Rispondiamo a Horacio, lettore di avnotizie.it, che ci scrive la seguente email: “Sono un lettore e volevo suggerire un argomento per la sezione consumatori: è il posto più appropriato nella stanza per posizionare i radiatori (caldaia). Ho visto che molte volte sono posti sotto il finestre, ma non so se è il luogo più adatto per la convezione del calore e la possibilità di dispersione di calore Faccio questo suggerimento perché ho fatto una ricerca su avnotizie.it e non ho trovato un riferimento a questo argomento. è successo a me. “

È vero che non avevamo programmato di toccare questo argomento, ma dopo una breve indagine lo abbiamo trovato interessante, perché il sito conta; inoltre, è fondamentale ottenere una climatizzazione più efficiente e veloce.

Ma andremo oltre ciò che ci chiede Horacio, ovvero studiare solo il posizionamento nei termosifoni delle caldaie e estendilo a tutti i tipi di piani cottura e stufeDopotutto, i radiatori del circuito (caldaia) non possono spostarsi dalla posizione in cui si trovavano e il resto delle fonti di calore può.

In effetti, la riflessione di Horacio ha senso se pensiamo che la finestra possa essere un’area attraverso la quale il calore emanato dalla sorgente può facilmente fuoriuscire tenendo conto dell’elevata conduttività termica del vetro. Tuttavia, è questa stessa proprietà che spiega perché la maggior parte dei radiatori sono posizionati sotto le finestre.

Pensiamo ad una pompa di calore / condizionatore, che oltre a fornirci calore d’inverno (freddo d’estate) spinge aria calda favorendone il ricircolo e quindi se arrivo in tutti i punti della casa.

Il fatto è che questa azione fa sì che l’aria calda spinga verso il basso l’aria più fredda proveniente da zone più distanti, in modo che quella immediatamente sotto la pompa sia spinta a salire dalle masse d’aria più fredde, e nel suo la salita è riscaldata dall’aria che ne esce; in questo modo il calore viene mantenuto in tutta la stanza.

Lo stesso accade con i termosifoni, ma in direzione opposta, poiché l’aria calda tende a salire dalla sorgente, che si trova sotto la finestra. Quando quest’aria si scontra con la massa d’aria fredda attaccata alla finestra, la costringe verso il basso per riscaldarla, allo stesso tempo spinge aria calda nel resto della stanza lasciando uno spazio vuoto nella sua discesa.

Quest’aria calda diminuirà la sua temperatura man mano che si allontana dalla sorgente e quindi discenderà, lasciando dietro di sé gli strati più alti per la nuova aria calda che la sostituisce. Nella tua discesa vedrai spinto indietro nei punti più freddi, che è il volume immediato della finestra. In questo modo creiamo una corrente circolare che distribuisce in modo efficiente il calore in tutta la stanza.

La regola principale è posizionare la fonte di calore vicino alla parete più fredda della stanza, per favorire il ricircolo dell’aria. Quindi, se avete finestre o portefinestre, quello è il punto dove posizionare la vostra stufa (mai rivolta verso il muro o la finestra ma verso la stanza e senza tende intermedie per evitare rischi), calorifero o piastra; non temere che l’aria non passi attraverso il vetro, o che l’aria sarà minima rispetto ai miglioramenti che otterrai nella diffusione del calore.

Secondo la Guida sulle chiavi per ottimizzare i singoli impianti di riscaldamento nella Comunità di Roma, posizionando il radiatore sotto la finestra otteniamo risparmio del 5% dell’energia consumata, così come 0,5ºC di temperatura in più in tutta la stanza rispetto al posizionamento al centro di essa o sulla parete opposta.

D’altra parte, altri suggerimenti della stessa guida sono che se non abbiamo la possibilità di posizionare la fontana accanto a una finestra, mettiamo una piastra termoriflettente dietro la parete del radiatore o direttamente dipingiamo l’area con vernice speciale evitare perdite caloriche; di solito è uno strato isolante che impedisce all’intonaco di assorbire il calore.

Si sconsiglia inoltre di asciugare i panni sui termosifoni, a causa di cali di efficienza, anche se è conveniente contrastare con la spesa dell’utilizzo di un’asciugatrice, non posizionare rivestimenti in tessuto o telai di mobili nascondere i termosifoni, poiché il risultato è che diffonderanno peggio il calore e parte di esso andrà persa riscaldando le strutture.

Se non vuoi perdere nessuno dei nostri articoli, iscriviti alle nostre newsletter