Dieci cose che la tua bocca rivela sulla tua salute generale

Dieci cose che la tua bocca rivela sulla tua salute generale

Molti esperti in odontoiatria e stomatologia usano la figura che “la bocca è la finestra del corpo”. Questo perche’ ci sono cosi’ tante persone che non si sono mai viste prima d’ora. relazioni tra la salute orale e quella dell’organismo nel suo complesso. Per alcune malattie, come la polmonite batterica, la bocca può fungere da porta d’accesso al corpo. Per questo motivo, dopo essere entrati in contatto con oggetti contaminati, come i telefoni cellulari, è necessario fare attenzione e lavarsi le mani correttamente.

Ma al di là del rischio di elementi patogeni che entrano nel corpo attraverso la bocca, funziona anche come una sorta di “finestra”, poiché è possibile vedere in essa alcuni segni di la presenza o il rischio di malattia forse fino a quel momento non individuati. Pertanto, una buona osservazione della bocca permette in molti casi di notare questi problemi e di adottare misure per prevenirli o curarli tempestivamente. Dieci di queste possibilità sono elencate di seguito.

1. Diabete

Le gengive rosse, gonfie o sanguinanti possono spesso essere un sintomo di diabete. Questo perché l’iperglicemia, caratteristica delle persone con diabete mal controllato, fa sì che l’intero corpo sia incline all’infiammazione e riduce la funzione di riparazione dei tessuti.

Inoltre, la parodontite – la condizione che danneggia le gengive – può essere non solo un sintomo, ma anche una causa: uno dei suoi possibili effetti è quello di aumentare l’insulino-resistenza e quindi portare alla comparsa del diabete mellito di tipo 2. Ecco perché la malattia parodontale e il diabete “hanno un rapporto bidirezionale, poiché possono influenzarsi a vicenda”, secondo un articolo della rivista Salud Bucal.

Infatti, i pazienti diabetici hanno una probabilità quattro volte maggiore di sviluppare la parodontite e quelli con parodontite grave hanno una probabilità fino a 3,5 volte maggiore di sviluppare il diabete. Se si tiene conto del fatto che, secondo lo studio di@bet.es- in Spagna, questa malattia si sviluppa in Spagna. più di 1.000 nuovi casi al giorno e che fino al 43% dei malati non lo sappia, prestare attenzione ai segnali della bocca può essere un buon punto di partenza.

2. Problemi cardiovascolari

La parodontite è anche associata a problemi cardiovascolari. Gli studi non hanno ancora trovato dati affidabili su una relazione causa-effetto tra i due problemi, anche se la scoperta di batteri parodontali nelle placche di ateroma (lesioni negli strati interni delle arterie) ci permette di supporre che questo legame esista.

In ogni caso, entrambi i problemi condividono fattori di rischio come l’età, una dieta non equilibrata, il fumo e il diabete, e c’è consenso sul fatto che le persone con parodontite sono più a rischio di malattie vascolari periferiche, infarto miocardico acuto e ictus.

3. Malattia da reflusso gastroesofageo

La malattia da reflusso gastroesofageo è una condizione che fa sì che il contenuto dello stomaco ritorni dallo stomaco nell’esofago, di solito durante la notte quando la persona dorme. Tra gli effetti di questa malattia sono l’irritazione del tubo di deglutizione e l’acidità gastrica, ed anche altri che possono essere riconosciuti in un’analisi della bocca: alitosi e erosione dentale. Gli acidi dello stomaco consumano lo smalto dei denti e li rendono ipersensibili e meno protetti da possibili aggressioni.

4. Nascita prematura

Nel 1996 è stato pubblicato uno studio che collega la parodontite nelle donne in gravidanza al rischio di parto prematuro. Da allora, molti scienziati hanno cercato di confermarlo e, sebbene i risultati della ricerca non siano ancora considerati conclusivi, sembra esserci una relazione tra i due.

E ‘stato anche suggerito che la malattia parodontale potrebbe anche favorire il basso peso alla nascita del bambino e anche preeclampsia. Ecco perché la raccomandazione è che le donne che progettano una gravidanza si rechino dal dentista per curare e risolvere i problemi orali prima della fecondazione, per quanto possibile.

5. Stress e ansia

Le persone che soffrono di stress spesso non riescono a notarlo. Sono così abituati a vivere in quello stato che non riescono a vedere lo stress: pensano che sia normale. Anche in questi casi, la bocca può dare una mano. Due possibili conseguenze dello stress sono la comparsa di afte e bruxismo, vale a dire l’abitudine involontaria di stringere le mascelle e macinare i denti quando si dorme.

