Epigenetica: così abbiamo ereditato sui cromosomi i traumi dei nostri genitori

Epigenetica: così abbiamo ereditato sui cromosomi i traumi dei nostri genitori

Ivana, partner e lettore di avnotizie.it, ci scrive la seguente richiesta nel corpo di una e-mail: “Ho letto che hai nominato epigenetica nel tuo articolo Cilantropobia: perché alcune persone non possono sopportare il sapore del coriandolo? ed è per questo che lo contatto. Sono interessato alla questione perché, all’età di quarantanove anni, sono stato ritirato per incapacità permanente per quattro anni. Mi viene diagnosticata la SHC (Sindrome da Ipersensibilità Centrale), una malattia complessa che è accompagnata da dolore cronico ed estrema stanchezza, tra le altre cose. Non so se puoi farti un’idea, ma sono una giovane donna a cui il suo corpo risponde come se avesse ottant’anni… Il fatto è che ho visto un’intervista con un esperto di epigenetica e in quell’intervista il ricercatore ha spiegato che la genetica era come un vecchio computer che i genitori in eredità e che l’epigenetica erano i programmi che rendono il loro funzionamento il più efficiente possibile. Sono interessato all’epigenetica se può portarmi qualità della vita nel futuro incerto che mi attende. Potresti scrivere un articolo su questo? Sarebbe molto utile per me sapere dove posso andare per i test epigenetici e il loro prezzo.”

Cos’è l’epigenetica?

Probabilmente, l’epigenetica è ancora una scienza molto recente e in via di sviluppo, quindi le diverse direzioni in cui punta potrebbero non essere definitive e quindi devono essere caute. In un ictus spesso, l’epigenetica è dedicata allo studio del modo variabile con cui i nostri geni sono trascritti in base alle condizioni ambientalial nostro stile di vita, a ciò che abbiamo mangiato e anche secondo i traumi che in passato avrebbero avuto i nostri genitori.

I geni sono il codice, il sistema operativo per la comprensione di noi, che decide come funziona il nostro corpoil nostro metabolismo, ecc. Se il codice è ben scritto e non contiene alterazioni, dovrebbe far funzionare perfettamente il corpo. Ma per molteplici motivi ci sono alterazioni in questo codice, ciò che conosciamo come mutazioni, che rendono alcune funzioni o sviluppi non fatti bene, sia nello sviluppo del corpo, nelle vie metaboliche, nella produzione di ormoni, ecc.

Questi fallimenti sono ereditati perché sono alterazioni che sono in tutte le nostre cellule, compresi gli ovuli e lo sperma. Nel loro insieme, il codice che passa dai genitori agli embrioni che saranno figli è quello che chiamiamo eredità genetica. Tuttavia, accade che senza alterazioni mutanti nel codice genetico, due persone identiche – gemelli omozigoti – possono trascrivere i geni identici in modo diverso.

Si ritiene anche che i genitori possano trasmettere ai bambini una certa tendenza ad ammalarsi che non è correlata al codice genetico stessa, ma invece è con alcune esperienze traumatiche del passato che lasciano nel genoma del padre i segni ” la fisiochimica, e questi segni possono passare nel genoma dei bambini, il tutto senza la necessità di mutazioni. Si sa molto poco su come questi segni sono ereditati – e alcuni esperti negano che tale trasmissione possa verificarsi – ma ci sono alcuni studi empirici che parlano a favore di questa teoria.

Uno studio dell’Università della California ha scoperto che i figli dei soldati americani della guerra civile sopravvissuti ai campi di prigionia mostravano fino all’11% di propensione in più per il cancro e gli incidenti cardiovascolari che i figli dei genitori che non hanno attraversato i campi o non sono andati in guerra. C’è la circostanza che questi campi erano particolarmente duri e i prigionieri sono venuti a rachitismo quando non a morte per inanion. Sono stati condotti studi su scala molto più piccola con i sopravvissuti all’Olocausto, con risultati simili. 

‘Contrassegnato dall’epigenetica

I ricercatori hanno studiato le cartelle cliniche dei bambini che avevano al loro ritorno i soldati dell’Unione e hanno visto questi aumenti di morti malattie, così come le malattie rare che oggi sarebbero descritte come autoimmuni, ecc. Hanno poi confrontato queste storie con quelle dei fratelli nati prima che il padre andasse in guerra, e hanno osservato che la stessa propensione non è stata osservata in quest’ultimo.

Poiché il materiale genetico è quasi lo stesso, sono stati in grado di dedurre che la propensione per la malattia non era dovuta a mutazioni genetichein modo che solo rimaneva da congetturare che la causa era una certa forma di eredità di traumi, sia fisici che fisici psicologico, che i loro genitori avevano sofferto. Questi traumi non avrebbero alterato il DNA dello sperma, ma potrebbero averlo condizionato in modi diversi.

