Dieci miti sulla sessualità femminile da combattere

Dieci miti sulla sessualità femminile da combattere

1. Con la regola non si può avere un orgasmo

Con la regola si può fare tutto, l’unico rischio è macchie. Inoltre, la donna può fare il bagno, (contro la convinzione delle nonne, che non hanno fatto la doccia per tutta la settimana delle mestruazioni); sport (grazie al rilascio di tamponi e coppa mestruale). E, naturalmente, puoi fare l’amore. Molte donne riferiscono di sentirsi ancora più piacere, perché la vagina è più sensibile e lo sfregamento del pene con le pareti vaginali si sente più intensamente. In ogni caso, con il righello e senza penetrazione, giocando con il partner o masturbandosi da solo, è perfettamente plausibile raggiungere un orgasmo, perché dipende piuttosto dalla stimolazione del clitoride, che può essere strofinato lungo il suo viso esterno, e molti altri fattori, come sostiene il rosmarino Basson nella sua pubblicazione The Female Sexual Response: A Different Model.

2. Durante la gravidanza, né toccarci

Cancellare che il rapporto sessuale può essere eseguito durante i nove mesi di gravidanza, fino a quando alcuni primati fornicano mentre la femmina è incinta. Un’altra storia è che è imbarazzante. In primo luogo, perché si deve trovare la posizione in cui i due si adattano e lei trova l’ostacolo della pancia ovunque. In secondo luogo, perché il processo di gestazione comporta sintomi come vomito, nausea, stanchezza, rapido aumento di peso, minaccia di aborto o parto prematuro…

E questo toglie molto desiderio, dato che questo lavoro chiamato Sesso e Gravidanza include: idee da professionisti della salute. Tuttavia, i sessuologi controllano nelle consultazioni che va sotto ogni individuo, perché ci sono coppie che, durante il secondo trimestre di gravidanza, indicano un aumento del desiderio e della frequenza coiale, e con la ricerca di posizioni alternative al missionario, godono fino a l’ultimo trimestre.

D’altra parte, ci sono genitori in erba che temono di ferire il feto in un empentàn, quando in realtà è ben protetto nel grembo materno e il membro maschile non dà come per causare un aborto. Né l’orgasmo o lo sperma possono causarlo (dall’infezione del liquido amniotico), tuttavia, ci sono coppie che credono che, nelle fasi successive della gravidanza, siano pericolose, dato che le contrazioni orgasmiche prodotte da ossitino o prostaglandine del sperma potrebbe accelerare il parto, una voce che non è provata.

3. Solo gli uomini pensano al sesso. Essi, selettivamente

partiamo dalla base che la specie è stata preservata dal desiderio sessuale tra i generi, così, o le donne vogliono anche gli uomini, altrimenti si stanno riproducendo forzati da loro, che è il doppio standard che questa critica parla di Metodologico. Abbiamo già menzionato in questo articolo che l’orgasmo funziona come un gancio per noi per ripetere l’atto sessuale per puro piacere.

Quindi sì, le donne pensano anche di copulare, ma per darsi alla causa hanno bisogno di una certa certezza che otterranno un ritorno sessuale, cioè, potranno godere. Carla Romana, Madrid, 39 anni, la riassume così: “In primo luogo, che ci sia chimica… L’odore della tua pelle. Che il ragazzo sia gentile, ti faccia ridere e ti faccia divertire prima dell’azione… In breve, per curarlo a livello di seduzione, per mettermi a mille. Inoltre non ho bisogno di innamorarmi di una polvere, o promettermi il paradiso… non ci sposeremo!” 

4. Alle donne non piace sia il sesso orale come penetrazione

“Penso che (per il sesso orale) sembra una cosa che non può essere sana… Sono persone. Questa citazione testuale di una giovane donna rappresenta tutte quelle persone che ancora considerano le attività orogenitali per rispondere alle tendenze omosessuali, poiché non sono riproduttive come la penetrazione. Tuttavia, quando si consulta la popolazione femminile, la maggior parte delle persone riconosce che amano avere cunnilingus fatto come parte dei prolegomens e / o come un complemento alla penetrazione.

Questo è anche confermato, statisticamente, dal The National Survey of Sexual Health and Behaviour dell’Università dell’Indiana: “Gli uomini hanno maggiori probabilità di avere un orgasmo durante la penetrazione vaginale, mentre le donne hanno più possibilità di orgasmo quando praticano una varietà di atti sessuali e quando il sesso orale o la penetrazione vaginale sono inclusi.”

5. Non c’è nessuno dietro… cosa sta succedendo!

Nonostante il tabù, abbiamo trovato donne per questo rapporto che confessano che il sesso anale “come, sì, come. Per lo stesso motivo per cui ad alcune persone non piace: perché è un sottile gioco di dominazione e sottomissione. La sensazione di piacere è la stessa per tutti, un’altra cosa è che vogliono provare”, dice Veronica, 44 anni.

Molte donne provano i loro giocattoli del sesso e lubrificante, ma poi si rifiutano di provarlo con i loro partner perché, a parere di Laura Carrion, una giornalista specializzata in sessuologia, “con un giocattolo è possibile controllare lo spessore e la profondità, si va fino a dove si desidera; mentre un uomo può colpirti con un assalto brutale. Inoltre, un dildo anale è più sottile di un vibratore per la vagina o il pene.”

6. Le donne non si masturbano, o mentono molto

In tutti gli studi, sia che nel paese si scontrano indagini, le donne si masturbano sempre meno degli uomini, come si può vedere nella tabella National Survey of Sexual Health and Behaviour. Le femmine che lo ammettono sono molto meno frequentemente; Cosa c’è di più, non pochi sostengono che non si masturbano mai.

