Dieci motivi per cui la tua prossima auto dovrebbe essere elettrica

Dieci motivi per cui la tua prossima auto dovrebbe essere elettrica

1. Spendere meno energia

Il consumo energetico di un motore elettrico è molto più basso che in un motore a combustione interna, oltre ad utilizzare diverse fonti di energia. Da un lato, l’energia elettrica è più economico del carburantecombustibili fossili, siano essi benzina o diesel. D’altra parte, l’efficienza di un motore a combustione interna è del 38% quando quella di un motore elettrico è del 90%.

Ad esempio, con un’auto elettrica si spenderà tra 1 EUR e 1,44 EUR per 100 km. Con un motore diesel a 1,34 euro al litro, si spendono tra i sette e gli otto euro per lo stesso viaggio. Di conseguenza, nel lungo periodo si ammortizzerà il prezzo più alto che si pagherà inizialmente per l’auto. Inoltre, è possibile effettuare la ricarica presso un punto di ricarica, a casa o in ufficio.

2. La macchina durerà più a lungo

Per il suo funzionamento – assenza di vibrazioni, liquidi lubrificanti, surriscaldamento, ecc. l’usura di un’auto elettrica è notevolmente più piccolo di quello di un’automobile con motore a combustione interna. I guasti sono notevolmente ridotti e le revisioni sono più economiche, oltre a non dover sostituire liquidi lubrificanti, filtri, ecc.

Tuttavia, è vero che la batteria può perdere efficienza dopo 10 anni o dopo 160.000 chilometri, ma verrebbe ridotta all’80% delle sue prestazioni, cioè con una perdita del 20%. Le batterie sono sostituibili, anche se il loro costo rimane considerevole.

3. Pagherai meno tasse

Nonostante il fatto che la tassa d’immatricolazione delle auto spagnole attualmente riscuota di più sulle auto con il maggior potenziale di inquinamento da CO2 – che finora ha incluso soprattutto le auto a benzina, il presente regolamento è allo studio dell’Unione europea per includere anche i veicoli con maggiori emissioni di ossidi di azoto (NOx), ossia i motori diesel.

Il motivo è che è stato dimostrato che gli NOx, insieme alle emissioni di particolato PM2,5, sono i seguenti i principali inquinatori delle grandi cittàche causa ogni anno decine di migliaia di morti in Europa. Poiché la loro fonte principale sono i motori diesel – e anche se il governo spagnolo li difende con tutta la sua forza e contro le prove dei danni che causano – è possibile che molto presto la perdita di efficienza del motore inizierà ad essere tassata.

In ogni caso, le auto a combustibili fossili sono destinate a pagare più tasse prima che poi. Se si pensa ad un veicolo elettrico come prossimo veicolo, si potrebbe per vederti molto favorita dal punto di vista fiscalealmeno nella tassa di registrazione. Vale la pena ricordare che venerdì scorso il governo ha lanciato il Plan Movea 2017 per sostenere l’auto elettrica con un fondo di 14 milioni di euro, in cui possiamo essere favoriti con aiuti vicini ai 10.000 euro.

4. Sarete in grado di circolare per le grandi città

Sia Roma che Barcellona stanno prendendo seriamente in considerazione porre il veto alla circolazione delle auto con più di 15 anni di circolazionesoprattutto se sono diesel, dato il loro elevato livello di emissioni. Queste città possono essere affiancate da altre città e negli anni a venire, la durata di vita di un’auto con motore a combustione può essere ulteriormente ridotta o sottoposta a rigorosi e continui controlli delle emissioni. Un’auto elettrica ti risparmierà tutti questi problemi.

5. Diesel smetterà di essere a buon mercato…..

Come causa dello scandalo Dieselgate.È stato evidenziato l’elevato livello di emissioni delle moderne auto diesel, dovuto principalmente alla combinazione di risparmio di carburante e potenza. Il ‘Dieselgate’ ha rivelato che il modello diesel più recente era, più era lontano dalle emissioni massime consentite e, quindi, è diventato più necessario introdurre tutti i tipi di filtri per ridurre le emissioni.

Questi filtri, a base di urea solida e che vengono ad aggiungersi a quelli delle particelle, sono sofisticati e voluminosi, tanto da costringere ad una significativa riprogettazione dei futuri modelli diesel, oltre che il suo costo dovrà incidere sul suo prezzo. Questo costringerà almeno le auto diesel sono rese più costose da 800 euro.

6. ….e potrebbe presto scomparire.

