Lavare i vestiti in una lavatrice che è sporca e non ha un buon odore sembra un po ‘contraddittorio. Non c’è niente di più fastidioso che aprire l’oblò della lavatrice e percepire un odore sgradevole tra rancido e umido, che si attacca ai vestiti.

Ma si scopre che è comune che, dopo diversi lavaggi, questo elettrodomestico abbia un cattivo odore e, quindi, i vestiti, invece di pulirli, escono sporchi e puzzolenti. Cosa succede se: è colpa nostra, vediamo perché.

Si potrebbe pensare che la lavatrice si pulisca da sola con il detersivo e l’acqua che utilizziamo per i vestiti. Ma non è così. È come diciamo che la doccia non si sporca perché è già pulito con il sapone e l’acqua che usiamo per lavarci. I cattivi odori sono causati da una combinazione di muffe, funghi e batteri.

Quando mettiamo i vestiti in lavatrice, lo sporco può essere intrappolato principalmente in due zone specifiche: la guarnizione del cestello e il distributore del detersivo. Nel tempo, si crea la miscela di sapone, acqua, sporco e residui un terreno fertile ideale per la comparsa di odori sgradevoli.

1. Utilizzare più detersivo del necessario: Il cestello può finire per essere ricoperto da uno strato di schiuma di sapone che, a sua volta, è schizzato di residui e sporco. I vestiti non saranno più puliti se usi una quantità di detersivo o ammorbidente superiore a quella consigliata.

2. Mantenere umido il cestello: dobbiamo fare in modo che il fusto non rimanga bagnato per lunghi periodi di tempo. Pertanto, è importante lasciare la porta aperta quando non in uso in modo che l’umidità possa fuoriuscire. Questo piccolo gesto consente all’aria di circolare intorno al tamburo, il che aiuta a impedire la riproduzione dei germi e riduce gli odori di muffa.

3. Utilizzare sempre programmi con acqua fredda– Le rondelle ad alta efficienza energetica che utilizzano temperature dell’acqua più basse hanno meno probabilità di uccidere i patogeni. Infatti, le lavatrici sono progettate per rimuovere sporco e odori, non per sterilizzare gli indumenti, quindi potrebbero non essere in grado di uccidere tutte le forme di vita negli indumenti, secondo uno studio dell’American Society for Microbiology. .

4. Riempirlo troppo: a volte si tende a riempire eccessivamente il tamburo pensando di ridurre i costi. Ma il superamento del carico consigliato può aumentare le possibilità di accumulo di sporco e ridurre al minimo l’efficacia del lavaggio.

Una delle chiavi affinché tutto questo non accada è eseguire manutenzione e cura regolari di questo apparecchio.

Pulire il cassetto del detersivo: Anche se può sembrare ovvio, è qualcosa che spesso dimentichiamo. Questa zona può essere un rifugio per i germi. Per fare questo, rimuovere parti come la vaschetta del detersivo, immergere in bicarbonato di sodio o una miscela di aceto e acqua calda e strofinare con uno spazzolino da denti (controllare il manuale se non sai come rimuoverlo).

Non dimenticare di pulire anche la cavità del cassetto. Pulisci l’esterno con un panno umido. L’aceto è un potente disinfettante, elimina i funghi e previene guasti futuri. L’Organizzazione dei consumatori e degli utenti (OCU) consiglia di farlo una volta al mese.

Pulisci il filtroIl filtro protegge la pompa della lavatrice bloccando pelucchi, fazzoletti lasciati nelle tasche, monete e sporco in genere. Ciò significa che, come il cassetto del detersivo, è un luogo in cui si accumulano i germi e un’area ideale per la filtrazione degli odori nella macchina e sui vestiti.

Pertanto, svuotarlo regolarmente per rimuovere lo sporco. Sulla maggior parte delle macchine si trova sul bordo inferiore, dietro un coperchio. Non dimenticare di mettere un vassoio sotto e di scollegare la lavatrice. Eventuali residui intrappolati dovrebbero fuoriuscire con l’acqua, ma vale la pena controllare l’interno. Puoi vedere come farlo in questo video della OCU.

Pulire il tamburo e la guarnizione della porta: questa parte contiene angoli e fessure dove i germi si nascondono e diventano marci. Deve essere lavato dopo ogni lavaggio perché potrebbero rimanere detersivo, sporco e residui.

Prima e dopo ogni lavaggio, utilizzare un panno umido per asciugare la gomma. In questo modo, non solo manterrai questa parte della macchina pulita e in buone condizioni, ma i vestiti non raccoglieranno lo sporco quando li togli ad asciugare.

Eseguire un lavaggio sottovuoto: Fare un lavaggio senza vestiti a circa 90 ° C almeno una volta all’anno, che è ciò che la maggior parte dei produttori consiglia, dovrebbe uccidere i germi, eliminare gli odori e fermare l’accumulo di residui di sapone e calce in luoghi di difficile accesso . Puoi usare di nuovo l’aceto o la candeggina. Con un programma breve, aggiungi uno dei due e avvia il ciclo. Successivamente, lasciare la porta aperta per farla asciugare completamente.

Controlla il tubo: Se, nonostante la pulizia della lavatrice, persiste un certo odore di tubo, valutare la possibilità di pulire il tubo perché potrebbe essere parzialmente bloccato. È possibile utilizzare un dispositivo di sblocco dello scarico per rimuovere l’accumulo di detriti.

Se non vuoi perdere nessuno dei nostri articoli, iscriviti alle nostre newsletter