“E’ venerdì e il tuo corpo lo sa”, dice nel social network una frase ripetuto -la giornata di venerdì – per l’onnipresenza. Durante il periodo di quarantena richiesto dalla pandemia di coronavirus, tuttavia, qualcuno ha scritto su Twitter: “e’ venerdì e il tuo corpo non ha idea”. Si allude, ovviamente, uno degli effetti più comuni, e anche più rischioso, dal confino: i giorni sembrano troppo pochi per gli altrial punto che generano la sensazione di vivere sempre lo stesso giorno. Un po ‘ come il personaggio di Bill Murray nel film presa in tempo.

Quali sono i rischi di non differenziare se è lunedì, giovedì o domenica? Il principale è quello di aumentare la probabilità di sviluppare sintomi di ansia e lo stressche può portare alla depressione. E questo perché una vita come che soffre della mancanza di una struttura simbolica, e quindi produce la sensazione di mancanza di coerenza. Queste conclusioni sono state raggiunte dai ricercatori dell’Università di Rutgers e del Missouri, negli Stati uniti, che per diversi anni indagando in questi problemi.

La principale soluzione a questo problema sta nel concetto di routine diffamato: la routine. La reiterazione di alcune attività di ogni giorno o periodicamente in determinati giorni della settimana, genera quella struttura mentale coerente su cui poggia la propria vita. Per avere questa struttura coerente è uno dei pilastri della sensazione che la vita ha un significato, che è la chiave per il benessere e la salute emotiva.

Spesso parlato di l’importanza di routine in genitorialità. “La routine quotidiana sono per i bambini che le pareti di una casa: dare confini e di una dimensione di vita”, ha scritto l’educatore austriaco Rudolf Dreikurs. Ha aggiunto che la routine fornisce un “senso di sicurezza” e “un senso di ordine che è nato dalla libertà”.

Il caso è che questo non è valido solo per i bambini ma anche per adulti. Accade che, in generale, nella vita adulta le attività di routine sono imposti e sono soggette a denuncia. Fino a quando, per eccezionali in causa, che la struttura scompare, e sembra di essere sospesi nel vuoto, non sapendo cosa tenere per andare avanti.

I giorni della settimana e le routine di

Ci sono diverse linee guida possibile per formare una struttura al momento del parto. In primo luogo, si può provare a tenere alcune già esistenti routine. Naturalmente, molti di loro non possono mantenere, spesso il più importante, come andare al lavoro ogni giorno, il martedì e il giovedì presso la palestra di, venerdì per prendere aste con i coetanei, i pasti in famiglia la domenica, ecc

Ma, per esempio, abitudini come la pulizia della casa, il sabato mattina o andare al negozio di alimentari, un lunedì pomeriggio sì che può essere mantenuto così com’è. In altri casi, si possono trovare varianti di continuare con queste abitudini, anche se con altri mezzi. Se il venerdì non si può andare al pub con gli amici, perché è in grado di sostituire un punto di partenza per una conversazione tramite videoconferenza.

Se hai giocato in palestra il martedì e il giovedì pomeriggio, esos stesso programma potrebbe essere dedicato a fare attività fisica a casa. È chiaro che non è la stessa cosa, ma cercando in questo modo genera diversi vantaggi, come ad esempio mantenere il contatto con le persone care (che è essenziale per affrontare l’isolamento) o per evitare una vita sedentaria, oltre a strutturare il tempo per i giorni non sono tutti uguali.

Un’altra risorsa fondamentale è quello di creare nuove routine. Questo può essere particolarmente utile per chi è abituato a fare una vita al di fuori delle loro case, e non tanto all’interno della propria casa. Dedicare una o più volte il fisso della settimana leggere un libro (per le persone che dicono che desideri leggere o leggere di più, ma non hanno il tempo, in questi giorni di confino può aiutare a costruire l’abitudine), la cucina o la riproduzione di un gioco da tavolo con la famiglia, inoltre, contribuisce alla creazione di uno schema mentale per la settimana.

Si può anche aiutare il posizionamento di un calendario in un luogo visibile della casa, in cui è possibile segnalare-in modo più eloquente – che giorno della settimana sia. Si tratta di un dettaglio forse minore, ma ti aiuterà a prevenire momenti di oblio o di disorientamento in cui si scopre che uno è in certe occasioni.

