Da un paio di giorni il progresso dei casi di coronavirus in Spagna è andato in parallelo alla nascita di numerose domande circa il suo effetto su di adulti, quali sono i sintomi e come si può prevenire la trasmissione. Ma, per quanto riguarda i bambini? Quello che si comporta come il Covid-19 tra i più piccoli?

Anche se le informazioni disponibili sono meno di quella che c’è su adulti, perché fino ad oggi non è stato così molti casi, c’è qualcosa di noto. La novità del virus, tuttavia, ci dà una quantità limitata di informazioni, e la modifica perché ogni giorno i professionisti stanno imparando qualcosa di nuovo di questo bug è piccolo e molto scomodo.

Per il momento è noto che non hanno gli stessi sintomi. Anche se hanno contratto la malattia, manifestare sintomi più lievi, se il manifestoche succede abbastanza di rado. Può avere un colpo di tosse, starnuti, alcune febbre, febbre e alcuni problemi gastrointestinali, ma tende ad essere più mite rispetto a quella degli adulti. Nella misura in cui i segnali sono praticamente indistinguibili da altre condizioni respiratorie, come il comune raffreddore o l’influenza.

Quali sono infetti, come gli adulti?

La maggior parte dei casi confermati di Covid-19 in Cina si sono verificati negli adulti, secondo il Centri per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie. Secondo un rapporto dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), pubblicato il mese scorso con l’evoluzione dell’epidemia in Cina durante le settimane in cui c’è stato un picco di casi di infetti e per i morti la malattia sembra essere “relativamente raro e delicato” nei bambini.

Solo il 2,4% dei casi confermati sono persone sotto l’età di 19 anni. CHE abbia attivato un link può essere seguito in diretta, in l’incidenza della malattia da coronavirus in tutto il mondo. Ma, perché i bambini hanno meno probabilità di ammalarsi di forma più grave? Un recente studio condotto su più di 44.600 persone con infezione confermata da Covid-19, confermano che i bambini di età inferiore a dieci anni, per il momento, a meno di 1% di questi casi, e nessuno dei 1.023 morti.

La tendenza che sta accadendo ora con la Covid-19 sarebbe simile a quella osservata con la SARS o MERS, altri due gravi malattie causate da coronavirus. Alcune ipotesi poste la possibilità che il recettore del virus ai polmoni non sarebbe pienamente sviluppato nei bambini nel confronto con gli adulti; altri dicono che questi hanno un certo grado di immunità per il nuovo virus. Non ci sono studi per confermare queste ipotesi. Che cosa ha dimostrato finora è che i casi che vengono rilevati sono molto minori (come una specie di catarro).

Per il momento si ignorano le cause del perché i bambini non hanno infezioni gravi delle Covid-19. Ma questo non significa che non hanno contratto il virus e non può infettare altre persone. Il presupposto è che, sì, si può propagare, perché sì, è stato dimostrato che essi sono incredibilmente efficienti per farlo con altri virus respiratori come l’influenza.

Ci sono gruppi di bambini con più di rischio?

  • I bambini con asma: i bambini che hanno l’asma può avere sintomi più gravi per qualsiasi malattia delle vie respiratorie, tra cui l’influenza e, di conseguenza, anche la Covid-19. Tuttavia, finora non vi è alcuna prova che questi bambini sono verificati gravi sintomi a causa del coronavirus, ma vale la pena di essere attenti e fare in modo che i farmaci funzionino correttamente.
  • I bambini con il diabete: se il diabete è ben trattata e controllata, i dati disponibili fino ad ora non dico che questi bambini sono peggio dell’altro. Tuttavia, scarso controllo del diabete può indebolire il sistema immunitario, quindi, devono essere attentamente monitorati per i sintomi che ci informa che il trattamento non funziona.
  • I bambini con cardiopatia congenitai bambini con cardiomiopatie, pericardite, gravi aritmie e altre malattie del cuore, sono significativi che richiedono un trattamento medico, trapianto di cuore o in attesa di trapianto, dovrebbero prendere ulteriori precauzioni.

Quali misure preventive da adottare?

