I vantaggi di avere le immagini sulle pareti di casa tua

I vantaggi di avere le immagini sulle pareti di casa tua

Per anni, architetti e designer hanno tenuto conto del rapporto degli individui con l’ambiente nella creazione di spazi e ambienti. Cominciano da la cosiddetta psicologia ambientaleche si concentra sul rapporto tra comportamento e ambiente e basa i suoi studi sull’esame di processi fondamentali come la percezione dei paesaggi e degli edifici da parte di un individuo o di un gruppo di individui.

Opere come quelle realizzate da Robert Gifford, professore di psicologia presso la Scuola di Studi Ambientali dell’Università di Victoria (Canada), hanno quindi un impatto su l’importanza delle interazioni con lo spazio e come influenzano il comportamento e la salute mentale degli individui. Qualsiasi spazio in cui ci troviamo – strade, trasporti pubblici e locali, luogo di lavoro, scuola o casa – ha un’influenza positiva o negativa sul nostro benessere.

Come spiega Harold M. Proshansky in Psicholgia ambientale: l’uomo e il suo ambiente fisico (1970): “Il mondo costruito dall’uomo, sia esso una scuola, un ospedale, un appartamento, una comunità o una strada, è semplicemente una particolare espressione del sistema sociale che determina in generale le loro attività e le loro relazioni con gli altri. Gli spazi, le caratteristiche di questi, le persone che vi si trovano e le attività a cui sono consegnati rappresentano sistemi importanti per il singolo partecipante e quindi influenzano le loro risposte all’ambiente.

Spazi benessere e colori

Tenendo conto dei fondamenti della Psicologia Ambientale, i professionisti dell’interior design cercano di creare spazi in cui comfort e benessere individuale vanno di pari passo. In questo modo, il metodo spazi spaziosi e ben illuminati sono legati alla tranquillità e alla quiete. Allo stesso modo, la presenza della luce e la visione dei paesaggi naturali sono associati ad una qualità di vita ottimale, motivo per cui sono così socialmente apprezzati.

Altri fattori presi in considerazione per la creazione e la decorazione degli spazi sono le texture degli oggetti e la gamma cromatica dei colori. C’è un’abbondante bibliografia su l’influenza dei colori sul nostro stato d’animo. Già nel 1810, il poliedrico Goethe osò studiare il colore dalla percezione umana.

Modificando l’aereo allo stesso Newton, il genio tedesco si differenziava dallo spettro visibile del primo. Inoltre, ha conferito un significato simbolico ai colori che, in qualche modo, ha posto le basi per ulteriori studi estetici e psicologici sui colori. Il giallo è sereno e allegro; il blu sarebbe legato a stati scuri e malinconici; il verde è presentato come gratificante; e il rosso combina la dignità con un’attrazione irresistibile.

Da parte sua, il medievalista Michel Pastoreau ha scritto nel 2010 il saggio I colori dei nostri ricordi in cui si affermava che lai colori primari in Occidente sono di colore bianco, nero, rosso, rosso, verde, giallo e blu, mentre i colori arancione, rosa, viola, marrone e grigio sono considerati “semicolori” o “seconda fila”.

Quindi, anche se non ci sono conclusioni scientifiche incontrovertibili.E’ innegabile che i colori hanno un forte effetto sulla percezione e sugli stimoli, oltre ad essere storicamente e culturalmente legati a specifici valori. A quelli già citati potremmo aggiungere l’eleganza e la sobrietà del nero, la purezza e la delicatezza del bianco o il dinamismo e la spontaneità dell’arancio.

Vernici antistress

Coniugando spazi e colori si arriva alla pittura. Sappiamo che il disegno e la pittura sono discipline artistiche che, come il resto, richiedono concentrazione e introspezione. Esistono studi che, inoltre, fanno riferimento a come l’arte può proteggere dal declino delle funzioni cerebrali che si verifica con l’età. Inoltre, uno studio dell’Università di Westminster ha dimostrato che i livelli di stress sono diminuiti dopo una visita ad una galleria d’arte durante l’ora di pranzo, proprio come ha preso il microfono.

Nel caso di quadri appesi a casa, non c’è alcuna conclusione scientifica che dimostri la loro capacità di influenzare i nostri livelli di stress, ma sembra logico pensare che la loro presenza in una certa parte della casa risponda alla nostra scelta. Pertanto, la sua funzione decorativa è quella di fornirci una sensazione di benessere, ordine ed equilibrio estetico.

Si potrebbe dire che, al di là delle finestre, con il loro ingresso di luce e viste esterne, i quadri sulle pareti della casa sono backwaters di tranquillità che fornirci piacevoli sensazioni e stati d’animo. Che si tratti di un’opera astratta o figurativa, una natura morta o un ritratto, un paesaggio naturale o una scena urbana, una tela o un acquerello amatoriale, la pittura deve trasmettere emozioni che ci permettano di stare bene nell’ambiente scelto.

È la “pace della mente” a cui si riferisce lo scrittore giapponese Junichiro Tanizaki nel suo famoso saggio. Elogio dell’Ombra quando descrive il perfetto connubio con lo spazio. Tuttavia, il romanziere giapponese non ha pensato proprio alle opere pittoriche, ma che il suo ideale di serenità è stato trovato nei bagni Stile giapponese.

A questo proposito, ha scritto: “Sempre lontano dall’edificio principale, sono situati al riparo di un boschetto da dove ci raggiunge. un odore di verde e muschioDopo essere passati per raggiungere una galleria coperta, accovacciati nel buio, immersi nella luce soffusa degli shöji e assorbiti nei vostri sogni ad occhi aperti, contemplando lo spettacolo del giardino che si apre dalla finestra, provate un’emozione impossibile da descrivere”. Ognuno, quindi, ha le proprie preferenze estetiche nella scelta degli oggetti e degli spazi di relax.

Se non vuoi perderti nessuno dei nostri articoli, iscriviti alla nostra newsletter.

Controlla anche

Perché alcune persone sono sempre in ritardo?

Perché alcune persone sono sempre in ritardo?

Il mondo potrebbe essere diviso in due grandi gruppi: quelli che arrivano in orario e …

Sei motivi di salute per fare spesso la sauna

Sei motivi di salute per fare spesso la sauna

Le saune sono spesso associate alla Finlandia. In effetti, la parola “sauna” deriva dalla lingua …

Le conseguenze di un consumo eccessivo di latte di soia

Le conseguenze di un consumo eccessivo di latte di soia

Aldo, lettore e partner di avnotizie.it, fa la seguente richiesta nel corpo di una e-mailDi …