Il bruxismo può, a sua volta, portare alla suddetta erosione dentale e a conseguenze più importanti, come problemi dell’articolazione temporomandibolare, alterazione della posizione dei denti e quindi del morso, problemi di deglutizione e persino il rischio di frattura dei denti.

6. Osteoporosi

La parodontite, avere uno o più denti allentati o perdere i denti può essere un segno di malattia. bassa densità minerale ossea. Questo problema – chiamato anche osteopenia – può portare all’osteoporosi, la malattia che rende le ossa deboli e fragili. In molti casi, la diagnosi viene effettuata solo quando è molto avanzata. Ecco perché una buona visita di controllo da parte del dentista può essere la chiave per la diagnosi precoce di bassa densità ossea e avere la possibilità di curarla prima che peggiori.

7. Anoressia e bulimia

L’anoressia, un disturbo alimentare che colpisce sempre più giovani, lascia tracce in bocca: questa parte del corpo può essere un buon esempio dei suoi effetti. Il carenze nutrizionaliPuò causare ulcere aftose, secchezza delle fauci, malattie gengivali e cavità, in particolare ferro, calcio, zinco e vitamine del gruppo B.

Mentre ci sono spesso molti segni di anoressia nervosa, la salute orale può servire come avvertimento o per corroborare i sospetti. Nel caso della bulimia, ai sintomi derivanti da carenze nutrizionali si aggiungono due elementi che peggiorano la salute orale. Entrambi sono legati al vomito, una pratica comune nella maggior parte delle persone con questo disturbo.

Da un lato, l’erosione dentale, causata da fluidi gastrici acidi che vengono espulsi attraverso la bocca, con le conseguenze già menzionate nel caso del reflusso gastroesofageo. D’altra parte, il metodo irritazione e piccole ferite al palatoinflitte dalle dita e dalle unghie della stessa persona causano il vomito.

8. Celiachia

Mentre i principali danni del consumo di glutine per i celiaci si verificano nell’intestino tenue, è anche una delle principali cause di intolleranza al glutine. lo smalto dei denti ne risente. Di conseguenza, sui denti compaiono macchie marroni, biancastre o giallastre. Queste piccole macchie possono essere un segnale per scoprire, dalla bocca, un problema che colpisce l’intero apparato digerente.

9. Sindrome di Sjogren

La sindrome di Sjögren è una malattia cronica di origine autoimmune che colpisce le ghiandole esocrine, che producono liquidi quali lacrime e saliva. Colpisce soprattutto le donne dopo i quarant’anni. Man mano che procede lentamente, spesso occorrono anni per arrivare ad una diagnosi accurata e, quindi, al trattamento corretto.

Ma uno dei suoi sintomi principali è il bocca asciuttache a sua volta puo’ portare alla carie. Prestare attenzione a questa secchezza può aiutare ad ottenere una diagnosi precoce e prevenire nuovi problemi, sia in bocca che nel resto del corpo.

10. Insufficienza renale cronica

Diversi studi hanno dimostrato che esiste una relazione tra la malattia parodontale e l’insufficienza renale cronica. Questa insufficienza implica che i reni non adempiono in modo corretto la loro funzione di filtrare il sangueQuesto porta alla formazione di focolai infettivi, anche in bocca, particolarmente dannosi per questi pazienti. In caso di malattia parodontale, è essenziale valutare se ci sono anche problemi renali, al fine di fare una diagnosi completa.

Se non vuoi perderti nessuno dei nostri articoli, iscriviti alle nostre newsletter

Controlla anche

E' vero che se otteniamo i capelli grigi, i nostri capelli cadranno meno?

E’ vero che se otteniamo i capelli grigi, i nostri capelli cadranno meno?

Xosé, lettore e membro di avnotizie.it, ci pone la seguente domanda in una e-mailHo 35 …

Paura del volo: può essere superata?

Paura del volo: può essere superata?

Alcune fobie sono un grosso problema per molte persone. Oggi, quando l’aereo è diventato un …

palloncino intragastrico: ti aiuta davvero a perdere peso?

palloncino intragastrico: ti aiuta davvero a perdere peso?

// Negli ultimi anni il sovrappeso e l’obesità hanno raggiunto proporzioni epidemiche in tutto il …