Se siete all’oscuro per quanto riguarda ciò che si può e non può fare durante ogni fase del desescalada, non sei l’unico. Il vostro cane è anche strapazzate con improvvisi cambiamenti nella routine e orari. Nel corso di questi quasi due mesi di tempo straordinario segnato dallo stato di allarme (più per aree come Roma o Barcellona) e le fasi progressive verso la “nuova normalità”, ci ha abituati al telelavoro con il cane o per condividere casa con il gatto. Un sogno perruno (e, nella maggior parte dei casi, anche i gatti) diventare una realtà: il loro amato umano, tutto il giorno a casa per loro.

Ci rivolgiamo ora a ripercorrere il sentiero. A poco a poco, essi torneranno le uscite per andare in ufficio, e noi ci metteremo di nuovo la routine di fuori della casa. E il cane da solo per ore e ore. Ma due mesi, nel migliore dei casi, è un tempo più che sufficiente per il tuo amico a quattro zampe si sono abituati ad avere te vicino tutto il giorno. Ecco perché, mentre siamo tutti sperando che la pandemia è controllato e la nostra vita preconfinamiento, il vostro compagno peloso potrebbe non essere così felice.

Infatti, molti cani si sentono ansiosi quando si lascia la casa senza di loro. E può esprimere in molti modi: abbaiare per ore, distruggendo i mobili, o di fare la pipì in posti dove non dovrebbero. Secondo Thomas Campi, etologo dell’Associazione spagnola dei veterinari di animali di piccole dimensioni (l’Associazione) e direttore di Etovets, i disagi che potrebbero verificarsi il tuo amico perruno quando di nuovo si tocca passare il tempo da soli simile all’esperienza di molti bambini di tornare a scuola.

“Dopo mesi di stato di allarme, i bambini saranno abituati ad andare a scuola per diverse ore durante il giorno e a dire addio ai loro genitori ogni mattina. Il bambino deve re-imparare o abituarsi a stare da solo, e la stessa cosa accadrà con i cani”, spiega Campi. Dopo aver trascorso l’intera giornata insieme, ora “la sfida è che, da solo, senza la sofferenza, e per evitare che si sentono un disturbo d’ansia da separazione”, dice l’etologo.

John Bradshaw, antroprozoólogo, o simpatizzante delle interazioni tra gli esseri umani e gli animali, autore di Capire il nostro cane (Paidotribo, 2013), e uno dei massimi esperti del settore, si stima che quasi la metà dei cani che vivono in una casa ovest “soffre di un problema reale, come risultato di essere lasciato solo” in un momento o un altro nella loro vita; un problema che, come sottolineato da Campi, ben si può cominciare da subito.

Non è piccola cosa: l’ansia di abbaiare può comportare un danno reale per il benessere il tuo amico, (come è il caso con lo stress per i gatti); e gli studi confermano che rende anche più inclini a determinate malattie come la dermatite, e può anche ridurre l’aspettativa di vita. Lungi dal verificarsi di tempo, il problema può estendere per settimane, mesi e persino anni.

La buona notizia: come insegnare al tuo cane a non fare la pipì in luoghi che non dovrebbero, o sedersi in cambio di un premio, si può anche imparare a far fronte con la solitudine, temporaneo. Ed è abbastanza semplice.

Come faccio a farlo?

La chiave è in iniziare quando prima (meglio se è un cucciolo) e la pratica di ogni giorno. Se il tuo amico ha già sbagliato o è adulto, voglio prendere un po più di tempo, quindi è necessario mettere un po ‘ di più da parte vostra. Ma la teoria dice Bradshaw, è semplice: fare tutto quello che vorresti fare prima di lasciare la casa, “perché questi gesti diventano segnali per il vostro cane.”

Il tuo amico a quattro zampe associare questi movimenti -come prendere le chiavi di casa o mettere sul cappotto o le scarpe- con il fatto che si marcharás casa dopo un paio di secondi. Così che svolge tutta la scena, e guarda verso la porta. Dopo, ri-appendere il cappotto in appendiabiti. E mettere le chiavi dell’armadio. E, di nuovo, ripetere l’intero processo. Ma questa volta, forse, si può aprire la porta, e poi chiudo, e re-inserire tutti i vostri oggetti sul tuo sito.

La prossima volta che practiquéis, sale dalla porta di re-immettere di nuovo invio. E la prossima volta, si può già provare a stare dieci secondi prima di entrare di nuovo. Così il vostro perrete a sapere che non c’è nulla da temere. Sì: se il tuo amico è arrabbiato, è necessario chiamare un esperto di comportamento canino, perché richiedono un aiuto professionale. Ma la maggior parte dei cani possono imparare questa associazione positiva tra la tua assenza e il ritorno abbastanza rapidamente.

E sarà, per molti, abbastanza per fornire comfort e di fiducia, e di evitare l’ansia. A poco a poco, si può provare a lasciare solo un po ‘ più di tempo, e il tuo amico non avrà tempo per imparare che non c’è nulla di male a essere da solo per un paio di ore. Bene! Solo imparare ad associare la vostra partenza (con tutti i movimenti che implicano) con il tuo ritorno. E anche voi sarete contenti di vederti entrare dalla porta! Ed è grande: in questo modo, dice Bradshaw, “la vostra gita di casa si sono trasformate in qualcosa di piacevole, piuttosto che un motivo di panico.”

E puzzle di cibo perrunos

Campi ci dà un’altra linea guida: “Lasciare da oggi una stanza separata dove il cane ha i giocattoli di odore per incoraggiarvi ad avere attività indipendente all’interno della casa, e senza le quali non intervenire”. In questo modo, “si impara o ricordate che la solitudine è qualcosa di positivoche si può godere,” dice l’etologo. In questa sala si possono anche nascondere i premi o le crocchette, mettere i puzzle di cibo o di suoi giocattoli perrunos casa.

Questi giocattoli servono anche per lavorare la scena della porta. Se ogni volta che si è pronti a smettere di prendere i loro giocattoli, sarà più semplice per il vostro cane ad associare un’emozione positiva. “In questo modo, imparerete che i giocattoli sono un altro segno che stiamo andando a lavoraree chi è che va a stare da solo.” Se facciamo questo in modo progressivo, le probabilità di successo sono alte. Non funziona così, avverte Campi, se lo facciamo in modo brusco.

Anche così, c’è qualcosa di confinamento che possiamo ricordare: come importante è stato per averli così vicino. Spero non ci dimentichiamo quanto sia importante la loro amicizia, e ci dedichiamo ai nostri amici a quattro zampe il tempo di qualità che meritano, quando saremo di nuovo al normale.

Se non si vuole perdere qualsiasi dei nostri articoli, iscriviti alla nostra newsletter