Kazakistan estratti dal fungo attivo, che ha chiamato medusomicetinache è risultato avere proprietà antibiotiche contro gli stafilococchi, tifo, paratifus A e B, disenteritis e difteritis. Nel 1956 da un altro medico, un russo, N. M. Ovchinnikov, è stato trovato dai test con cavie che il kombucha ha ritardato lo sviluppo della tubercolosi.

Ma al di fuori di queste prove c’è molto di più della letteratura scientifica a sostegno delle sue presunte virtù. Tuttavia, se ingerito, al momento giusto, può essere un contributo di alcune vitamine e in particolare i probiotici, ossia microrganismi che contribuiscono a migliorare la salute della nostra flora intestinale.

Il rischio di contagio

Quindi, se ci sono alcune leggende metropolitane che circolano e anche in alcuni casi, professionisti prescrivere il kombucha come l’uso di droghe. Infatti, il suo consumo si è diffuso come una moda oltre l’uso medicinale, e viene inghiottito in seguito alla sua home-brewed, che, secondo molti esperti, può essere estremamente tossico se non hai molta esperienza nella gestione del zooglea e inoltre è scrupolosamente igienico.

Il motivo è che per essere un “organismo vivente”, il kombucha può ricevere durante la fermentazione numerose contaminazioni batteri e funghi dannosi per la nostra salute. Se non facciamo una fermentazione alta acidità e gradazione alcolica, che è in grado di eliminare queste contaminazioni, e beviamo la birra troppo presto, corriamo il rischio di intoxicarnos.

A questo proposito, sono stati rilevati con una certa frequenza in campioni di contaminazione da muffe Aspergillusche genera aflatossine epatotossici, quindi questo non è un raccomandato bevanda i pazienti con problemi di fegato o di rene. Sono state individuate anche le contaminazioni da batteri del genere Salmonella, Shigella, Staphylococcus aureal diapason, Helicobacter pylori e diversi agenti patogeni particolarmente pericoloso, senza che nulla sappiamo dell’azione del misterioso antibiotico ‘medusomicetina’.

Vale a dire, più di una meravigliosa bevanda, il kombucha prodotta a mano senza esperienza una bevanda pericolosa i medici consiglia di astenersi persone con sistema immunitario depresso. Non c’è letteratura clinica che riguarda i problemi di acuta intestinale ed epatica in pazienti con HIV ed epatite che hanno consumato più volte kombucha.

Infine, c’è il kombucha realizzato in modo industriale, che viene commercializzato sotto forma di una bevanda già fermentato e comodamente sterilizzati dopo diverse prove microbiologiche. Certamente è esente dal pericolo di avvelenamento, batterica o fungina, ma d’altra parte, possiede anche dei probiotici che sono benefiche e fu lasciato solo in una delle bevande alcoliche e zuccherate.

Se non si vuole perdere qualsiasi dei nostri articoli, iscriviti alla nostra newsletter