Inoltre, è anche importante prendere alcune altre misure, che non hanno a che fare solo con la percezione del tempo, ma sono le strategie generali per affrontare con una buona salute emotiva di questo quarantena. Per chi telelavoro, è essenziale per lo sposo e la sposa come se fossero a lasciare la casa (almeno togliere il pigiama) e cercando di soddisfare i giorni e le ore di lavoro. E anche rispettare gli orari dei pasti e di alzarsi e di andare a dormire.

La routine e la percezione del passare del tempo

Se non si prendono queste azioni, oltre a non sapere in che giorno si vive, può anche accadere che le giornate diventano troppo noioso. Vari studi sulla percezione del passare del tempo, hanno precisato che il tempo sembra durare di più, è interessante notare che, in situazioni antagonistequando vengono a fare troppe cose allo stesso tempo, o quando “non succede nulla”. Questo perché ciò che il ricercatore Michael G. Flaherty chiama “la densità dell’esperienza umana”. Vale a dire, il volume di informazioni che contengono.

Quando, in un momento succedono molte cose, il tempo sembra passare più lentamente. Si dice, per esempio, la testimonianza di soldati: si dice che, durante le battaglie, le azioni sembrano prendere posto in slow motion. Nei momenti in cui non accade nulla, che la “densità” di cui parla Flaherty -autore delle texture di tempo e di altri libri dedicati a questo argomento, non da eventi che si verificano, ma dalla partecipazione soggettiva dal soggetto stesso.

In altre parole: quando qualcuno ha nulla a che fare, tende a innervosirsi a causa del fatto stesso, e a volte è ossessionato con quella di inattività, che lo porta a sentire che il tempo passa più lento. La routine, che spesso travolgono e si sentono come una prigione, può farti sentire che la vita è “normale” il tempo passa troppo veloce.

In situazioni straordinarie, come l’attuale, al contrario, è opportuno che si aggrappano a loro: in questo modo, sarà più facile per evitare -in aggiunta a ansia e stress la noia, irritabilità e altre conseguenze negative sia per sé e per coloro che condividono il confinamento con lei.

10 consigli per i giorni di quarantena non sono la stessa cosa

  1. Lettura di un’ora al giorno: occorre fare in modo che sia sempre alla stessa ora, e cercare di fare lo sforzo di affrontare un libro che si desidera leggere, o non è facile.
  2. A leggere i giornali: siamo in grado di spendere la metà di un’ora, o più, al mattino, a mezzogiorno o la sera, e poi cerca di staccare; si avrà così il “ora di informazioni”.
  3. Leggi la news: o la mezza giornata o la notte, per essere agganciato alla presente.
  4. Ascoltare un programma preferito di radio allo stesso tempo: dato che abbiamo tempo, abbiamo la possibilità di dedicare una parte fissa di ascoltare il nostro programma preferito,
  5. Prendere un po ‘ il sole: il cervello guida, tra gli altri fattori, dal d intensità di luce naturale, in modo da andare per il balcone o la finestra per trascorrere una mezz’ora di sole in un momento fisso della giornata, ci sarà sollevare l’umore e ci si trova mentalmente.
  6. Ci doccia e feci una doccia come se stessimo andando in ufficio o una festa: in bagno c’è un tempo fisso e intimo che dedichiamo a noi stessi, oltre ad essere un rituale che ci dà il contesto di ciò che stiamo andando a fare.
  7. Per fare ginnastica, una routine di yoga o di meditazione ogni giorno alla stessa ora: oltre a stare in forma e ci aiutano a rilassarsi e staccare dallo stress del confinamento, ci costringe a impostare un tempo per queste attività.
  8. Di andare a letto sempre in un tempo fisso: per essere in grado di presto, come se fossimo al lavoro. Se abbiamo la giornata di routine, che non devono sentirsi costretti a riposo.
  9. Alzarsi all’albavale a dire presto e di vivere con la luce naturale.
  10. Pianificare un tempo per la telerelaciones: sono da video o da mobile, per assegnare un tempo fisso per parlare con gli amici e la famiglia, per mantenere il contatto umano.

Se non si vuole perdere qualsiasi dei nostri articoli, iscriviti alla nostra newsletter