Rimanere senza fiato è qualcosa di abituale e una risposta naturale quando il nostro corpo ha bisogno di più ossigeno ed energia dopo aver svolto un’attività che richiede uno sforzo fisico. Quando ci precipitiamo a prendere l’autobus o saliamo velocemente le scale, è normale che ci sia il fiato corto.

Questa è una reazione positiva e parte di ciò che serve per rimanere in forma. Ma non è sempre così. Ci sono persone che sono senza fiato anche se non si esercitano fisicamente. Inaspettatamente, trovano difficile o scomodo respirare.

Fiato corto, angoscia, soffocamento, mancanza di respiro, ecc., sono alcuni dei termini con cui le persone che soffrono di dispnea tendono ad esprimersi, a seconda della loro condizione individuale, sociale e culturale.

Lo definiscono come la sensazione spiacevole di non avere abbastanza aria per respirare. Questa varietà nella definizione di ciò che di solito si sente risponde una sensazione soggettiva che definisce diverse sensazioni di intensità variabile.

Oltre a sentirci come se non avessimo abbastanza aria, i sintomi della mancanza di respiro, secondo la rivista American Family Physician, possono includere:

Se respira diventa complicato senza una ragione ovvia, potrebbe essere un segno di un problema medico più serio. Occorre prestare attenzione se persiste da seduti, interferisce con le nostre attività quotidiane ed è combinato con dolore toracico o si diffonde alle braccia, al collo, alla mascella o alla schiena, vertigini o confusione.

La mancanza di respiro, o dispnea, ha molte cause diverse. I più comuni includono un raffreddore, un’infezione al torace, il sovrappeso o il fumo, può anche essere un segno di un attacco di panico.

Ma se riprendere fiato è difficile, potrebbe indicare la presenza di un problema di salute sottostante, come una malattia respiratoria, allergie o obesità. Può essere un segno di qualcosa di più serio, come ad esempio:

Nella maggior parte dei casi, la mancanza di respiro può essere controllata con farmaci, tecniche di respirazione ed esercizio fisico adeguati.

Esiste uno strumento comunemente utilizzato per misurare la dispnea. Questa è la scala della dispnea del Medical Research Council (MRC), che mostra cosa ti impedisce di essere a corto di fiato. Comprende cinque stadi, da uno a cinque, e viene applicato insieme al questionario per stabilire i gradi clinici di dispnea.

Le raccomandazioni di prevenzione si basano sulla causa della condizione. Il medico può suggerire tecniche o cambiamenti nello stile di vita, come alimentazione sana e regolare esercizio fisico, che può aiutare a controllare la comparsa della dispnea.

È anche importante smettere di fumare se è così perché il tabacco può peggiorare i sintomi o causare complicazioni da qualsiasi malattia polmonare sottostante. È anche importante evitare l’esposizione a sostanze inquinanti o qualsiasi fattore scatenante di allergia noto per ridurre i sintomi, riconosce l’American Lung Association.

Se non vuoi perdere nessuno dei nostri articoli, iscriviti alle nostre newsletter