L’inverno è la stagione in cui ci si ammala. Raffreddore e starnuti sono comuni durante i mesi più freddi. Tendiamo a pensare che il freddo abbia qualcosa a che fare con questo. Ma che ne sarà di noi? Abbiamo più a che fare con il raffreddore che con il freddo? Per molti, l’associazione del freddo con il raffreddore è probabilmente si è evoluto da una confusione. Anche se l’aria fredda e le malattie respiratorie sono collegate, questo rapporto va oltre la semplice affermazione “il freddo causa il raffreddore”.

Come prendiamo il raffreddore

Prima di entrare nei dettagli, è importante esplorare il modo in cui prendiamo il raffreddore. Si stima che più di 200 virus che causano sintomi da freddo e i rinovirus sono i maggiori colpevoli. Questi virus si trasmettono principalmente nell’aria con starnuti o tosse, dove atterrano su superfici come mani, tastiere, porte, ecc. Toccando una superficie contaminata e mettendo poi la mano nella bocca o nel naso, il virus può entrare nel vostro corpo. Può essere trasmessa anche attraverso la saliva o condividendo bevande o utensili da cucina.

Una volta dentro, il virus inizia a lavorare per combatterlo mandando fuori i globuli bianchi per difendersi; se il sistema immunitario non conosce quel ceppo del virus, molto probabilmente si ammalerà. A seconda di come va il sistema immunitario, il raffreddore può essere più mite o più grave. Quindi, è necessario mettersi in contatto con i rinovirusla causa del comune raffreddore, per prendere un raffreddore. Questi raggiungono il loro picco in primavera e in autunno, mentre i virus influenzali lo fanno in inverno. Si stima che il 30-25% di tutti i raffreddori adulti siano causati da rinovirus.

Il freddo ci fa ammalare?

Ora, una volta che conosciamo il processo di come si prende un raffreddore, possiamo affrontare se è davvero il freddo a causarlo o se si tratta solo di una falsa credenza. In realtà, non è il freddo che causa il comune raffreddoreè quello che facciamo quando fa freddo. In termini di malattie infettive, sono i germi a farci ammalare, non il freddo in sé. Allora perché ci ammaliamo più spesso durante l’autunno e l’inverno quando fuori fa freddo? Alcune ragioni che potrebbero spiegare tutto questo sono:

  • Perché c’è una minore umiditàche fa sopravvivere meglio il comune virus del raffreddore. Inoltre, diminuendo la quantità di acqua nell’aria si può asciugare il rivestimento mucoso del naso, che è una prima linea di difesa essenziale per il sistema immunitario intrappolando gli agenti patogeni prima che entrino nell’organismo.
  • Perché ci chiudiamo in casa più frequentemente e quindi aumenta l’esposizione ai germi. I virus si diffondono più facilmente in luoghi chiusi, come scuole o centri commerciali affollati, quindi la probabilità di trasmettere germi è molto più alta.
  • Perché il sistema immunitario rallenta. Quando fa freddo, la risposta immunitaria può essere più lenta. Nella ricerca condotta dall’Università di Yale, esperti hanno infettato i topi con il comune virus del freddo e testato la risposta del loro sistema immunitario a diverse temperature. A temperature più fredde, le cellule che ricoprivano i nasi dei topi erano molto peggiore nel combattere il virus.

Quindi, le prove mostrano che il freddo indebolisce le difeseE’ l’ultima goccia in termini di maggiore stress e riduzione dell’immunità. Il nostro mondo è pieno di microbi con il potenziale di causare infezioni, ma pochi causano malattie, e questo grazie al nostro sistema immunitario.

Quando siamo disidratati, privi di sonno e mangiamo male, esauriscono le risorse di cui il nostro corpo ha bisogno. E quando la temperatura cambia, aggiunge nuovo stress al nostro corpo. Quindi, non è solo l’aria fredda che provoca il freddo, ma l’aria fredda e secca facilita la diffusione dei virus.

Il freddo, una causa indiretta

Il freddo non ci fa più ammalare, i germi sì. Anche se è anche vero che, secondo diverse indagini, su Il freddo può creare condizioni che aiutano questi germi a sopravvivere e si diffonde. Questo perché lo strato lipidico del virus diventa più duro a temperature più fredde. Ciò significa che il virus è più attivo e più resistente.

Mentre andare fuori al freddo senza giacca non provoca il raffreddore, l’ipotermia (il calo della temperatura corporea) sopprime l’immunità, aumentando il rischio di provocare raffreddori. In un curioso studio dell’Università di Cardiff, gli esperti hanno dimostrato che Anche i piedi freddi possono aiutare a prendere il raffreddore.

La ricerca consisteva in raffreddare i piedi dei volontari con acqua fredda per 20 minuti. Quasi tutti hanno preso il raffreddore dopo 4-5 giorni. Il motivo è probabilmente dovuto al fatto che i raffreddori causano la costrizione dei vasi sanguigni nei nostri nasi e riducono la capacità di combattere le infezioni.

Infine, la cosa più importante da ricordare durante la stagione fredda è di proteggersi dai germi quando si è in mezzo ad altre persone. I virus si diffondono principalmente attraverso il contatto da persona a persona, quindi è una buona idea lavarsi spesso le mani correttamente e usare un fazzoletto per coprire la bocca e il naso quando si starnutisce o si tossisce.

Se non volete perdervi nessuno dei nostri articoli, iscriviti alla nostra newsletter