L’acido urico viene prodotto quando il corpo scompone le sostanze chimiche chiamate purine. È destinato a essere un prodotto di scarto dissolvendosi nel flusso sanguigno, fluendo attraverso i reni e lasciando il corpo nelle urine.

Ma può accadere che l’acido urico nel sangue non filtra bene e raggiunga livelli elevati, superiori a 0,42 millimoli per litro, che è noto come iperuricemia e questo può porre fine alla formazione di cristalli nei tessuti.

Se questi finiscono nelle articolazioni (soprattutto le dita delle mani e dei piedi), può provocare un attacco di gotta, un tipo di artrite che si manifesta con dolori articolari improvvisi e insopportabili e colpisce tra l’1 e il 6,8% della popolazione, secondo uno studio pubblicato in Natura. Sebbene a volte sia necessario curare la gotta con farmaci, in alcuni casi lo stile di vita, come la dieta e l’attività fisica, può aiutarci molto a ridurre questi livelli.

Le purine si trovano naturalmente nel corpo ma anche in alcuni alimenti. Sebbene non siano del tutto cattivi, è consigliabile evitare di consumarne grandi quantità, soprattutto se si hanno problemi a scomporli. Gli alimenti con un basso contenuto di purine sono:

Un altro aspetto nutrizionale che aiuterà a mantenere basso l’acido urico è a buona idratazione, perché l’acqua aiuta il corpo ad eliminare il suo eccesso nel sangue. Prendi anche integratori di vitamina C, circa 500 milligrammi al giorno per un mese, porta a una piccola riduzione dell’acido urico nel sangue, secondo una revisione di 13 studi.

Sebbene sia necessario prestare attenzione perché un’assunzione elevata di questi integratori può aumentare il rischio di calcoli renali. A tutto questo elenco di alimenti potremmo aggiungere i dati di uno studio molto completo, pubblicato su British Medical Journal, che ha analizzato le diete di quasi 45.000 uomini in 26 anni.

Le persone che hanno seguito il più vicino un Dieta DASH, progettato per combattere l’ipertensione e mirare a molti tipi di frutta, verdura, noci, legumi, latticini a basso contenuto di grassi e cereali integrali, aveva un minor rischio di gotta. Al contrario, le persone che seguivano una dieta più occidentale, in cui c’è più presenza di carne rossa e lavorata, cibi fritti, cereali raffinati e dolci, avevano un rischio maggiore di gotta.

Una delle cose che bisogna fare per mantenere l’acido urico a livelli equilibrati è limitare il consumo di cibi ricchi di purine, composti che si trovano naturalmente in alcuni alimenti. Quando il corpo li scompone, produce acido urico. Questo processo di metabolizzazione cibi ricchi di purine Può causare la gotta inducendo il corpo a produrre troppo acido urico.

Gli alimenti ricchi di purine dovrebbero essere evitati come:

Dalla Fondazione Arthirtis sottolineano l’importanza di mantenere un peso adeguato per tenere a bada la caduta. L’obesità è, quindi, un fattore di rischio.

Se non vuoi perdere nessuno dei nostri articoli, iscriviti alle nostre newsletter