È vero che gli uomini con la barba sono più attraenti?

È vero che gli uomini con la barba sono più attraenti?

La barba va di moda da molto tempo. Al punto che, negli ultimi anni e in tutto il mondo il numero di trapianti di barba. Secondo l’ultimo rapporto statistico della International Society for Hair Restoration Surgery (ISHRS), pubblicato in agosto, il numero di questi interventi è raddoppiato tra il 2014 e il 2016.

Sono ora equivalenti a 4 % di tutte le operazioni di trapianto di capelliQuesta è la cifra più alta dopo gli scalpi, che sono ancora, naturalmente, la maggioranza: nove su dieci. Il costo di questi trapianti dipende dalle caratteristiche e dai desideri di ogni persona, ma in generale in Spagna non scende sotto i 6.000 euro, e secondo la stampa britannica, in quel paese la media è di circa 14.500 sterline, più di 16.000 euro.

Vale la pena di un tale investimento? Al di là della moda, si dice spesso che la barba rende gli uomini più belli, e forse questo spiega la tendenza e tutte queste cifre. Ma è vero che gli uomini con la barba sono più attraenti?

Quando la barba rende gli uomini più belli

Secondo un recente studio di scienziati di università australiane e finlandesi, la risposta a questa domanda è sì. Per lo studio, i ricercatori hanno analizzato le risposte di 8.520 donne a cui sono state mostrate foto di uomini con quattro diversi look: rasato, con barba a cinque giorni, con barba a 10 giorni e con barba a cespuglio, il prodotto di un mese o più senza rasatura. I modelli preferiti dalle donne consultate sono stati i due intermedi, le barbe di cinque o dieci giornimentre le barbe più abbondanti e le facce pulite sono state lasciate indietro.

Tuttavia, quando la consultazione è stata più specifica e ha riguardato l’attrattiva degli uomini per una relazione a lungo termine, i più scelti sono stati quelli con la barba più grande. Secondo Barnaby Dixson, direttore dello studio, ciò può essere dovuto alla presenza della barba associata, in modo quasi ancestrale, a certi tratti piuttosto antisociali, come l’aggressività e la dominanza fisica. Se da un lato questi elementi sono considerati negativi, dall’altro potrebbero generare un senso di “sicurezza” che li renderebbe più attraenti in vista di una relazione e di una famiglia a lungo termine.

Più età e aggressività, status sociale più elevato

Uno studio precedente, di cui faceva parte anche Dixson, aveva sostenuto qualcosa di diverso: che le barbe aumentavano la percezione sociale degli uomini, facendoli apparire più vecchi, di status sociale più elevato e più aggressivi, ma non più attraente. Questo lavoro ha avuto il valore di analizzare i dati di due gruppi etnici molto diversi: una popolazione di origine europea che vive in Nuova Zelanda e i nativi polinesiani che vivono a Samoa. I risultati sono stati simili in entrambi i gruppi.

Le persone consultate, di fronte alle immagini delle stesse persone, attribuivano loro una media di due anni in più quando portavano la barba rispetto a quando non la portavano. E quando il gesto era arrabbiato o furioso, sembravano più aggressivi e pericolosi nei casi in cui mostravano peli del viso. Infatti, altre ricerche attribuiscono l’attuale tendenza a portare la barba alla ricerca di sembrare più aggressivo per prevalere sui loro coetanei nella società moderna, una caratteristica che gli esseri umani condividerebbero con diverse specie di primati superiori.

Un fatto, tratto da un altro studio, ma citato da Dixson e dal suo collega Paul Vasey, coautore dell’articolo, sostiene l’ipotesi di uno status sociale più elevato: nelle università britanniche ci sono un certo numero di uomini barbuti tra i dottorandi, più tra i professori associati e ancora di più tra i professori. E quelle cifre aumentano in modo esponenziale. Tuttavia, come detto, secondo i risultati di quel lavoro, gli uomini con la barba non erano più attraenti di quelli con la barba.

La barba, sinonimo di buona salute

Al di là delle mode, l’evoluzione sembra giocare un ruolo fondamentale nella percezione che la barba genera nell’immagine dell’uomo. Già in un articolo del 1982 pubblicato sulla rivista Science, i biologi William Hamilton e Marlene Zuk hanno suggerito che la barba è vista come sinonimo di buona salute perché, nell’antichità, i peli del viso erano un vero e proprio terreno fertile per i parassiti. Se un uomo aveva la barba eppure la sua condizione era sana, significava che era forte e in ottima salute.

E, in ultima analisi, le tendenze hanno la loro importanza anche quando si tratta dei fattori su cui si basa la percezione della barba da parte degli uomini. Un’indagine nel 2014 ha cercato di accertare se questo caso ha confermato la teoria secondo cui, in molte specie animali, la “frequenza negativa” (cioè, la scarsa frequenza) di una data caratteristica rende gli individui che la possiedono più attraenti di quelli che non la possiedono.

Alle persone che hanno partecipato all’opera sono state mostrate foto di uomini con e senza barba, seguendo un certo schema: a volte erano per lo più quelli con la barba e ad altri quelli rasati. I risultati indicano che hanno scelto più uomini con la barba quando erano in minoranza. In altre parole, secondo questa ipotesi, gli uomini barbuti sono più attraenti quando la barba non è di moda, e meno attraenti quando – in tempi come quelli attuali – si vedono ovunque.

In ogni caso, e al di là di tutte queste congetture ed elucubrazioni, la cosa buona è che gli uomini hanno la possibilità di decidere se farsi crescere la barba e metterla in mostra o radersi ogni mattina, come la maggior parte della gente faceva fino a non molto tempo fa. E poi ognuno di noi può decidere se preferisce la barba o no. Come dicevano i nostri nonni, e questo non cambia con i tempi e non passa di moda: per i gusti, i colori.

Se non volete perdervi nessuno dei nostri articoli, iscriviti alla nostra newsletter

Controlla anche

Sette menu súpersencillos di cottura per vivacizzare la seconda settimana

Sette menu súpersencillos di cottura per vivacizzare la seconda settimana

Continuiamo con la corsa dei tori tirando la creatività degli chef Branly Coy per non …

Sei pro e cinque contro dell'aspirapolvere

Sei pro e cinque contro dell’aspirapolvere

A seguito dell’articolo Tre must per entrare nella cucina del 21° secoloin cui abbiamo presentato, …

Rimozione dello stampo da un muro a secco

Rimozione dello stampo da un muro a secco

Simona, lettore e partner di avnotizie.it, ci scrive spiegandoci il seguente problemaHo una stanza in …