È consigliabile usare colperi senza indicazione medica?

È consigliabile usare colperi senza indicazione medica?

Mila ci scrive: “Ho chiesto a un medico del collutorio che dovrebbe essere usato solo se istruito dal dentista e, una volta usato, dovrebbe essere nuovamente sciacquato con acqua, perché i risciacqui non sono positivi per la flora batterica della bocca. Non capisco come, se questo è vero, continuano ad essere annunciati dai media con false indicazioni con conseguenze negative per la salute.”

Ci chiede di seguito di confermare la risposta del medico – non ci dice se è uno specialista o un medico che è un esperto in un altro argomento. A tal fine abbiamo contattato Dr. Elvira Rodriguez Puigdentista e stomatologo, che ci ha dato una serie di chiarimenti sull’argomento che abbiamo indicato di seguito. Il primo è che, infatti, non è consigliabile utilizzare colpelè senza che il nostro medico ci consigli.

Non tutti i risciacqui sono gli stessi

Tuttavia, il Dr. Rodriguez distingue tra i tipi di risciacqui, o collettori, dai loro componenti e applicazioni. Così, ci sono collutorios destinati a scopi cosmeticicome dare un buon incoraggiamento o togliere il male, e altri con scopi terapeutici. Secondo il medico, “i collutorios cosmetici sono meno aggressivi delle terapie nei loro componenti, poiché il loro scopo è solo quello di dare buon gusto in bocca e migliorare il respiro”. Essi contengono fondamentalmente oli essenziali e cetilpridinium cloruroun disinfettante non aggressivo.

Tuttavia, Rodriguez Puig avverte che questi risciacqui sono in realtà inefficaci nei loro finiin quanto “non rimuovono completamente gli scarti di cibo o i batteri saprofitici che li scompongono”, generando componenti come putrescin e cadaverinaresponsabili dell’alito cattivo. Per fare questo, il dentista raccomanda come opzione migliore l’uso di filato di seta o spazzole interprocsimali.

Tuttavia, egli dice che non sono una cattiva opzione per migliorare l’igiene tra le spazzole, e quindi mantenere le gengive in condizioni migliori, “soprattutto negli adulti, che hanno il pH orale di base e soffrono più di problemi parodontali che carie. Risciacqua, “oltre a intervenire relativamente sulla placca, acidificare la bocca, fermando così i batteri dal tartaro”. Pertanto, il medico non ritiene che sia scomodo per questo tipo di collusione da pubblicizzare. 

Per quanto riguarda il modo di utilizzo, raccomanda di farlo tra la spazzolatura, in modo che impiega almeno mezz’ora tra spazzolatura e risciacquo, in modo che gli effetti del collusio non siano neutralizzati da quelli del dentifricio. Allo stesso modo, dopo il risciacquo per 30 secondi a un minuto, “dobbiamo sciacquarci la bocca con acqua per eliminare i sapori cattivi e l’eccessiva esposizione al disinfettante, così come al fluoruro se la bocca lo contiene”.

La ragione è che altrimenti potrebbe danneggiare la flora batterica oraleche è l’insieme di batteri diversi da quelli del tartaro e della cavità, e che hanno numerosi effetti benefici sulla nostra bocca, mantenendo allergie e infezioni sotto controllo. 

I pazienti terapeutici, con maggiore cautela

Un’altra cosa è, secondo Rodriguez, l’uso di pazienti terapeutici a base di cloredrio o alcol, poiché sono più aggressivi e raccomandati solo su raccomandazioni mediche, anche se possono essere acquistati senza Prescrizione. Questi mirano a porre rimedio alle infezioni o guarire le feritein casi specifici come dopo un collutorio, un riempimento, un impianto, ecc.: “Dovrebbero essere applicati come raccomandato dal medico e per un tempo limitato, perché finiscono per presentare effetti collaterali se abusato.

Nel caso della chlorhexidrineoltre ad avere un impatto negativo sulla placca batterica, l’uso continuato può macchiare i denti e la lingua, lasciandoli giallastri e con un chiaro effetto sgradevole. Inoltre, può alterare il senso del gusto e asciugare le membrane mucose, così come favorire i depositi di tartaro. D’altra parte, può promuovere la comparsa di batteri resistenti che non rispondono al trattamento.

Nel caso di alcoolil problema con il suo uso ripetuto è che ha un forte effetto curativo, ma anche di essiccazione, che può causare scacones nella gomma e persino favorire crepe che favoriscono le infezioni successive. Degno di nota è anche il Dr. Rodriguez Puig che “l’alcol in sé non è un disinfettante, ma un conservante”, e non lo raccomanda in minori o persone che sono state alcolizzate.

Infine, il dentista dice che non ritiene che sia sbagliato che i collutorios terapeutici siano pubblicizzati a condizione che il loro uso sia specificato sotto consiglio medico e che i danni siano evidenziati in un uso continuo, il che non è raccomandato. Ciò che fa critica Rodriguez Puig è che di solito sono venduti in contenitori superiori alle dosi raccomandate, che incoraggia un maggiore uso oltre ad essere un business redditizio per il produttore.

Se non volete perdervi nessuno dei nostri articoli, iscrivetevi alle nostre newsletter

Controlla anche

Con quale frequenza dobbiamo lavare gli accappatoi e gli asciugamani da bagno?

Con quale frequenza dobbiamo lavare gli accappatoi e gli asciugamani da bagno?

Ana, lettrice e partner di avnotizie.it, pone la seguente domanda nel corpo di un’e-mailA casa …

E' vero che se otteniamo i capelli grigi, i nostri capelli cadranno meno?

E’ vero che se otteniamo i capelli grigi, i nostri capelli cadranno meno?

Xosé, lettore e membro di avnotizie.it, ci pone la seguente domanda in una e-mailHo 35 …

Paura del volo: può essere superata?

Paura del volo: può essere superata?

Alcune fobie sono un grosso problema per molte persone. Oggi, quando l’aereo è diventato un …