Fino al momento, le decisioni, come la chiusura per almeno quindici giorni in scuole e centri di cura di giorno, istituti di annullare qualsiasi tipo di evento sportivo, e limitare l’accesso a parchi giochi per bambini (in particolare l’utilizzo di scivoli e altalene, sono considerati importanti focolai di trasmissione), sia esterni che interni, sono alcune delle misure di contenimento adottate per limitare la diffusione tra i bambini.

Il virus si diffonde per via respiratoria e di contatto, e possibile rimanere sugli oggetti per giorni e giorni. Va notato che, secondo il Ministero della Salute, la routine di igiene per rallentare la diffusione del Covid-19 figli sono la stessa cosa che li aiutano a rimanere in buona salute durante tutto l’anno. Questi includono:

  • I bambini lavare le mani con sapone e acqua in modo sistematico (prima e dopo aver mangiato, dopo essere andato al bagno, dopo aver mangiato, ecc), per almeno 20 secondi, il risciacquo con acqua e asciugando bene. Evitare l’abuso di soluzioni hidroalcohólicas, che sono molto di essiccazione per la pelle. Possiamo applicare dopo ogni lavaggio un po ‘ di crema idratante.

  • Per evitare che per entrare in contatto con persone al di fuori della famiglia o membri della famiglia che hanno un colpo di tosse e starnuti, a causa della sua elevata capacità di trasmissione del virus e la sua tendenza a stabilire un contatto con altre persone. Sembra improbabile la trasmissione attraverso l’aria a una distanza superiore a uno o due metri di persona infetta.

  • Il bambino si deve imparare a tossire e starnutire girando la testa da un lato e coprendosi la bocca con il braccio, mai con la mano.

  • Pulire e disinfettare con acqua diluita con candeggina o alcool le superfici delle aree di contatto e superfici articolari della casa (tavoli, sedie, interruttori della luce, telecomando della televisione, servizi igienici, ecc) che il bambino può avere accesso.

  • Lavare i giocattolianche gli animali di peluche, in conformità con le istruzioni del produttore. Si consiglia di farlo con acqua calda e asciugare rapidamente.

  • Evitare il contatto con persone di 65 anni e più per essere considerato il più vulnerabile della popolazione.

  • Devono stare rinchiusi tutto il giorno durante le due settimane sono state decretate fino a quando il tempo? È consigliabile, almeno se si soddisfare le più recenti raccomandazioni che sono state emanate dal Governo spagnolo, si raccomanda che questi rimangono a casa e non uscire se non per cause di forza maggiore.

Come si affronta il problema del coronavirus con i bambini?

La chiusura delle scuole, non essendo in grado di andare al parco, non essendo in grado di stare con gli amici o andare a vedere i nonni, ecc…. La misura di allarme che ha finito al confino a case porta implicita una serie di circostanze che non sono “normale”, che vanno al di là di un semplice virus. E questo i bambini notato e può essere avvisato di eccessivo se non affrontare la questione con responsabilità.

Come questo può avere conseguenze psicologiche? Come evidenziato Ingeborg Porcar, direttore dell’Unità di Crisi e di Conflitto di Barcellona (UTCCB) della UAB, in un video pubblicato sul canale Instagram di Salute Osservatorio per l’Infanzia e l’Adolescenza, FARI, Ospedale Sant Joan de Déu di Barcellona, la prima cosa è non ingannare, non dire cose che non sono verema senza cadere in allarmismi e di adattare la spiegazione di ogni età.

È importante che venga visualizzato un messaggio positivo, come dire a loro che dobbiamo restare a casa per aiutare il virus non si diffonda ulteriormente. Si cercherà di mantenere una routine normale come possibile durante il giorno, che include fare i compiti, per esempio, e approfittare di ciò che ci offre la tecnologia dell’informazione per mantenere in contatto virtuale con i nonni o con alcuni amici sono alcune delle raccomandazioni.

Nel caso In cui vi sia il sospetto che le nostre ragazze o ragazzi sono positivi per il coronavirus, dall’Associazione spagnola di Pediatria (AEP), nel suo decalogo per le famiglie al di fuori del nuovo coronavirus, consigliamo di non andare al centro di salute o di emergenza e, in caso di dubbio, chiamare il pediatra, o il telefono cellulare, attivato dalla comunità autonome per questo scopo.

Se non si vuole perdere qualsiasi dei nostri articoli, iscriviti alla nostra newsletter