Dieci benefici del mangiare funghi (ora che inizia la stagione)

Dieci benefici del mangiare funghi (ora che inizia la stagione)

Dopo le abbondanti piogge estive, la stagione dei funghi si apre nei boschi di media Italia con la raccolta delle principali specie, che vedranno aumentare il loro valore nei fruttivendoli a causa della sua condizione di prelibatezza gastronomica, molto apprezzata in alcune zone del paese. Nell’articolo Dieci curiosità sui funghi che forse non conoscete, vi spieghiamo la particolare situazione evolutiva di questi esseri, a metà strada tra animali e piante.

Ma oltre ad essere un ingrediente di alcuni dei piatti più nobili, i funghi hanno un alto valore nutrizionale e sanitario per le varie sostanze e componenti che forniscono e per gli effetti che hanno sul nostro metabolismo. Qui ci sono dieci benefici del mangiare funghiQuesti sono più comuni nei funghi selvatici che nei funghi coltivati industrialmente.

1. Fornire fibre insolubili

Infatti, la lignina è uno degli ingredienti principali dei funghi, con 2,5 grammi per 100 grammi, dove la maggior parte di essa è acqua. Si tratta di una fibra legnosa, di valore biologico relativo al microbiota ma molto buona come fibra d’uscita per pulire il tratto intestinale e anche per la sua capacità di gonfiare e dare consistenza al bolo. Per saperne di più vi consigliamo: Otto motivi per reintrodurre le fibre insolubili nella nostra dieta.

2. Hanno un alto potere saziante

proprio questa capacità della lignina di trattenere l’acqua e gonfiare nello stomaco, aumenta la sensazione di stomaco pieno dopo l’ingestione di funghi e ci fa non vuole mangiare così tanto, che siamo più frugali e quindi controllare l’apporto calorico prevenendo l’obesità. Sul potere saziante raccomandiamo: Sette alimenti per controllare il peso senza ricorrere a diete miracolose.

3. Contiene elementi antiossidanti

Uno studio del 2007 pubblicato sul Journal of Nutrition ha evidenziato il ruolo dell’aminoacido ergotein, presente nelle proteine dei funghi, come potente antiossidante con una grande presenza nei funghi selvatici, anche se non tanto nei funghi industriali. Lo studio ha anche evidenziato che questo ruolo gli ha conferito un interessante ruolo preventivo di fronte a diversi tipi di tumori.

4. Hanno un basso potere calorico

Come è già stato spiegato, la sua percentuale più alta è l’acqua e si aggiungono solo 4 grammi per 100 carboidrati. Il loro potere calorico è di 25 Kcal, che li rende un perfetto accompagnamento per tutti i tipi di piatti o anche da soli, quando abbiamo superato l’apporto calorico giornaliero raccomandato, ma abbiamo fame.

5. Fornire vitamine e minerali essenziali

Secondo la Spanish Heart Foundation, che li raccomanda come elemento chiave nella lotta contro le malattie cardiovascolari, i funghi sono ricchi di ferro, fosforo, iodio, magnesio, magnesio, selenio, calcio, potassio, zinco, nonché di vitamina A e vitamine del gruppo B (in particolare B1, B2, B3), così come la vitamina C e la vitamina D, autosintetizzata con la luce solare, proprio come gli esseri umani. Anche se la sua versione, D3, non sembra essere così efficace come D2, può essere d’aiuto. Si distingue anche per il suo basso apporto di sodio, quindi ha un effetto positivo sulla pressione sanguigna, anche se scompare quando viene salato.

6. Può fornire aminoacidi essenziali

Essendo un percorso evolutivo intermedio tra piante e animali, la sua proteina è più vicina a quella di questi ultimi, la nostra, ed è quindi considerata di valore biologico superiore, poiché in alcuni generi come nel caso di Pleurotus sp (quella del fungo d’ostrica), secondo uno studio, si possono trovare tutti gli amminoacidi essenziali.

7. Può sostituire la carne

Sia per la sua proteina, che non è molto abbondante ma di alta qualità, sia per il suo contenuto in aminoacidi essenziali, sia per il suo gusto umami, i funghi possono aiutarci a ridurre l’assunzione settimanale di carne rossa. Si consiglia l’articolo Cibo che può aiutarci a dire addio alla carne.

8. Può migliorare la diversità dei microbiota

Ci sono diversi studi (questo e questo) che sostengono che la lignina dei funghi può aiutare a migliorare la diversità della flora intestinale favorendo alcuni batteri che intervengono nella riduzione dell’obesità.

9. Fornire composti antinfiammatori

Alcuni dei carboidrati di alcuni funghi sono ricchi di beta-glucani, un polisaccaride al quale questa recensione dà grandi benefici come antinfiammatorio e sviluppatore del sistema immunitario. Anche questa pubblicazione si colloca nella stessa ottica.

10. Aiuta ad abbassare il colesterolo cattivo

Alcuni funghi sono ricchi di acido linolenico coniugato, un acido grasso omega-6 che aiuta a ridurre il colesterolo metabolico cattivo, o LDL. Inoltre, le loro quantità sono moderate rispetto agli integratori di questo acido, che sono stati descritti come pericolosi dopo alcuni studi sui topi.

Se non vuoi perderti nessuno dei nostri articoli, iscriviti alle nostre newsletter

Controlla anche

Cibo e cambiamenti climatici: perché mangiare solo prodotti stagionali

Cibo e cambiamenti climatici: perché mangiare solo prodotti stagionali

Per mangiare o non mangiare. Anche se forse la domanda e’ questa: cosa mangiare in …

Cinque stufati tipici spagnoli (con 5 vini rossi) per affrontare l'inverno

Cinque stufati tipici spagnoli (con 5 vini rossi) per affrontare l’inverno

Lo stufato è un pasto tipico spagnoloE ‘molto nutriente e perfetto per l’inverno, che in …

Quanti tipi di sidro ci sono?

Quanti tipi di sidro ci sono?

Proprio come il vino, il sidro era già in atto ai tempi degli Ebrei, degli …