Diesel non risparmia e non ha l’immagine di pulito – al contrario – e no sarà favorito fiscalmente nel prossimo futuro.L’interesse del produttore a venderlo, così come l’interesse del cliente ad acquistarlo, è crollato, soprattutto nell’ultimo anno. Volvo è stato l’ultimo produttore ad annunciare l’addio alle sue auto diesel, e Renault ha annunciato all’inizio di quest’anno che, mentre sviluppava le sue gamme elettriche, avrebbe bandito il diesel.

Per quanto riguarda Volkswagen, il presidente di Seat, Luca de Meo, già a marzo ha detto che con l’inasprimento delle normative europee, le auto con motore diesel era diventato poco attraente per il marchio. Volkswagen prevede di tagliare 30.000 posti di lavoro entro il 2020 per riorientarsi verso l’auto elettrica e abbandonare le vendite di gasolio. Il gasolio non ha futuro e la benzina diventerà sempre più costosa.

7. Esistono già modelli convenienti

Al momento ci sono pochi modelli disponibili in Spagna: ecco una lista dei principali. I loro prezzi oscillano tra 15.000 euro e 160.000 euro della piu’ lussuosa Tesla. Tuttavia, con l’aumento della domanda, che già avviene in media nell’Unione europea, l’offerta si espanderà e la standardizzazione incoraggerà un calo dei prezzi.

8. Aiuta a ridurre la tua impronta di CO2

Evidentemente con un’auto elettrica si riducono sostanzialmente le emissioni di CO2; almeno quelle dirette. E anche se l’energia che si carica può provenire dalla concentrazione termica, la percentuale di energie rinnovabili nella ristagnare l’energia elettrica sta crescendo.

9. Contribuire all’eliminazione della contaminazione da NOx

Se la vostra auto è oggi un diesel, passando ad un’auto elettrica contribuirete ad una sostanziale riduzione delle emissioni di particelle Nox e PM2.5, che hanno un’incidenza diretta nelle grandi città europee sull’aumento dei decessi dovuti a cancro, malattie respiratorie e cardiovascolare.

Il 25 marzo 2014, l’OMS ha stimato che nel 2012 sono morti prematuramente a causa dell’inquinamento atmosferico dovuto alle emissioni dei motori dei veicoli. circa 2,7 milioni di persone nel mondo. Un rapporto del Senato francese del luglio 2015, pochi mesi prima dell’esplosione del cancello diesel, ha stimato in Francia 42.000 morti annue per inquinamento atmosferico nelle città. Infine, nel 2014 in Inghilterra, l’allora sindaco di Londra Boris Johnson ha collegato l’inquinamento atmosferico a circa 4.300 morti all’anno.

10. Farai pressione sul governo spagnolo affinché cambi atteggiamento.

La Spagna La seconda casa automobilistica europea dopo la Germania e quindi ha un grande interesse economico e sociale – ci sono molti posti di lavoro in gioco – nel mantenere l’attuale modello che perpetua il gasolio come primo prodotto in vendita. O, almeno, ha interesse a ritardare il passaggio al modello industriale elettrico. Ne sono la prova le frequenti richieste del governo spagnolo alla Commissione europea per chiedere moratorie sull’applicazione delle norme sulle emissioni inquinanti, che stanno diventando sempre più severe.

D’altra parte, timidamente avanza timidamente nella promozione dell’auto elettrica, anche se siamo uno dei paesi europei con meno aiuti destiniamo al suo acquisto e, inoltre, con una legislazione che non favorisce fiscalmente il proprietario di un veicolo elettrico. A questo proposito, è stato dimostrato che le agevolazioni fiscali funzionano meglio degli aiuti per sostenere il cambiamento di modello energetico nell’automobile. Se scommetti su un’auto elettrica, costringi il governo ad accelerare i tempi modifiche legislative che favoriscono questo tipo di trasporto.

Se non vuoi perderti nessuno dei nostri articoli, iscriviti alle nostre newsletter

Controlla anche

Barba, rasoio elettrico o lama: qual è la rasatura più sostenibile ed ecologica?

Barba, rasoio elettrico o lama: qual è la rasatura più sostenibile ed ecologica?

L’orgoglio barbuto contro l’uomo appena rasato. Pedro, partner di avnotizie.it, ci chiede quale opzione sia …

Come fare una frittata vegana (senza usare un solo uovo)

Come fare una frittata vegana (senza usare un solo uovo)

Susana, lettrice e partner di avnotizie.it ci dice in una e-mailUna mia amica vegana ha …

Cottura in lotti e cibo vero: come usare Instagram per mangiare più sano

Cottura in lotti e cibo vero: come usare Instagram per mangiare più sano

Essere buongustaio it una tendenza che si riflette nei social network come Pinterest o Instagramgallerie …