Non è sempre lo stesso riciclato o riciclabile come sostenibile o riutilizzabile, né i tre concetti di cui sopra devono corrispondere a quelli biodegradabili. Ora, tutte queste virtù possono essere riunite in un unico sacchetto di plastica.e vi indicheremo che è la migliore alternativa per portare alla super la nostra borsa della spesa riutilizzabile.

Per riciclabile/riciclabile si intende un sacchetto di materiale plastico ottenuto dagli scarti di un altro sacchetto e riutilizzato nel processo produttivo. Per la sostenibilità siamo consapevoli che questo processo riduce al minimo l’impronta di carbonio e l’impronta idricaIn altre parole, il consumo di acqua investito nella produzione. Quindi, riciclare un sacchetto non deve essere un processo sostenibile – ad esempio, può usare molta acqua ed emettere molta CO2 – anche se lo sarà sempre di più che fare sacchetti monouso, non per l’impronta idrica o di carbonio, ma perché non lascia rifiuti di plastica.

Da riutilizzabili si deduce che il sacchetto può entrare in un’economia circolare e viene utilizzato ripetutamente per il trasporto e la conservazione degli alimenti, permettendoci di fare a meno di borse monouso. Infine, per biodegradabile si intende che il sacchetto rilasciato nell’ambiente si degrada in acqua, anidride carbonica e materia organica. Se è anche compostabile, si presume che possiamo usarlo per creare compost, probabilmente perché si degrada rapidamente.

Inoltre ci sono aziende che certificano tutte queste condizioni e offrono un sigillo di garanzia. Noi, quando usiamo una borsa della spesa, possiamo sapere se siamo sostenibili e in che misura, grazie ad un codice di simboli e sigilli che appariranno impressi su di essa. Per sapere come leggerli e comprendere le informazioni che trasmettono, spieghiamo cosa significano i dieci significati più comuni.

1. Una freccia curva di un cerchio

Indica che il sacchetto è riciclabile, vale a dire che può essere utilizzato in un’economia circolare.

2. Un cerchio verde con 100% interno

Significa che il sacchetto è biodegradabile al 100% e può quindi essere gettato nel contenitore marrone o utilizzato per il compostaggio.

3. Un anello di Möbius con tre frecce

Significa che il sacchetto è fatto di plastica riciclata. A volte questa etichetta appare anche accanto a quella che indica che il sacchetto è riciclabile, in quanto soddisfa entrambe le condizioni.

4. Un uomo in croce in un cerchio di vincitori

E’ la certificazione Blauer Engel. Nata in Germania nel 1978, sponsorizzata da un gruppo di 13 attivisti che ogni anno la premia con prodotti realizzati in modo sostenibile ed ecologico.

5. Francobolli AENOR 001/705 e 001/711

Questi sigilli di AENOR, il certificatore di processo spagnolo, garantiscono che il sacchetto è stato prodotto in modo sostenibile, limitando l’impronta di carbonio, e che il risultato è un sacchetto il cui residuo non danneggia l’ambiente. Possiamo trovare anche certificazioni di altre aziende come Tüv, analoghe a quelle di AENOR.

6. Un albero o una foglia

Significa anche che la borsa è biodegradabile al 100% e compostabile.

7. La parola H2Oink

Significa che i coloranti utilizzati per illustrare la borsa sono solubili in acqua. Ciò non lo rende necessariamente meno tossico, ma garantisce che i solventi organici velenosi e difficili da degradare non vengano rilasciati nei fiumi e nei mari.

8. Una goccia d’acqua con dentro la parola D2W

Si riferisce al fatto che la plastica è oxo-biodegradabile, grazie al fatto che contiene una serie di additivi catalitici che ne provocano l’ossidazione in natura fino all’acqua, al C02 e alla materia organica. In altre parole, possiamo gettare la plastica nel contenitore marrone e se finisce come rifiuto incontrollato, alla fine si degrada. Molte volte l’etichetta biodegradabile al 100% è accompagnata da questo simbolo.

9. Un contenitore

Un contenitore giallo, il che significa che dobbiamo gettare il sacchetto nel contenitore dei contenitori; un altro con una mela all’interno, significa che il sacchetto può andare al compostaggio.

10. Un bicchiere e una forchetta

Infine, se vediamo nel sacchetto il simbolo di una forchetta e di un bicchiere, ci informa che il sacchetto può essere utilizzato per conservare o trasportare gli alimenti in modo sicuro, in quanto non ci sarà alcuna migrazione di molecole di plastica al cibo. Alcuni di loro possono agire come interferenti endocrini.

Se non vuoi perderti nessuno dei nostri articoli, iscriviti alle nostre newsletter