Questo è dove si trovano le principali teorie di sviluppo, che devono ancora dimostrare: come cose come condizioni traumi emotivi, periodi di malnutrizione, dieta povera, tabacco o abuso di alcolecc, il trascrizione che sarà fatta di DNA più avanti nei bambini, in modo che silenzia alcuni geni o dà troppa rilevanza per gli altri.

Si ritiene generalmente che queste condizioni sarebbero state ereditate in quello che è chiamato epigenetico “segni”,che sarebbe come mutazioni ma non influenzano l’integrità della catena del DNA, ma in qualche modo lo condizionerebbero. Per capire come possono farlo, dobbiamo prima spiegare cos’è la cromatina: questo è ciò che si chiama la materia di colore scuro che compongono i cromosomi visti al microscopio.

Tale colore può essere più o meno intenso; un colore molto scuro significherebbe che il DNA è molto stretto e contorto, quindi è fisicamente impossibile accedervi con l’enzima RNA polimerasiche è responsabile della sintesi della catena di RNA utilizzata per tradurre i geni nel proteine corrispondenti. In altre parole, in questo caso, alcuni geni sarebbero stati silenziati, come se fossero stati persi in una mutazione.

Per esempio, è noto che la propensione per alcuni tumori è dovuta al fatto che alcuni geni inibitori del tumore sono silenziati in punti di cromatina molto densi. Si ritiene che il meccanismo che trasmette la schizofrenia potrebbe anche essere simile, impedendo la trascrizione di alcune proteine essenziali per modellare la personalità. Inoltre, come nel caso di Ivana, si pensa che in alcune malattie complesse e autoimmuni, con la diagnosi multifattoriale, possa intervenire un certo tipo di danno epigenetico che silenzia alcuni geni. 

Come si può ereditare il trauma?

In questo modo, episodi traumatici, situazioni di malnutrizione, abuso di tabacco, alcol, inquinamento ambientale, ecc., potrebbero condizionare i nostri cromosomi lasciando vari marchi che inibiscono o condizionano l’espressione di vari geni. Di conseguenza, anche se il nostro materiale genetico va bene, non funziona come dovrebbe. Questi segni, o alcuni di essi, potrebbero trasmettere ai nostri figli come se fossero mutazioni per scopi pratici. 

Si ritiene che diversi fattori siano coinvolti nella conformazione e densità della cromatina. Uno di questi è la metilazione del DNA (19459004]cioè legando in qualche doppio legame con i radicali metilici, condizionando, in qualche modo, la compattazione del cromosoma. Questo fatto è considerato un “marchio” quando ci sono troppi, o troppo pochi, metili legati (iper e ipometilazione). E anche se durante la fecondazione il DNA è demetile, non completamente, quindi alcuni segni epigenetici potrebbero passare.

Un altro fattore di “segni” sarebbe il tipo di legame del materiale genetico che gli istoni promosseroproteine responsabili di tenerlo insieme. Se gli istoni, per qualsiasi motivo, non sono corretti, potrebbero rendere alcuni geni inaccessibili alla trascrizione. Infine, potrebbero verificarsi “segni” nell’RNA di interferenza (RNAi). L’RNAi è una piccola catena di rna presente sul cromosoma attaccata a determinate catene aperte di DNA, quindi le copre e impedisce agli enzimi di trascrizione di passare attraverso quell’area. In altre parole, i cambiamenti nell’ARNi potrebbero mettere a tacere, o altrimenti sbloccare, alcuni geni. E questi cambiamenti potrebbero essere causati dalle situazioni estreme descritte sopra.

Infine, per quanto riguarda la richiesta di Ivana di possibili test epigenetici, è vero che ci sono già alcuni che si sviluppano principalmente nel campo del cancro, dove si riferiscono alla classificazione di alcuni tumori. Sono incipienti e in via di sviluppo da parte di team di ricerca, come il Josep Carreras Leukemia Institute. Ma purtroppo è un campo sperimentale del momentoin cui sembra esserci molta strada da fare prima di entrare nella sua commercializzazione. 

Se non volete perdervi nessuno dei nostri articoli, iscrivetevi alle nostre newsletter

Controlla anche

Con quale frequenza dobbiamo lavare gli accappatoi e gli asciugamani da bagno?

Con quale frequenza dobbiamo lavare gli accappatoi e gli asciugamani da bagno?

Ana, lettrice e partner di avnotizie.it, pone la seguente domanda nel corpo di un’e-mailA casa …

E' vero che se otteniamo i capelli grigi, i nostri capelli cadranno meno?

E’ vero che se otteniamo i capelli grigi, i nostri capelli cadranno meno?

Xosé, lettore e membro di avnotizie.it, ci pone la seguente domanda in una e-mailHo 35 …

Paura del volo: può essere superata?

Paura del volo: può essere superata?

Alcune fobie sono un grosso problema per molte persone. Oggi, quando l’aereo è diventato un …