Abbiamo consultato alena KH, ideatrice del sito Intersexs e autrice del libro ‘The Market Is Fatal’ (Rocabolsillo) su questa ipotesi e spiega: “Conosco alcuni che in realtà non si masturbano, perché non gli piace. Ma hanno relazioni co-in corso senza sosta. Ora, penso che la cosa “Non mi masturbo” sia un po’ come “Non guardo il porno”, che alcuni non la vedono veramente perché pensano che sia sporca, e alcuni la tengono tranquilla.”

Sul sito Intersexs troviamo uno studio che sostiene che, “quando le donne si masturbano, pensano a qualcuno con cui non sono ancora state, qualcuno irraggiungibile. E gli uomini, negli ex. È impossibile conoscere la percentuale di femmine che mentono e si nascondono in segreto, ma le loro argomentazioni includono la paura del giudizio sociale e i loro partner dando loro per scontato o pensando che non sono abbastanza soddisfatti.

7. Con la menopausa, si può già andare in pensione

Il sessuologo Alfonso Antona, che ha consigliato questo giornalista per il suo libro Sex Lies (Aguilar, 2010), chiarisce che “mentre è vero che le donne con climi possono avere alcune modifiche nella loro fisiologia questo non significa che non possano continuare ad avere e dare piacere… Dopo alcuni piccoli aggiustamenti e trucchi (uso di lubrificanti, per esempio), la tua vita sessuale può essere piena, ancora meglio, soprattutto se si approfitta del rilascio e della spensieratezza della possibilità di rimanere incinta, di prendere contraccettivi, di guardare bene durante il conito…”

8. Le vecchie signore non possono avere orgasmi

L’essere umano è un sexed-up dalla nascita alla morte, e può godere della loro sessualità dal primo sfregamento ininterrotto contro un animale di peluche da parte di un bambino, che non dovrebbe essere soppresso secondo il specialisti, fino a senectud. Celia Castillo, ex manager di una casa di cura andalusa, si riferisce a molteplici incontri sessuali tra clienti, “e alcune donne, già vedove, hanno detto che era la prima volta che avevano un orgasmo ai suoi ottant’anni”.

Lo conferma Alfonso Antona nella sua pubblicazione per il Ministero degli Affari Sociali, dal titolo ‘La sessualità negli anziani’: “In un lavoro che facciamo in una casa di cura, con un’età media di 82 anni, una donna di 83 anni mi ha raccontato come l’aveva primo orgarmo alla tenera età di 81 anni.

9. Durante la regola non si rimane incinta

Questa convinzione presuppone l’assoluta regolarità del periodo, come se le uova scendesse all’utero in modo pulito e puntualmente tale che l’orologio svizzero, quando fattori come lo stress, i disturbi alimentari o un può far deragliare completamente la periodicità delle mestruazioni.

Ecco perché il metodo Ogino manca anche di una base scientifica, e ricorrere a presunti metodi contraccettivi come l’inversione o il coito interruptus non ha anche impedito alla specie di moltiplicarsi abbondantemente negli ultimi secoli. Con identica cultura sessuale, una volta sono state inventate posture che teoricamente avrebbero impedito la gravidanza, come minare dopo il rapporto sessuale o fare l’amore in piedi e poi darsi docce vaginali.

L’unica cosa che previene il 100% delle gravidanze è il ritiro, seguito dalla legatura delle tube e dalla vasectomia, che sono metodi definitivi; e poi intorno al 99%, per impianto, IUD, iniezione ormonale, pillola, cerotto ormonale e anello, che si basano sulla combinazione di estrogeni e progesterone. Il preservativo è di circa il 98%. Da lì giù, l’affidabilità va in caduta libera, secondo questo interessante articolo del Dr. Pedro Pinheiro in MD. Saude.

10. Le voglie non sono correlate a punti epidermici

Oggi la convinzione che, durante il periodo della gestazione, il feto può essere ‘macchiato’ da voglie, traumi, disgusti e capricci frustrati della madre. La scienza spiega che la formazione di queste curiose pigmentazioni nella pelle è dovuta alla rivoluzione ormonale che avviene all’interno del corpo femminile, i cui cambiamenti fisici portano anche alla mancanza di elettroliti, vitamine e minerali, e quindi appetito per alcuni pasti.

Antona si rammarica che, scientificamente, “non si sa esattamente a cosa siano le macchie del bambino, ma i dermatologi mescolano che l’iperpigmentazione è causata da un eccesso di melanina, cioè qquell’area aumenta quella sostanza che macchia la pelle, o a causa di un problema nei vasi capillari del bambino.”

Se non vuoi perderti nessuno dei nostri articoli, iscriviti alla newsletter ConsumerClaro

Consigliamo anche:

I nove benefici della masturbazione, oltre l’orgasmo

Controlla anche

Eiaculazione precoce: disturbo psicologico o problema sociale?

Eiaculazione precoce: disturbo psicologico o problema sociale?

Chiunque potrebbe pensare che la presunta esistenza di un’eiaculazione femminile, che abbiamo chiarito in questo …

Flusso marrone: cosa dicono i colori delle secrezioni vaginali sulla nostra salute?

Flusso marrone: cosa dicono i colori delle secrezioni vaginali sulla nostra salute?

Rosana, lettrice e partner di avnotizie.it, ci scrive facendo la seguente richiesta: “Qualche settimana fa …

L'eiaculazione femminile esiste (anche se non come nei film)

L’eiaculazione femminile esiste (anche se non come nei film)

La ‘squirt’ esiste davvero o è un’invenzione provocata da quella mania di confrontare continuamente la …